Indietro

ⓘ Convenzione di Chicago




Convenzione di Chicago
                                     

ⓘ Convenzione di Chicago

La Convenzione sullaviazione civile internazionale, nota anche come Convenzione di Chicago, è un trattato internazionale siglato nel 1944 nellomonima città statunitense, inizialmente da rappresentanti di cinquantadue Stati, con il quale sono stati fissati i principi alla base dellaviazione civile e del trasporto aereo mondiale.

                                     

1. Obiettivi

Nel preambolo della Convenzione, archiviata tra i documenti dellICAO come Doc 7300, viene chiarito lo scopo dellaccordo, ossia promuovere i rapporti di pace delle nazioni attraverso lo sviluppo dei trasporti aerei definendo alcuni principi comuni che avrebbero potuto scongiurare attriti e incomprensioni tra gli Stati. La Convenzione si prefiggeva quindi lobiettivo di fissare le norme generali rivolte allaviazione civile per sviluppare in modo sicuro, ordinato e paritario il trasporto aereo internazionale.

                                     

2. Storia

Il documento fu firmato il 7 dicembre 1944 a Chicago, negli Stati Uniti, da rappresentanti di 52 Stati. Il documento ricevette la 26ª ratifica necessaria per la sua formale applicazione il 5 marzo 1947 ed è entrata ufficialmente in vigore il 4 aprile del 1947, la stessa data della creazione dellICAO che nel mese di ottobre divenne unagenzia specializzata del Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite ECOSOC.

La Convenzione nel corso degli anni è stata oggetto di aggiornamenti che ne hanno modificato il contenuto otto volte: nel 1959, 1963, 1969, 1975, 1980, 1997, 2000 e infine nel 2006 con la pubblicazione della nona edizione.

                                     

3.1. Contenuti Principi generali

La Convenzione afferma il principio della sovranità nazionale assoluta ed esclusiva di ciascuno Stato contraente sullo spazio aereo sovrastante il proprio territorio. Le norme fissate si applicano automaticamente a tutta laviazione civile ad esclusione degli aeromobili di Stato. Il sorvolo dello spazio aereo di una nazione estera o latterraggio sul suo territorio da parte di aeromobili militari o di Stato è possibile solo previa autorizzazione da parte dello Stato sorvolato. Nello svolgimento di attività aeree militari, ciascuno Stato deve tenere in debita considerazione la sicurezza del traffico aereo impegnandosi, nel contempo, a non utilizzare laviazione civile per scopi contrari ai principi etici alla base della Convenzione.

                                     

3.2. Contenuti Le libertà dellaria

Obiettivo della Convenzione è di affermare la libertà del traffico aereo. Non potendo giungere immediatamente ad un accordo globale tra i paesi firmatari al riguardo, risultando impossibile definire criteri comuni a tutti i paesi, vennero stabiliti dei punti di contrattazione, detti "libertà dellaria", sui quali successivamente si raggiunsero specifici accordi bilaterali o multilaterali, fra due o più paesi firmatari.

Le principali, libertà dellaria riportate nel testo della Convenzione sono:

  • il diritto di traffico tra due paesi stranieri da parte di una compagnia aerea di un paese terzo, il cui trasporto non è collegato ai diritti di traffico di terza e quarta libertà.
  • il diritto di imbarcare passeggeri, posta e merci diretti verso lo Stato di cui laeromobile ha la nazionalità;
  • il diritto di sorvolo del territorio dello Stato contraente;
  • il diritto di imbarcare e sbarcare passeggeri, posta e merci provenienti dal territorio di ogni Stato contraente o ad esso destinati.
  • il diritto di trasporto di passeggeri e merci tra due punti in un paese straniero su una rotta, non correlato al paese di origine della compagnia aerea.
  • il diritto di sbarcare passeggeri, posta e merci provenienti dallo Stato di cui laeromobile ha la nazionalità;
  • il diritto di trasporto di passeggeri e merci tra due punti in un paese straniero su una rotta con origine e / o destinazione nel paese di origine della compagnia aerea.
  • il diritto di effettuare scali per scopi non commerciali sul territorio dello Stato contraente ;
  • il diritto di traffico della quinta libertà, tra due paesi stranieri attraverso il paese di origine della compagnia aerea.


                                     

4. Istituzione dellICAO

La convenzione ha istituito lOrganizzazione internazionale dellaviazione civile in lingua inglese "International Civil Aviation Organization", meglio nota con la sigla ICAO, agenzia specializzata delle Nazioni Unite incaricata di coordinare e regolamentare il trasporto aereo internazionale. LICAO emana regole e linee guida necessarie a standardizzare il trasporto aereo mondiale a vantaggio della sicurezza della navigazione aerea. Le prime norme sono state emanate attraverso una serie di documenti, acclusi alla Convenzione di Chicago e noti con il nome di Annessi ICAO.