Indietro

ⓘ Glossario della danza classica




                                     

ⓘ Glossario della danza classica

Con il termine en avant si indicano i passi che vengono eseguiti in avanti. Traduzione letterale: in avanti. Esempi: battement tendu, battement jeté, battement frappé, attitude, pas de basque, pas glissade e battement développé

                                     

1. B

Bandeaux À

Acconciatura raccolta sulla nuca che copre le orecchie della danzatrice, introdotta da Maria Taglioni nella Sylphide.

Battement fondu

Movimento in cui la gamba dappoggio esegue un Plié mentre laltra gamba esegue unestensione dal cou de pied e si solleva da terra.

Bras bas

Posizione delle braccia tenute curvate e basse davanti al corpo, allaltezza delle cosce con le mani separate da un piccolo spazio.

                                     

1.1. B Ballonné

Movimento in cui si esegue un semi-plié con una sola gamba, tenendo laltra in cou de pied, poi si estende questa in avanti o indietro, o di lato, eventualmente eseguendo un salto, e la si riporta richiudendola di nuovo in cou de pied per esempio nel pas de deux dei contadini in Giselle.

                                     

1.2. B Bandeaux À

Acconciatura raccolta sulla nuca che copre le orecchie della danzatrice, introdotta da Maria Taglioni nella Sylphide.

                                     

1.3. B Battement Tendu

Partendo dalla prima o dalla quinta posizione e mantenendo entrambe le gambe tese, una gamba si distanzia dallaltra sulla quale resta tutto il peso del corpo con la punta del piede tesa, alla massima distanza consentita, senza variare il peso del corpo, per poi richiudersi in posizione di partenza, mantenendo il contatto del piede al suolo per lintera durata del movimento. Si può eseguire in avanti, di lato, à la seconde e dietro. Il termine battement si riferisce allintero movimento di andata e di ritorno della gamba. Quando ci si limita al movimento di andata, lasciando la gamba in apertura, il movimento si chiama dégagé.

                                     

1.4. B Battement dégagé

Simile al battement tendu ma eseguito a velocità doppia: il piede si solleva da terra con la punta tesa, poi tocca di nuovo terra come in un b. tendu, poi torna in prima o quinta posizione. A seconda delle scuole si parla di battement dégagé metodo Cecchetti, battement jeté metodo Vaganova, o battement glissé scuola francese.

                                     

1.5. B Battement fondu

Movimento in cui la gamba dappoggio esegue un Plié mentre laltra gamba esegue unestensione dal cou de pied e si solleva da terra.

                                     

1.6. B Battement Frappé

Partendo da un cou de pied la gamba viene estesa rapidamente in avanti, di lato o indietro mentre il piede tende a sfiorare il pavimento con la punta. Il piede e il ginocchio della gamba che si muove rimangono alla stessa altezza.

                                     

1.7. B Batterie

Salti in cui, nel punto più alto di elevazione da terra, le gambe effettuano uno o più cambi, e perciò "battono". I cambi possono essere in teoria da uno a cinque, ma la terminologia tradizionale conta i passaggi dei piedi totali, che possono giungere allo stato della tecnica e delle possibilità umane sino a dodici. Il mitico entrechat dix può essere eseguito solo da pochi virtuosi, come ad esempio era Nijinskij, ma di recente è stato attestato anche un entrechat douze. I salti con batterie senza spostamento nello spazio e con atterraggio su due piedi sono, in ordine crescente di numero di passaggi: entrechat royal, entrechat quatre, entrechat sis, entrechat huit, entrechat dis, entrechat douze. Questi salti assumeranno diversa numerazione in caso di atterraggio su di un solo piede il numero aumenta di uno: entrechat trois, entrechat cinq ecc. Potenzialmente ogni tipo di salto può essere eseguito battu cioè con una batteria, e spesso prende in questo caso un appellativo diverso. Ad esempio si parla di assemblé battu, ma la glissade battue in avanti, viene chiamata brisé.

PAS DE BASQUE

È composto da un demi ronde e glissade, spesso concluso da uno chassè en avant, o en arrière. Si parte dalla quinta croise, si effettua un demi ronde spostando laplomb en face, dove si esegue un glissade che termina nel croise opposto a quello di partenza, in caso di finale in chasse lo si esegue nella direzione del croise di arrivo.



