Indietro

ⓘ Bretonstone




                                     

ⓘ Bretonstone

Bretonstone® è una tecnologia brevettata nei primi anni 70 dalla Breton, unazienda di Treviso che opera nel settore della produzione di macchinari e di tecnologie per la lavorazione della pietra artificiale composita.

Oggi, molte aziende attive nel settore della produzione di aggregati e pietra composita utilizzano il sistema brevettato Bretonstone, conosciuto anche con il nome di vibrocompressione sottovuoto.

                                     

1. Storia

Nei primi anni 70, Marcello Toncelli, fondatore di Breton azienda, inizia a sviluppare il sistema Bretonstone, che permette di produrre superfici solide dalle proprietà simili al granito utilizzando piccoli aggregati di pietra e materiali compositi. Il risultato produttivo è quello di una lastra solida e compatta, che può essere facilmente lavorata, similmente alla pietra naturale.

Nello specifico, la tecnologia a vibrocompressione sottovuoto, utilizzata dal sistema Bretonstone, consiste nel mescolare laggregato di pietra naturale con un mix di polimeri di resina, sottraendo laria in eccesso e attivando il processo di solidificazione dello stampo applicando vibrazione e pressione alla miscela. Dopo la fase conclusiva di riscaldamento del composto, esso figura come una lastra di pietra composita non porosa. I miglioramenti tecnologici apportati al brevetto permettono oggi di ottenere un agglomerato della stessa durezza del granito, grazie allaggiunta di pietra silicea e quarzo alla miscela di partenza.

Gli agglomerati prodotti con il sistema Bretonstone hanno un aspetto molto simile a quello della pietra naturale e variano in base alla tipologia di frammenti di pietra e ai materiali utilizzati nel processo:

  • con pietre semi-preziose
  • con inserti di vetro colorato
  • con pezzi di specchio
  • granito
  • con limature di ottone
  • con frammenti di cristallo
  • monocolore
  • marmo con venature