Indietro

ⓘ Saggio sul dono




                                     

ⓘ Saggio sul dono

Saggio sul dono. Forma e motivo dello scambio nelle società arcaiche, è un saggio dellantropologo Marcel Mauss, considerato un classico delleconomia del dono.

Uscito per la prima volta in Francia nel 1923-1924, su LAnnée sociologique, il saggio è pubblicato in Italia da Einaudi editore ISBN 88-06-16226-8 e ISBN 978-88-06-16226-9, nella traduzione di Franco Zannino, con introduzione di Marco Aime. Più tardi 2011 è uscito anche come allegato al "Corriere della Sera", con prefazione di Giancarlo Provasi.

                                     

1. Teoria del dono

Molto conosciuta e importante per la storia dellantropologia, la teoria del dono, come espressa da Marcel Mauss nel suo saggio, nasce dalla comparazione di varie ricerche etnografiche, tra le quali lo studio del rituale potlach di Franz Boas e del kula di Bronisław Malinowski.

Lo scambio dei beni, anche se di valore intrinseco non fondamentale, è uno dei modi più comuni e universali per creare relazioni umane.

Il dono, addirittura, diventa, secondo Mauss, un fatto sociale totale, vale a dire un aspetto specifico di una cultura che è in relazione con tutti gli altri e pertanto, attraverso la sua analisi è possibile leggere per estensione le diverse componenti della società.

Lautore suppone che il meccanismo del dono si articoli in tre momenti fondamentali basati sul principio della reciprocità:

  • ricambiare.
  • ricevere - loggetto deve essere accettato;
  • dare;

Il dono implica una forte dose di libertà.

È vero che cè lobbligo di restituire, ma modi e tempi non sono rigidi e in ogni caso si tratta di un obbligo morale, non perseguibile per legge, né sanzionabile.

Il valore del dono sta nellassenza di garanzie per il donatore. Unassenza che presuppone una grande fiducia negli altri.

Nel formulare questa interessante teoria, Mauss potrebbe essere stato influenzato dalla teoria dell HAU che è lo spirito della cosa donata, secondo i Maori della Nuova Zelanda. Per Lévi-Strauss lassunzione di una teoria indigena come spiegazione del fenomeno è sia un progresso che un limite, in quanto lo HAU non è la ragione ultima degli scambi, che secondo lui nascono invece da principi inconsci.

                                     
  • quali Magor fece dono della Magica Leggerezza, ossia il potere di divenire tutt uno con l aria stessa. A quel punto il Vecchio Saggio inviò il Popolo della
  • rapporto propriamente filosofico con il linguaggio e con il mondo. Nel saggio Heidegger analizza quindi il linguaggio poetico, specificatamente quello
  • semplice, pio, saggio e accorto. Sul letto di morte lasciò un indennità al suo clero, l equivalente di un anno di paga per ciascuno, come dono per la partecipazione
  • personaggio ideato da Akira Kurosawa ne I sette Samurai. Shimada Kambei è il più saggio dei sette samurai e il primo di essi ad essere arruolato dalla sacerdotessa
  • la venedettero nel 1947 alla fondazione di Samuel H. Kress, che ne fece dono poi al museo statunitense nel 1952. Ritratta a mezza figura, col busto di
  • Scrissi d arte, L orma editore, Roma, ISBN 978 - 88 - 980 - 3867 - 1 2018 - Il dono di saper vivere, Einaudi, Torino RACCOLTA PREMIO NAZIONALE DI NARRATIVA
  • Reale, Firenze 1872. Saggio di un nuovo commento della Commedia di Dante Allighieri, F.lli Pagano, Genova 1846. Secondo saggio di un nuovo comento della
  • euripideo per lunghissimo tempo. Il saggio introduttivo alla sua traduzione, saggio che è un condensato del più vasto saggio che non vide mai la luce nel corso

Anche gli utenti hanno cercato:

mauss dono pdf, tesina sul dono,

...
...
...