                                     

1.8. B Bras bas

Posizione delle braccia tenute curvate e basse davanti al corpo, allaltezza delle cosce con le mani separate da un piccolo spazio.

                                     

1.9. B Brisé

Salto facente parte delle "batterie", si esegue partendo da una quinta posizione croisée e facendo "strisciare" la gamba dietro verso avanti tesa passando per un demi plié in prima posizione, poi saltando le due gambe vanno battute per tornare nella posizione iniziale, ma poco più spostata.

                                     

2. C

Cabriole

Salto che parte da un solo piede, poi la gamba rimasta indietro raggiunge quella che si è innalzata per prima, la tocca e il suolo viene raggiunto su entrambi i piedi.

Chassé

Chiamato anche "pas chassé", passo scivolato in cui uno dei due piedi caccia via laltro prendendone il posto. Può essere eseguito in avanti, in dietro e di lato.

Croisé

Posizione in diagonale rispetto al pubblico con una gamba incrociata di fronte allaltra.

                                     

2.1. C Cabriole

Salto che parte da un solo piede, poi la gamba rimasta indietro raggiunge quella che si è innalzata per prima, la tocca e il suolo viene raggiunto su entrambi i piedi.

                                     

2.2. C Chaînés

Per chaînés si intende un passo di danza classica. Gli chaînés vengono eseguiti girando con i piedi in prima, in quinta o in seconda posizione e spostando il peso del corpo da un piede allaltro. Generalmente anche le braccia vengono messe nella prima posizione, ma in alcune coreografie possono essere anche alla seconda, o le mani possono essere posate sui fianchi. Molte volte, quando si fanno più di 3 chaînés si inizia a girare con le braccia in seconda che gradualmente si posizionano in prima posizione.

Gli chaînés possono essere ammirati in molti balletti, per esempio nellouverture dello Schiaccianoci con Gelsey Kirkland e Michail Baryšnikov.

                                     

2.3. C Changement de pieds

Lo changement de pieds è un passo saltato che si effettua dalla quinta posizione. Secondo laltezza del salto medesimo si deve distinguere tra petit changement de pieds piccolo cambiamento dei piedi e grand changement de pieds grande cambiamento dei piedi. Come per tutti i salti, si inizia con un demi-plié e durante il salto si scambiano i piedi: se si è iniziato con il piede destro davanti e il sinistro dietro, si scenderà con il sinistro davanti e il destro dietro. Nella discesa si esegue di nuovo un demi-plié.

La differenza sostanziale nellesecuzione tra il petit e il grand changement consiste nel momento dello scambio: nel piccolo i piedi vengono scambiati in aria, mentre nel grande si scambiano poco prima di toccare terra. Inoltre il salto piccolo è eseguito in velocità e fa parte del cosiddetto piccolo allegro - o legazione di piccoli salti - mentre il grande si esegue con un tempo più sostenuto e fa parte del grande allegro, o legazione di grandi salti.



                                     

2.4. C Chassé

Chiamato anche "pas chassé", passo scivolato in cui uno dei due piedi caccia via laltro prendendone il posto. Può essere eseguito in avanti, in dietro e di lato.

                                     

2.5. C Corps de ballet

Nel balletto, il corps de ballet FR corpo di ballo) è il gruppo formato da danzatori e danzatrici che non ricoprono il ruolo dei solisti ed equivale al coro dellopera lirica. Svolge le parti di insieme di un balletto e spesso accompagna come sfondo le evoluzioni dei solisti e dei primi ballerini. I danzatori del corps de ballet devono eseguire i passi allunisono, con movimenti e pose perfettamente sincronizzati.

