Indietro

ⓘ Categoria:Tecnica edilizia romana




                                               

Tecnica edilizia romana

La tecnica edilizia dellantica Roma definisce linsieme delle modalità utilizzate dai Romani per la costruzione degli edifici in muratura. Le tecniche di costruzione variarono considerevolmente con il tempo in particolare una tappa fondamentale fu linvenzione del cementizio agli inizi del II secolo a.C. e spesso furono adattate nei diversi luoghi a seconda dei materiali da costruzione più facilmente disponibili. Qui si tratta, in particolare, delle tecniche utilizzate in epoca romana nella città di Roma e nelle sue immediate vicinanze.

                                               

Agger viae

L Agger viae era il lastricato delle strade romane realizzato con grosse pietre poligonali in pietra lavica o calcarea, levigate sulla superficie, accostate le une alle altre per pavimentare tutto il selciato stradale. Questo veniva realizzato lievemente bombato, di poco più alto verso il centro, allo scopo di far defluire le acque piovane verso i lati, dove due bordi paralleli simili a piccoli marciapiedi racchiudevano il basolato e delimitavano la strada. Esempi visibili ancora oggi sono: Via Nomentana nei pressi dellincrocio con Via della Cesarina a SantAlessandro Roma Via Appia Antica. ...

                                               

Architectus

L architectus, nellimpero romano era un tecnico e costruttore dellesercito romano, in alcuni casi al servizio dello stesso Imperatore o Augusto come lo era stato Apollodoro di Damasco per Traiano. Ricordiamo anche la figura di un architectus faber navalis, impiegato quindi tra i classiarii della flotta romana. Era anche un semplice tecnico privato, non necessariamente militare, come pure un liberto. Nella maggior parte dei casi si occupava di costruire macchine da lancio. Di base si trattava di un semplice miles legionario. Veniva impiegato sia nelle legioni, o loro vexillationes, come pur ...

                                               

Basolo

Il basolo è una lastra di roccia di origine vulcanica o calcarea, o altra pietra tenace, di notevole peso e dimensioni, impiegata per le pavimentazioni stradali. Il termine basolato indica invece un tipo di pavimentazione stradale utilizzato inizialmente dagli antichi Romani tanto per le vie urbane quanto per le vie di collegamento fra Roma le varie regioni dellImpero, onde permettere una maggiore fluidità nei trasporti. La pietra che veniva usata allepoca era la leucitite, erroneamente chiamata selce. Laspetto della pavimentazione è piuttosto variabile secondo il grado di squadratura e pl ...

                                               

Opera cementizia

L opera cementizia è una tecnica edilizia inventata e ampiamente utilizzata dai Romani. È caratterizzata dallutilizzo del cementizio. La malta a sua volta è composta da calce mescolata con sabbia. Lintroduzione del cementizio per la costruzione di edifici risale agli inizi del 3 secolo, e vi fu una rielaborazione degli spazi interni e non solo. In origine si trattava di una tecnica economica, utilizzata per costruzioni private o per riempimenti, che utilizzava una malta non ancora perfezionata ci sono esempi a Pompei che sembrano risalire alla metà del III secolo a.C.; esempi di una tecnic ...

                                               

Cementizio

Il cementizio, o opus caementicium era un materiale da costruzione ampiamente utilizzato nella Roma antica, costituito da una mescolanza di malta e di caementa, ossia pietre grezze o frammenti di pietra spezzati. La malta a sua volta è costituita da calce mescolata con sabbia o pozzolana.