Indietro

ⓘ Franco Pesce




Franco Pesce
                                     

ⓘ Franco Pesce

Franco Pesce, allanagrafe Francesco Pesce, è stato un operatore di ripresa, direttore della fotografia e attore italiano.

                                     

1. Biografia

Figlio darte dellattore Ettore, Franco Pesce sin da giovane si interessa al mondo dello spettacolo e studia canto con lintento di divenire un cantante lirico; la vera vocazione per il cinema però, la scopre soltanto intorno al 1910 divenendo in poco tempo un affermato cameraman.

Franco Pesce continuò lattività di operatore cinematografico per tutta la durata del cinema muto fino allavvento del sonoro, quando iniziò a dedicarsi maggiormente al settore della fotografia di scena, divenendone direttore intorno al 1930; proseguì lattività di direttore della fotografia fino al 1940 quando si rese conto di essere attratto dalla recitazione consacrando definitivamente la sua vera indole di attore.

Sui vari set cinematografici, Franco Pesce venne utilizzato perlopiù in ruoli da caratterista o comprimario, pur essendo dotato di una buona preparazione cinematografica; i personaggi interpretati dallattore si limitarono ad affiancare i protagonisti, interpretando spesso il tipico vecchietto nel filone degli spaghetti western.

Franco Pesce lavorò fino alla veneranda età di 85 anni, continuando a recitare fino a quando non fu colto dalla morte; alcuni film ai quali prese parte vennero infatti distribuiti solo dopo il suo decesso.

                                     