                                     

2.6. C Cou de pied

Lespressione cou de pied vuol significare "collo del piede". Esistono tre tipi di cou de pied: quello in avanti che si dice "cou de pied vers lavant avanti, quello indietro detto "cou de pied derrière" dietro e infine quello abbracciato "cou de pied adopté" abbracciato. Tutti i cou de pied si possono svolgere sulla mezza, sulla punta o a terra. Quando è in avanti, la gamba di terra deve essere perfettamente stesa, invece la punta dellaltra gamba deve essere appoggiata allaltezza del polpaccio con il tallone che spinge avanti, mentre in quello indietro il tallone deve sempre essere appoggiato allaltezza del polpaccio ma il mignolo deve guardare verso lalto, infine in quello adopté il piede deve avvolgere completamente tutta la caviglia con la punta stesa. Ogni volta che si eseguono il ginocchio deve essere perfettamente rotato. I cou de pied vers lavant e derrière si usano molto spesso nei fondu, mentre quello adopté si usa molto nei frappé.



                                     

2.7. C Coupé

Il pas coupé è un movimento di preparazione ad un altro passo: un piede taglia via in francese "coupe" laltro. Si esegue sollevandosi in punta o mezza punta, poi spostando il peso del corpo su una solo piede, mentre laltro viene sollevato con un rapido movimento al livello del collo del piede in appoggio davanti o dietro.

                                     

2.8. C Croisé

Posizione in diagonale rispetto al pubblico con una gamba incrociata di fronte allaltra.

                                     

3. D

Déboulé

Vedi chaînés. Il déboulé consiste in chaînés veloci eseguiti in sequenza, tenendo lo sguardo su un punto fisso e spostandosi in linea diritta o su un cerchio manège.

Dégagé

Posizione in cui una gamba è stesa e lontana dalla gamba che porta il peso. Questa posizione è il corrispettivo statico del movimento detto battement dégagé. Può essere "devant", "derrière", "de côté".

Développé

Letteralmente vuol dire sviluppato, e indica il movimento della gamba che si solleva attraverso il cou de pied o il retiré, per raggiungere una posizione aperta, che può essere a terra, a 45* o 90*.

                                     

4. E

En face

Con sguardo e parte frontale del corpo rivolti verso il pubblico.

Entrée

Si riferisce alla sezione introduttiva di un grand pas o alla prima entrata di uno dei danzatori principali sul palcoscenico.

                                     

4.1. E Echappé

Consiste in un rapido movimento con cui si passa dalla quinta alla seconda o alla quarta posizione. Può essere eseguito facendo scivolare i piedi sullavampiede o saltando. Letteralmente significa fuga, scappata.

                                     

4.2. E En dedans

Termine del balletto usato in riferimento alla direzione dei movimenti rotatori, sia del corpo o parti di esso, sia del danzatore nello spazio. Il significato della parola è in dentro. Ad esempio, si ha un movimento en dedans quando la gamba libera dal peso del corpo descrive un semicerchio con la punta sul pavimento o nellaria iniziandolo dietro e finendolo davanti.

                                     

4.3. E En dehors

Il termine riguarda sempre i movimenti rotatori, sia del corpo o parti di esso, sia del danzatore nello spazio e si riferisce ai movimenti nella direzione opposta all en dedans. Il significato della parola è in fuori. Ad esempio, si ha un movimento en dehors quando la gamba libera dal peso del corpo descrive un semicerchio con la punta sul pavimento o nellaria iniziandolo davanti e finendolo dietro.

                                     

4.4. E Épaulement

Letteralmente "movimento delle spalle", il termine indica un atteggiamento del corpo del danzatore nello spazio, con il busto posizionato non più frontalmente ma in linea diagonale, per consentire una visuale più ampia dei movimenti del ballerino.

                                     

4.5. E Entrechat

Vedi Batterie. Letteralmente significa intrecciato e si riferisce al rapido movimento delle gambe che di scambiano più volte e velocemente durante il salto in quinta posizione, passando per la prima posizione dei piedi.

                                     

4.6. E Entrée

Si riferisce alla sezione introduttiva di un grand pas o alla prima entrata di uno dei danzatori principali sul palcoscenico.

                                     

5. F

Failli

Passo di transizione che segue o precede un salto o una posizione. Spesso è labbreviazione di sissonne-failli che indica una sissonne seguita da uno scivolamento in avanti del piede finito in posizione retrostante chassé passé. Spesso segue un assemblé sissonne-failli-assemblé. Arabesque failli indica il passaggio della gamba in elevazione nellarabesque alla quarta posizione in avanti, come introduzione al passo seguente.

