Indietro

ⓘ Costituzioni egidiane




Costituzioni egidiane
                                     

ⓘ Costituzioni egidiane

Il Liber Constitutionum Sanctae Matris Ecclesiae è una raccolta di leggi sul governo dello Stato della Chiesa pubblicata per la prima volta nel 1357 e stampate a partire dal 1473.

                                     

1. Storia

La raccolta comprende sei libri ed è stata pubblicata per la prima volta nel 1357 dal cardinale Egidio Albornoz, legato e vicario generale dello Stato Pontificio, da cui prende il nome. I volumi furono redatti a Fano durante il parlamento della Provincia Romandiolæ 30 aprile, 2 e 3 maggio 1357.

Il cardinale Albornoz fu un abile politico e condottiero militare, che riconquistò la Tuscia, il Ducato di Spoleto, la marca di Ancona e la Romandiola. Albornoz raccolse le consuetudini di questi territori, mettendo per iscritto un corpo normativo che sarebbe stato poi applicato su tutto il territorio pontificio. Dopo la conquista di Forlì, ultima città ghibellina a piegarsi allautorità papale 4 luglio 1359, le Constitutiones furono integrate con gli statuti emanati nella città romagnola, noti sia come Statuti egidiani sia come Leggi di Forlì.

Nel 1478 papa Sisto IV bolla Etsi de cunctorum estese le Constitutiones a tutto lo Stato Pontificio; il provvedimento fu confermato da Paolo III nel 1538. Le Costituzioni egidiane rimasero in vigore, sopra ogni statuto cittadino, fino alla riforma del cardinal Ercole Consalvi del 1816.

La prima edizione a stampa delle Costituzioni venne pubblicata nel 1473 a Jesi da Federico del Conte di Verona; essa contiene molti errori rispetto allopera originale. Nel 1544 il cardinale Rodolfo Pio è intervenuto sul testo originale apportando diverse correzioni, note successivamente come Additiones Carpenses ; nel 1558, lavorando alla preparazione di queste correzioni, Benvenuto Stracca aveva dedicato a questopera il suo trattato De proxenetis.

                                     

2. Contenuto

Lopera è divisa in sei libri ed è ripartita in base alla suddivisione territoriale dello Stato Pontificio nelle tradizionali cinque province: Campagna e Marittima Ferentino, Patrimonio di S. Pietro in Tuscia Montefiascone, il Ducato di Spoleto, la Marca anconitana Macerata e Provincia Romandiolæ Faenza. Il corpo normativo elencava dapprima le disposizioni emanate dai pontefici precedenti, la maggior parte delle quali non aveva ancora trovato piena applicazione. Inoltre, chiariva i rapporti con i feudatari e regolamentava le questioni giurisdizionali, sia quelle interne sia quelle con gli altri Stati. Le province erano affidate a dei rettori, che erano a capo della giurisdizione civile e penale e a cui spettava lonore-onere della difesa militare del territorio. Potevano avere poteri anche in campo amministrativo e finanziario. Dovevano sottostare allautorità suprema del legato pontificio.

                                     
  • 1363, con l applicazione anche alla provincia di Marittima, delle Costituzioni egidiane l istituto comunale perse molta autonomia. Agli inizi del Quattrocento
  • decentramento provinciale, codificata nel 1357 nelle cosiddette Costituzioni egidiane Il modello organizzativo introdotto da Albornoz fu successivamente
  • Fermo. Il condottiero arrivò nel 1348 e fu cacciato nel 1353. Le Costituzioni egidiane promulgate a Fano nel 1357, furono redatte da Egidio Albornoz che
  • diretto o indiretto, dell autorità papale e furono emanate le Costituzioni egidiane che regolavano lo Stato della Chiesa. Tra il 1373 e l inizio del
  • 824 Battaglia di Forlì 1282 Crociata contro i Forlivesi 1355 Costituzioni egidiane 1357 Sommossa e sacco di Lugo 1796 Battaglia di Faenza 1797
  • Egidio di Albornoz avrebbe qui promulgato il 29 aprile 1357 le note costituzioni egidiane Sull arcata centrale del prospetto è posto il trittico dei protettori:
  • 1349 danneggia gravemente il centro abitato, mentre nel 1357 le Costituzioni egidiane obbligano la città a restituire la signoria su Trivigliano al papato
  • molto chiaro della situazione regionale nel XIV secolo grazie alle Costituzioni egidiane che servono ad identificare i confini della Marca, in pratica coincidenti

Anche gli utenti hanno cercato:

costituzioni egidiane treccani,

...
...
...