Indietro

ⓘ Marco Aurelio nell'eredità storica culturale




Marco Aurelio nelleredità storica culturale
                                     

ⓘ Marco Aurelio nelleredità storica culturale

Limperatore romano Marco Aurelio, filosofo stoico e uomo di governo, è ricordato anche in alcune opere della cultura di massa. Noto già in vita come l"imperatore-filosofo", Marco è tuttora reputato un grande governante e un personaggio di fondamentale importanza per la storia dEuropa, e la sua statua campeggia ancora in piazza del Campidoglio, davanti alla sede del comune di Roma; la stessa immagine è riprodotta sulle monete da 50 centesimi di Euro per lItalia, sul diritto. Il premio principale del Festival internazionale del film di Roma raffigura la statua equestre dellimperatore filosofo, ed è chiamato "MarcAurelio".

                                     

1. Letteratura

  • Marguerite Yourcenar, Memorie di Adriano
  • Massimo Pietroselli, Laquila di sabbia e di ghiaccio
  • Gisbert Haefs, Roma: la prima morte di Marco Aurelio
  • Judith Tarr, Harry Turtledove, Household Gods
  • Giulio Castelli, Il diario segreto di Marco Aurelio
                                     

2. Cinema

  • Il gladiatore, 2000, regia di Ridley Scott; il ruolo dellimperatore fu ricoperto da Richard Harris
  • La caduta dellImpero romano 1964, regia di Anthony Mann; il ruolo dellimperatore fu ricoperto da Alec Guinness

In entrambe le pellicole Marco Aurelio viene assassinato da Commodo, perché vuole come successore un generale valoroso, anziché il proprio figlio naturale in realtà si tratta di licenze artistiche e inesattezze storiche a tutti gli effetti: Marco morì di malattia, e scelse proprio Commodo come suo successore. Anche la figura del protagonista del film di Scott, Massimo Decimo Meridio, è completamente inventata.

Marco Aurelio viene anche citato dal personaggio di Hannibal Lecter nel film Il silenzio degli innocenti 1991.