Tour fouettés

Passi che si eseguono in serie girando intorno allasse corporeo.

                                     

6.1. G Glissade

Le glissades "scivolate" sono passi di collegamento e di slancio, servono di norma come impulso per il passo seguente. Dalla quinta posizione, eseguire un demi-plié e contemporaneamente stendere una gamba in direzione avanti, di lato o indietro dégagé, trasferirvi il peso del corpo tramite una leggera elevazione verso lalto e subito stendere laltra gamba nella direzione opposta alla prima, infine chiudere la seconda gamba in quinta posizione. Il passo va eseguito - come dice il nome - in maniera "scivolata", cioè non saltando. Le glissades si eseguono frontalmente o nellépaulement vedi sopra croisé o effacé. Lépaulement cambia se la glissade nel momento della chiusura in quinta cambia il piede davanti, resta uguale se la glissade nel momento della chiusura non cambia il piede davanti.

                                     

6.2. G Grand Jeté

Salto molto alto per passare da un piede allaltro, simile ad una spaccata in aria. Le gambe si aprono assieme creando una sensazione del "volare".

                                     

6.3. G Grand Pas

Serie di numeri coreografici con funzione di presentazione e pièce de résistance dei danzatori principali o del corps de ballet. Di solito consiste in una entrée, un adagio e una coda conclusiva. Nel caso di grand pas del corps de ballet, dopo ladagio ci può essere una danza "ballabile". Se sono in scena danzatori individuali invece ladagio può essere seguito da variazioni virtuosistiche.

Si possono individuare vari tipi di grand pas:

  • Grand pas de deux: è il pezzo di bravura dei danzatori principali maschio e femmina.
  • Grand pas daction: porta avanti la trama del balletto.
  • Un grand pas eseguito da tre o quattro danzatori si chiama grand pas de trois o grand pas de quatre.
  • Grand pas classique: mette in primo piano la tecnica classica, escludendo pezzi di carattere.
                                     

7. J

Jarreté

Tipo di conformazione delle gambe del danzatore, a X. Opposto a arqué.

Jeté

Tipo di salto in cui la gamba viene "gettata" in francese: jeté in avanti, di lato, o dietro. Esistono una grande varietà di jeté: jeté ordinaire, pas jeté, grand jeté, tour jeté, grand jeté en tournant, jeté entrelacé e altri.

                                     

8. M

Manège

Percorso circolare compiuto del danzatore nelleseguire una serie di passi es. Coupé jeté en tournant, o deboulé, che prende il nome dagli esercizi equestri svolti girando in cerchio nei maneggi.

                                     

9.1. P Pas de bourrée

Rapida serie di tre piccoli passi, spesso eseguita come passo di preparazione, legamento o termine. Il Pas de bourrée piqué invece consiste in un passo veloce in cui il peso viene trasferito da un piede allaltro sulle punte o sulle mezze punte.

                                     

9.2. P Passé

Con questo termine si indicano i movimenti dellarto inferiore libero dal peso del corpo nel passaggio da una direzione allaltra da avanti a dietro e viceversa o da avanti alla seconda o da dietro alla seconda. Il passé può essere eseguito par terre, ovvero passando per la prima posizione, o tramite un movimento raccourci dellarto libero a 45° o a 90°. Tra i passi che prevedono questo movimento al loro interno cè lo Jeté passé, che si esegue in avanti, di lato o indietro e può essere petit o grand.

Descrizione dello Jeté passé in avanti a 90°:

Mettersi in V posizione croisé con la gamba sinistra avanti, le braccia in una seconda posizione leggermente più bassa della norma e la testa girata a sinistra. Eseguire un demi-plié. Saltare lanciando la gamba destra in effacé avanti a 90° e alzando le braccia in prima posizione; immediatamente dopo lanciare la gamba sinistra avanti a 90° tesa o con un passé développé a 90°. Scendere in demi-plié sulla gamba destra la sinistra resta alzata a 90°, con le braccia nella grande posa croisé.

Con questo termine si indica anche una posizione, in cui una delle due gambe si piega, scivolando con il piede lungo il polpaccio dellaltra fin sopra il ginocchio, posizionandosi stabilmente. È la posizione in cui si eseguono le piroette più semplici.

