Indietro

ⓘ Categoria:Maestri anonimi




                                               

Maestro del 1302

Il Maestro del 1302 è stato un pittore anonimo italiano attivo in Emilia nella prima metà del XIV secolo. Lanonimo pittore italiano, di cultura gotica ma aggiornato sulle novità assisiati, prende il nome dallaffresco votivo del vescovo Gerardo Bianchi, morto proprio nel 1302, raffigurante la Madonna col Bambino in trono tra un angelo e il Battista con il vescovo stesso come donatore, sito nel Battistero di Parma. Della stessa mano sono anche gli affreschi della terza e quattordicesima nicchia. Oltre che richiami assisiati nel maestro sono presenti influenze dalla produzione lombarda, in pa ...

                                               

Maestro del 1310

Lanonimo pittore italiano deriva il suo nome dalla tavola con la Madonna col Bambino tra angeli e il committente Filippo Paci, oggi conservata nel Musée du Petit Palais ad Avignone e datata proprio 1310, dove il suo stile mostra influssi prettamente gotici francesi. Precedenti, del 1307, sono gli affreschi con Storie della Passione nel coro della chiesa di San Giovanni Fuorcivitas a Pistoia, con figure dalla forte carica espressionistica. Agli ultimi anni di attività del pittore è da assegnare il polittico con la Madonna col Bambino e i santi Giovanni Battista, un apostolo, Maria Maddalena ...

                                               

Maestro del 1342

Il cosiddetto Maestro del 1342 è stato un pittore francese attivo nel Rossiglione alla metà del XIV secolo. Lanonimo artista francese derivò il suo nome da un retablo, con la Vergine, datato proprio 1342 e conservato nella chiesa di Serdinya. Di marcato gusto gotico, costruiva le sue figure con giochi lineari ripresi dalla coeva miniatura. Al Maestro viene anche attribuito un Crocifisso realizzato per lEremo della Trinità.

                                               

Maestro del 1419

Il Maestro del 1419 è stato un pittore anonimo italiano seguace di Lorenzo Monaco, attivo a Firenze e nei dintorni nella prima metà del XV secolo. Prende il nome dalla tavola centrale di un trittico smembrato con la Madonna col Bambino in trono commissionata da Antonio di Domenico Giugni per la chiesa di Santa Maria in Latera, oggi al Cleveland Museum of Art e datata proprio al 1419. Precedentemente, nel 1415 circa, dovette realizzare le due tavole laterali di un trittico smembrato con al centro una Madonna col Bambino, con i Santi Giacomo Maggiore e Mauro e i Santi Giovanni Battista e Ant ...

                                               

Maestro del 1499

Maestro del 1499, o Maestro di Bruges del 1499, è stato un pittore anonimo fiammingo attivo alla fine del XV secolo. Lanonimo pittore, probabilmente originario di Gand e non di Bruges, fedele copista dei modi di Hugo van der Goes, deriva il suo nome dal Dittico di Christian de Hondt, datato proprio 1499, e ora conservato ad Anversa. Del suo catalogo fanno inoltre la Madonna in trono con sante, conservata a Richmond, l Incoronazione della Vergine, ora a Buckingham Palace e il Dittico dellAnnunciazione di Berlino.

                                               

Maestro dellAdorazione di Vienna

Maestro dellAdorazione di Vienna è stato un pittore austriaco attivo tra il 1415 e il 1430 circa, verosimilmente a Vienna. Lanonimo artista di area germanica deve il suo nome a un Adorazione del Bambino, oggi conservata a Vienna. Allo stesso autore sono attribuite quattro tavole con scene della Passione, già nella collezione Durrieu, una Santa Margherita, ora a Vienna e l Adorazione dei Magi, ora a Budapest. Lanonimo pittore fu maestro di Hans von Tübingen e del Maestro della Presentazione.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...