Indietro

ⓘ Psicologia popolare




                                     

ⓘ Psicologia popolare

A partire dalla seconda metà del Novecento, lespressione psicologia popolare ha assunto un ruolo importante nelle scienze cognitive, e in filosofia della mente, sebbene il significato di volta in volta attribuitole non è discernibile in maniera univoca dalla letteratura scientifica.

Nonostante lambiguità semantica, il senso dellespressione è collegato, in sostanza, alla capacità cognitiva, innata e naturale, che permette di intuire gli stati mentali degli altri, di comprendere il significato dei comportamenti altrui, fino a prevedere, in questo modo, le azioni di altre persone. Si tratta, quindi, di una competenza cognitiva che è alla base delle capacità di agire e interagire socialmente, e quindi elemento su cui si fonda la stessa dimensione sociale dellesperienza umana.

La varietà di accezioni si riflette anche nelle espressioni usate in alternativa, come, ad esempio, psicologia ingenua, psicologia naïve, psicologia quotidiana, psicologia di senso comune.

                                     

1. Significato

Leterogeneità rinvenibile nel dibattito scientifico circa il significato da attribuire allespressione, causa di ambiguità semantica, riflette le differenti elaborazioni teoriche degli studiosi. A tale proposito, si possono individuare tre diverse accezioni principali in cui il termine è stato utilizzato:

  • Esiste poi un secondo significato, in cui lespressione "psicologia popolare" è intesa come teoria del comportamento rappresentata nel cervello umano. Questa definizione si collega implicitamente alla prima, dal momento che, secondo questa seconda accezione, il bagaglio di conoscenze e abilità di cui dalla prima definizione fornirebbe il fondamento per la teoria comportamentale a cui si fa riferimento in questa seconda accezione.
  • Una terza definizione deriva dal lavoro di David Lewis, secondo cui la "psicologia popolare" è una teoria psicologica costituita dai luoghi comuni sulla mente che la gente ordinaria è incline ad avallare ".
  • In una prima accezione, il concetto di psicologia popolare fa riferimento al complesso di teorie, credenze e abilità cognitive che comprendono, senza però ridursi a essa, la capacità di intuire il funzionamento della mente altrui e di predire il comportamento, le azioni, le reazioni degli altri. A volte si parla anche di psicologia del senso comune, dal momento che il bagaglio di credenze e conoscenze che costituiscono questa forma di "psicologia quotidiana", o "psicologia ingenua", appare legato allorizzonte culturale definibile come "di senso comune".
                                     

2. Psicologia popolare

La "psicologia popolare", intesa secondo la prima delle tre accezioni presentate in questa voce, è costituita da un bagaglio culturale che è il frutto di una conoscenza di natura ingenua e intuitiva, in cui processi e situazioni della vita quotidiana, come dolore, piacere, emozione, ansia, intervengono come termini linguistici comuni, in opposizione alla definizione tecnica o al lessico settoriale e scientifico

È stata sostenuta lesistenza di un legame tra lapprendimento della psicologia popolare e il ricorso allanalogia servendosi della comparazione di rappresentazioni strutturate di contenuti psicologici, data la facilità con cui è possibile descrivere qualcosa facendo riferimento a termini già noti e familiari.

Tradizionalmente, lo studio della psicologia popolare si focalizza soprattutto sul modo in cui la gente comune - intendendo con questo termine quella priva di un bagaglio specifico di formazione accademica - si comporta nellattribuzione di stati mentali. Questa attitudine è centrata, soprattutto, su stati intenzionali che riflettono credenze e desideri di un individuo, ciascuno dei quali descritto in termini del linguaggio di tutti i giorni, come "credenze", "desideri", "paura", e "speranza".

                                     
  • editrice e i primi titoli vengono stampati dalla Cooperativa del Libro Popolare presso la tipografia Archetipografia poi F.lli Pozzo e per lo più
  • professore di Psicologia e Filosofia naturale a Leopoli oggi Ucraina e, accresciuta la propria fama, co - direttore dell Istituto Generale di Psicologia di Parigi
  • cristiani. Nel 1976 si laurea in Psicologia presso l Università degli Studi di Roma La Sapienza discutendo una tesi di Psicologia generale col prof. Ernesto
  • 90, parallelamente alla sua attività di psicologo collabora all emittente libera milanese Radio Popolare come autore e conduttore. Risale a questo
  • in Psicologia sperimentale nel Laboratorio di Agostino Gemelli, di cui fu assistente negli anni 1953 - 55. Libero docente, nel 1964, in Psicologia dell età
  • dicembre 1916 è stato uno psicologo tedesco. Fu il fondatore della psicologia applicata, stabilendo le basi della psicologia industriale. Estese inoltre
  • subconscio, o subcosciente lett. sotto la coscienza viene talvolta usato in psicologia per descrivere qualunque contenuto della mente esistente o operante al
  • dell Università della Sorbona in psicologia dal 1919 al 1936 e del Collegio di Francia dal 1937 al 1950 in psicologia ed educazione dell infanzia. Il suo
  • contratto, Psicologia del Linguaggio presso la facoltà di medicina dell Università di Ferrara. Attualmente è professore a contratto di Psicologia della Politica

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...