                                     

9.3. P Piqué

Si tratta di un passo che inizia con una gamba in dégagé avanti, di lato o dietro e continua con lo spostamento del corpo sulla medesima in punta o mezza punta. Quando allo spostamento del peso segue un giro sullasse corporeo, si ha il tour piqué.

                                     

9.4. P Pirouette

Il termine pirouette designa un particolare tipo di passo nel quale il ballerino gira sul proprio asse sostenendosi su di una sola gamba. La pirouette si può eseguire sulla demi-pointe o sulla pointe e può partire dalla seconda, dalla quarta o dalla quinta posizione. Esempio: partendo dalla quinta posizione, bras "en bas", si esegue un plié; subito dopo si assume la posizione di retirè en avant di 360° elevandosi sulla mezza punta o sulla punta dellaltro piede. Si termina nella posizione iniziale con un nuovo plié oppure nella quarta posizione con la gamba davanti in plié e quella dietro tendue. Soutenu pirouette: è un giro sul posto eseguito su entrambe le gambe. Partendo dalla quinta posizione si esegue un demi-pliè e contemporaneamente un dégagé di una gamba in seconda o in quarta posizione; poi la gamba libera dal peso del corpo si unisce a quella cosiddetta "di terra" che sostiene il peso in quinta posizione sulle mezze punte o sulle punte e contemporaneamente si gira. Si termina con un nuovo demi-pliè su entrambe le gambe in quinta posizione.

                                     

9.5. P Plié

Significa "piegato". Partendo da una delle cinque posizioni, si piegano lentamente le gambe mantenendo i piedi "aperti" a 180° anche meno senza mai staccare i talloni da terra. Nella flessione delle gambe sono interessate le articolazioni coxo-femorali, delle ginocchia e delle caviglie che non devono essere contratte; le cosce ruotano verso lesterno mentre le ginocchia flettono sullasse dei piedi. In pratica il plié è guidato dalle anche, cioè dalla rotazione dei femori allinterno del bacino en dehors, cosa fondamentale per eseguire un plié corretto. Il plié viene anche chiamato demi-plié. Si parla invece di grand-plié quando si ha un piegamento completo delle ginocchia: in questo caso i talloni si alzano da terra tranne nella seconda posizione. È uno dei movimenti più importanti della danza.

                                     

9.6. P Port de bras

Passaggio fluido delle braccia per le posizioni basilari. Ne esistono diversi tipi. La scuola Vaganova ne conta sei, ad esempio:

Primo Port de bras Dallépaulement le braccia passano in prima per poi alzarle in terza, aprirle e farle scendere in seconda per tornare alla posizione iniziale.

Secondo Port de bras Si parte con un braccio in terza posizione e laltro in seconda, si fa scendere il braccio dalla terza alla seconda, mentre il braccio che era in seconda sale in terza. Infine entrambe le braccia si congiungono in prima, per poi tornare alla posizione di partenza.

Terzo Port de bras Dalla seconda posizione le braccia fanno allongée e mentre si flette il busto in avanti vengono portate in prima; una volta raddrizzato il busto le braccia dalla prima passano alla terza posizione e si flette il busto indietro; infine si aprono le braccia in seconda tornando nella posizione iniziale.

                                     

9.7. P Posizioni dei piedi

Le posizioni dei piedi sono comuni a tutte le scuole di balletto. Si dividono in posizioni chiuse la prima, la terza e la quinta ed in posizioni aperte la seconda e la quarta.

La prima posizione si ottiene ruotando i due piedi a 180°, mantenendo i talloni ben uniti e i mignoli ben saldati a terra per mettere il peso del corpo su tutta la pianta del piede uniformemente e non sul collo del piede. La rotazione dei piedi deve partire dalle anche, in modo da non sottoporre le ginocchia le caviglie a stress. Bisogna fare attenzione a non far "rollare" i piedi in avanti e verso il basso: larco interno dei piedi deve essere sempre visibile.

La seconda posizione è simile alla prima, con la differenza che i talloni sono distanti fra di loro; la distanza tra i due piedi non deve superare la misura di un piede e mezzo.

