Indietro

ⓘ Marcel Pauker




Marcel Pauker
                                     

ⓘ Marcel Pauker

Marcel Pauker è stato un politico rumeno.

Nato da una famiglia ebrea benestante di Bucarest e marito della leader comunista Ana Pauker.

                                     

1. Biografia

Nato in una famiglia ebraica di tradizione secolare, Marcel Pauker era un noto poliglotta, e parlava correttamente anche lEsperanto. Studiò per breve tempo ingegneria a Zurigo, prima di arruolarsi come cadetto in un reggimento di artiglieria dove divenne sottotenente nel 1916 durante la prima guerra mondiale. Tra il 1919 e il 1921, visse nuovamente in Svizzera, dove si laureò in ingegneria.

                                     

1.1. Biografia Militanza comunista

Nel dicembre 1921, Pauker divenne membro della Commissione Provvisoria del Partito Comunista della Romania; nel 1922, entrò a far parte della Commissione Centrale e del Politburo, venendo inviato come delegato alla conferenza di Sofia giugno 1922 e a Berlino 1923. Le sue attività di rivoluzionario lo portarono allattenzione delle autorità rumene: Pauker venne arrestato e condannato prima a dieci anni di reclusione, e poi ai lavori forzati a vita. Tuttavia, nel 1925 egli riuscì ad evadere e fuggì in Unione Sovietica. Nel 1929 tornò in Romania, e venne immediatamente scortato in prigione, solo per poi essere liberato subito dopo a causa di unamnistia. Poco tempo dopo fu nuovamente arrestato con laccusa di attività anti-governative nellagosto 1929.

                                     

1.2. Biografia Ultimi anni e morte

Marcel Pauker restò coinvolto in una lotta politica con Vitali Holostenco, come riflesso della lotta per il potere tra la sezione di Bucarest e quella ucraina del Partito Comunista svoltasi allinterno dellUnione Sovietica allepoca del 4º Congresso di Charkiv. Tornato in Unione Sovietica, Pauker venne rimproverato dal Comintern. Perdonato grazie alle sue attività politiche passate, venne inviato come assistente ingegnere in unarea industriale a Magnitogorsk Siberia occidentale, impiego che svolse tra il 1930 e il 1932. Allo stesso tempo, Iosif Stalin, la cui priorità allepoca era quella di provare lunità del Partito rispetto alle varie fazioni, rimosse Holostenco dai suoi incarichi.

Nel 1935 Pauker divenne membro del Segretariato del Partito Comunista rumeno. Trascorse qualche tempo a Praga fino al 1937, quando fece ritorno in Unione Sovietica. Cadde vittima delle Grandi Purghe: arrestato dalla NKVD il 21 marzo 1937, venne imprigionato nella famigerata prigione di Taganka. Marcel Pauker fu dapprima interrogato per più di un anno, e poi mandato a processo con laccusa di spionaggio in favore della Romania. I resoconti del processo indicano che alla fine Pauker ammise le proprie colpe la maggior parte confessioni estorte con la tortura. Condannato a morte, fu giustiziato mediante fucilazione.

Marcel Pauker è stato ufficialmente riabilitato dalle autorità sovietiche nel 1957 durante il periodo della destalinizzazione.