Indietro

ⓘ Max Landa




Max Landa
                                     

ⓘ Max Landa

Nacque da famiglia ebraica nel 1873 a Minsk, nellodierna Bielorussia che, allepoca, faceva parte dellimpero russo. Debuttò a teatro nel 1899, lavorando per varie compagnie di giro, prima a Hannover, poi al Deutsches Theater di Berlino, quindi a Breslavia, come primo attore e direttore del teatro estivo. Recitò ancora a Berlino, in diversi teatri, tra cui il Lessing-Theater, per approdare poi al cinema.

Iniziò la sua carriera cinematografica nel 1911. Nel 1913, ebbe il ruolo di protagonista maschile in Die Suffragette, dove era il partner della famosa attrice danese Asta Nielsen, la sua "scopritrice". Il regista Urban Gad - che era sposato con la Nielsen - diresse Landa in altri sei film interpretati dalla moglie. In seguito, notato dal produttore Joe May, Landa venne messo sotto contratto per una serie di detective story, nel ruolo dellinvestigatore Joe-Deebs, protagonista della serie.

Un altro importante regista con il quale lavorò Landa, fu Ewald André Dupont. Insieme, girarono una dozzina di pellicole tra il 1918 e il 1919. Lattore tornò a lavorare al fianco di Asta Nielsen ancora nel 1921, in un ruolo di supporto nel film Die Geliebte Roswolskys. Nello stesso anno, aveva interpretato il ruolo del principe Rodolfo in Kaiserin Elisabeth von Österreich, una biografia sullimperatrice austriaca.

Dal 1921 fino allavvento del sonoro, lattore lavorò anche come produttore indipendente. Nel 1928, girò il suo ultimo film.

Alla salita al potere del nazionalsocialismo, Landa e la moglie, lattrice Margot Walter, andarono via dalla Germania. In esilio, senza lavoro, lattore si tolse la vita il 9 novembre 1933 a Bled.