La terza posizione è considerata preparatoria allo studio della quinta, perciò è usata raramente. I piedi sono ruotati a 180°, e il tallone del piede che sta avanti è posizionato in corrispondenza dellarco plantare del piede che sta dietro. Si ottiene facilmente partendo dalla prima posizione e facendo scivolare un piede di fronte allaltro, mantenendoli in stretto contatto.

La quarta posizione si ottiene dalla quinta, facendo scivolare un piede in avanti e centrando il peso fra i due piedi; la distanza fra i piedi è di circa un mezzo piede.

La quinta posizione si ottiene quando i due piedi sono ruotati a 180° ed il tallone del piede che sta davanti è in esatta corrispondenza dellalluce dellaltro piede. è importante che ci sia un buco tra una caviglia e laltra. È la posizione più difficile da ottenere poiché richiede una buona rotazione.

La sesta posizione è stata introdotta nel Novecento e viene usata soprattutto nei balletti cosiddetti anche se impropriamente "neo-classici". Si ottiene tenendo i piedi paralleli leggermente distaccati fra loro.

Vi sono diverse varianti delle posizioni, che dipendono dalle concezioni delle varie scuole. Ad esempio, inizialmente nel syllabus Cecchetti la quinta posizione è descritta in modo da avere una sovrapposizione parziale dei piedi, cioè il tallone si trova in corrispondenza dellinterno dellarco plantare anziché in corrispondenza dellalluce.

                                     

9.8. P Punte e Mezze Punte

Le scarpette da punta dette anche pointes sono scarpette rinforzate che permettono alla danzatrice più raramente al danseur di danzare en pointe cioè appoggiando il peso di tutto il corpo sulle dita dei piedi.

Le mezzepunte demi-pointes sono scarpette di tela usate comunemente per lo studio e per lesecuzione di coreografie che non prevedono luso delle punte.

                                     

10. R

Relevé

Con il piede sollevato in punta o in mezza punta, in opposizione a par terre.

Renversé

Il piegarsi allindietro del corpo durante un giro tour.

Révérence

Inchino che si esegue a fine lezione in segno di ringraziamento. Diverso per uomini e donne.

Rond de jambe

Movimento circolare di una gamba libera dal peso del corpo concentrato tutto sullaltra non in movimento.viene eseguito nella prima posizione ed è importante che sia solamente la gamba a muoversi senza il resto del corpo dal torace in su e per facilitare cioè bisogna tirarsi su con il collo. il Rond de jambe può essere eseguito "par terre" e "en lair" nelle direzioni "en dehors" o "en dedans".

Royal

Si chiama così lentrechat-deux, forse in riferimento a Luigi XIV che non riusciva a eseguire lentrechat-quatre vedi Batterie.

                                     

11. S

Sissonne

Nella forma base sissonne simple è un tipo di salto che parte con lo slancio di tutti e due i piedi e termina su uno solo con unazione opposta a quella dellassemblé. Ne esistono molte varianti, in cui il secondo piede si poggia anchesso a terra, ma sempre con un ritardo rispetto al primo: ad esempio la sissonne fermée, la sissonne tombée e la sissonne fondue. Esistono sissonne piccole, a scarsa elevazione come la s. fermée e la s. ouverte a 45° e quelle grandi, ad alta elevazione come la s. renversée e la s. ouverte a 90°.

Soubresaut

Salto verticale che parte su due piedi, con ginocchia tese e punte tirate, il piede posteriore nascosto da quello anteriore, e arriva su entrambi i piedi nella stessa posizione. Se le gambe battono fra loro nella fase aerea si ha un tipo di cabriole.

                                     

12. T

Taqueté

Passo caratterizzato dallazione di battere leggermente e velocemente il suolo con i piedi in punta, quasi senza appoggio, come il pizzicato in Sylvia.

Terre

Vedi à terre. Sono à terre tutti i movimenti in cui i piedi non si staccano mai del tutto dal suolo opposto: passi d élévation.

Tour en lair

Si parte in quinta posizione; dopo un plié di slancio si esegue un salto verticale, e nella fase in aria si compie un giro di 360° atterrando in di nuovo in quinta.