Indietro

ⓘ Crateri di Kaali




Crateri di Kaali
                                     

ⓘ Crateri di Kaali

I crateri di Kaali sono un gruppo di 9 crateri creati dalla caduta di un meteorite nelle vicinanze del villaggio di Kaali nellisola estone di Saaremaa. Si sarebbero formati più 4 000 anni addietro, ma potrebbero avere fino a 7 600 anni, comunque crateri piuttosto recenti. Sono stati creati da un impatto di un oggetto di provenienza celeste, ed è forse lunica manifestazione nota di un forte impatto che si sia verificato in una zona popolata.

Prima degli anni 1930 cerano diverse ipotesi circa lorigine dei crateri, tra cui teorie che coinvolgevano fenomeni di vulcanismo e processi carsici. Le sue origini da impatto meteorico sono state definitivamente dimostrate da Ivan Reinvald nel 1928, 1933 e 1937.

                                     

1. Formazione

Limpatto si suppone sia avvenuto nellOlocene, più di 4 000 anni addietro. Lanalisi delle sferule di silicati nelle paludi estoni mostrano che leventuale età dei crateri da impatto potrebbe essere di circa 7 600 anni. Altri studi mostrano epoche più recenti, addirittura il VII secolo a.C. I crateri furono creati da una meteora con una velocità dimpatto stimato tra 10 e 20 km/s con una massa complessiva compresa tra 20 e 80 tonnellate metriche. Il meteorite è arrivato da nord-est.

Ad unaltitudine di 5–10 km, il meteorite si ruppe in pezzi e cadde a terra in frammenti, il più grande dei quali creò un cratere del diametro di 110 m ed una profondità di 22 m. Lesplosione rimosse circa 81 000 metri cubi di dolomite e altre rocce e formò un flusso di gas estremamente caldi che raggiunsero i 7–8 km di altezza.

Il lago Kaali in lingua estone Kaali järv è contenuto in uno di questi crateri. Altri otto crateri più piccoli sono il risultato di questo bombardamento. I loro diametri variano da 12 a 40 metri le rispettive profondità variano da uno a quattro metri. Sono tutti nel raggio di un chilometro dal cratere principale.

                                     

2. Effetti

Secondo la teoria di impatto più recente, lEstonia al momento dellimpatto era nelletà del bronzo scandinava e il sito era una foresta con una piccola popolazione umana. Lenergia dimpatto di circa 80 TJ 20 kilotoni di TNT fu paragonabile a quello della bomba di Hiroshima e incenerì le foreste entro un raggio di 6 km.

                                     

3. Mitologia

Gli studiosi sostengono che levento figurava in primo piano in ambito regionale nella mitologia. Il lago, era ed è tuttora considerato sacro. Ci sono prove archeologiche che potrebbe anche essere stato un luogo dove venivano eseguiti riti sacrificali. Ad un certo punto durante la prima età del ferro, il lago era circondato da un muro di pietra lungo 470 metri, con una larghezza media di circa 2.5 metri ed unaltezza media di 2.0 metri.

La mitologia finlandese riporta delle storie che potrebbero provenire dalla formazione del lago Kaali. Una di esse è nelle rune 47, 48 e 49 dellepica Kalevala: Louhi, il malvagio mago, ruba il sole e il fuoco causando buio totale. Ukko, il dio del cielo, ordina un nuovo Sole che scaturisca da una scintilla. La vergine dellaria inizia a fare un nuovo sole, ma la scintilla cade dal cielo e colpisce il suolo. Questa scintilla colpisce un lago "Aluen" o "Kalevan" provocando la risalita dellacqua. Eroi finlandesi vedono la palla di fuoco cadere "dietro il fiume Neva" la direzione dellEstonia rispetto alla Carelia. Gli eroi si dirigono in quella direzione per cercare il fuoco, e finalmente raccolgono le fiamme da un incendio boschivo.

Secondo una prima teoria proposta da Lennart Meri, è possibile che Saaremaa sia stata la leggendaria isola Thule, in primo luogo menzionata dallantico geografo greco Pitea, mentre il nome di "Thule" avrebbe potuto essere collegato al termine finnico tule "di fuoco") e al folklore dellEstonia, che raffigura la nascita del lago del cratere di Kaali. Kaali era considerato il luogo in cui "il sole andava a riposare."

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...