2.1. Filmografia Cinema

  • El ángel, regia di Vicente Escrivá 1969
  • Ho pianto per te!, regia di Gino Rippo 1954
  • Occhi senza luce, regia di Flavio Calzavara 1956
  • Eran trecento, regia di Gian Paolo Callegari 1952
  • Canzone di primavera, regia di Mario Costa 1951
  • Il conte di SantElmo, regia di Guido Brignone 1951
  • Assalto al centro nucleare, regia di Mario Caiano 1967
  • I racconti del maresciallo, regia di Mario Soldati 1968
  • Non aspettare Django, spara, regia di Edoardo Mulargia 1967
  • Il barone Carlo Mazza, regia di Guido Brignone 1950
  • Enrico Caruso, leggenda di una voce, regia di Giacomo Gentilomo 1952
  • Società a responsabilità molto limitata, regia di Paolo Bianchini 1973
  • Se vincessi cento milioni, regia di Carlo Campogalliani e Carlo Moscovini 1954
  • Uno sceriffo tutto doro, regia di Osvaldo Civirani 1966
  • Una voce nel tuo cuore, regia di Alberto DAversa 1949
  • Perché uccidi ancora, regia di José Antonio de la Loma e Edoardo Mulargia 1965
  • La bisarca, regia di Giorgio Simonelli 1950
  • Il tredicesimo è sempre Giuda, regia di Giuseppe Vari 1971
  • La rivolta dei mercenari, regia di Piero Costa 1961
  • Shango, la pistola infallibile, regia di Edoardo Mulargia 1970
  • La Betìa ovvero in amore, per ogni gaudenza, ci vuole sofferenza, regia di Gianfranco De Bosio 1971
  • Uomo avvisato mezzo ammazzato. parola di Spirito Santo, regia di Giuliano Carnimeo 1972
  • I lunghi giorni dellodio, regia di Gianfranco Baldanello 1968
  • Le mura di Malapaga, regia di René Clément 1949
  • Scandali al mare, regia di Marino Girolami 1961
  • A. come assassino, regia di Angelo Dorigo 1966
  • Una giornata spesa bene, regia di Jean-Louis Trintignant 1973
  • Orgasmo, regia di Umberto Lenzi 1969
  • Voltati. ti uccido!, regia di Alfonso Brescia 1967
  • O.K. Nerone, regia di Mario Soldati 1951
  • Prigionieri delle tenebre, regia di Enrico Bomba 1952
  • Dio in cielo. Arizona in terra, regia di Juan Bosch 1972
  • Diamante Lobo, regia di Gianfranco Parolini 1976 Postumo
  • Labito nero da sposa, regia di Luigi Zampa 1945
  • La voce del silenzio di Georg Wilhelm Pabst 1953
  • Testa tammazzo, croce. sei morto. Mi chiamano Alleluja, regia di Giuliano Carnimeo 1971
  • Una pistola per cento bare, regia di Umberto Lenzi 1968
  • Lelisir damore, regia di Mario Costa 1947
  • Addio, mia bella Napoli!, regia di Mario Bonnard 1946
  • I barbieri di Sicilia, regia di Marcello Ciorciolini 1967
  • Molti sogni per le strade, regia di Mario Camerini 1948
  • La figlia del mendicante, regia di Carlo Campogalliani 1950
  • Gioventù perduta, regia di Pietro Germi 1948
  • Ultima illusione, regia di Vittorio Duse 1954
  • Vergine, e di nome Maria, regia di Sergio Nasca 1975
  • Buon funerale amigos!. paga Sartana, regia di Giuliano Carnimeo 1970
  • Noi non siamo angeli, regia di Gianfranco Parolini 1975
  • Grazie zio, ci provo anchio, regia di Nick Nostro 1971
  • Il vangelo secondo Simone e Matteo, regia di Giuliano Carnimeo 1976 Postumo
  • Don Camillo, regia di Julien Duvivier 1952
  • Cifrato speciale, regia di Pino Mercanti 1966
  • Che?, regia di Roman Polański 1972
  • Tutti fratelli nel west. per parte di padre, regia di Sergio Grieco 1972
  • Il venditore di palloncini, regia di Mario Gariazzo 1974
  • Lultima gara, regia di Piero Costa 1954
  • La grande avventura, regia di Mario Pisu 1954
  • La piccola guerra, regia di Alex Joffé 1955
  • Una nuvola di polvere. un grido di morte. arriva Sartana, regia di Giuliano Carnimeo 1970
  • Chiedi perdono a Dio. non a me, regia di Vincenzo Musolino 1968
  • Disonorata senza colpa, regia di Giorgio Walter Chili 1953
  • Rondini in volo, regia di Luigi Capuano 1949
  • Jus primae noctis, regia di Pasquale Festa Campanile 1972
  • La presidentessa, regia di Pietro Germi 1952
  • Roy Colt & Winchester Jack, regia di Mario Bava 1970
  • Nessuno ha tradito, regia di Roberto Bianchi Montero 1952
  • Io sono il Capataz, regia di Giorgio Simonelli 1951
  • Operazione mitra, regia di Giorgio Cristallini 1951
  • Le Mans - Scorciatoia per linferno, regia di Osvaldo Civirani 1970
  • Le notti della violenza, regia di Roberto Mauri 1965
  • Gli uomini sono nemici, regia di Ettore Giannini 1948
  • Il trionfo dei dieci gladiatori, regia di Nick Nostro 1964
  • Carcerato, regia di Armando Grottini 1953
  • .Se incontri Sartana prega per la tua morte, regia di Gianfranco Parolini 1968
  • Gli amori di Manon Lescaut, regia di Mario Costa 1954
  • Melodie immortali di Giacomo Gentilomo 1953
  • La legge, regia di Jules Dassin 1959
  • Il furto è lanima del commercio!?., regia di Bruno Corbucci 1971
  • Don Camillo monsignore. ma non troppo, regia di Carmine Gallone 1961
  • Lapocalisse, regia di Giuseppe Maria Scotese 1947
  • Prigioniera della torre di fuoco, regia di Giorgio Walter Chili 1952
  • Camicie rosse, regia di Goffredo Alessandrini 1952
  • Il terrore dellAndalusia, regia di Ladislao Vajda 1953
  • Melodie eterne, regia di Carmine Gallone 1940
  • Il pistolero dellAve Maria, regia di Ferdinando Baldi 1969
  • Sono Sartana, il vostro becchino, regia di Giuliano Carnimeo 1969
  • Apparizione, regia di Jean de Limur 1943
  • Puccini, regia di Carmine Gallone 1953
  • La portatrice di pane, regia di Maurice Cloche 1950
  • Il carabiniere a cavallo, regia di Carlo Lizzani 1961
  • Una bruna indiavolata, regia di Carlo Ludovico Bragaglia 1951
  • Il santo patrono, regia di Bitto Albertini 1972
                                     

3. Direttore della fotografia

  • La reginetta del ghiaccio, regia di Gino Cerruti 1922
  • Rosalba, regia di Ferruccio Cerio e Max Calandri 1944
  • Sublime rinuncia, regia di Mario Corte 1921
  • Lamor mio non muore, regia di Wladimiro Apolloni 1921
  • Langelo del crepuscolo, regia di Gianni Pons 1942
  • La moglie in castigo, regia di Leo Menardi 1943
  • Dove andiamo, signora?, regia di Gian Maria Cominetti e Ernst Marischka 1942
  • La voce doro, regia di Mario Corte 1921
                                     

4. Doppiatori italiani

  • Carlo Romano in Una pistola per cento bare
  • Gino Baghetti in Le Mans - Scorciatoia per linferno
  • Lauro Gazzolo in Non aspettare Django, spara
  • Nico Pepe in.Se incontri Sartana prega per la tua morte
  • Oreste Lionello in I barbieri di Sicilia
  • Roberto Bertea in Chiedi perdono a Dio. non a me
  • Bruno Persa in Buon funerale amigos!.paga Sartana
  • Stefano Sibaldi in Una nuvola di polvere. un grido di morte. arriva Sartana, Uomo avvisato mezzo ammazzato. parola di Spirito Santo, Testa tammazzo, croce. sei morto. Mi chiamano Alleluja