Indietro

ⓘ Categoria:Stub - divinità




                                               

Achamán

Achamán è una divinità guanci degli abitanti dellisola Tenerife. È una divinità superiore. Nellisola di Gran Canaria prende il nome di Acoran. Il nome Teide deriva dalla parola Echeyde inferno, infatti i Guanci lantica popolazione dellisola ubicavano in questo monte laldilà. Secondo la loro credenza qui viveva Guayota, il demonio. Secondo la leggenda, Guayota rapì il dio Magec dio della luce e del sole, e lo portò con sé allinterno della montagna; i Guanci chiesero la clemenza di Achamán, il dio Supremo, che riuscì a sottrarre Magec a Guayota e coprire lentrata del vulcano.

                                               

Ani (divinità)

Ani è una divinità etrusca presente nella storia degli studi su questa disciplina, la cui esistenza era desunta da una errata lettura di uno dei quaranta nomi di divinità presenti sul fegato di Piacenza. Nel 1981 una nuova lettura da parte delletruscologo Adriano Maggiani ha permesso di riconoscere che tale divinità non era invece mai esistita nella mitologia etrusca. La sua posizione sul fegato di Piacenza corrispondeva a quella delle grandi divinità celesti che secondo la teologia etrusca risiedono nella parte nord-orientale del cielo. Lassonanza del nome con quello del dio romano Giano ...

                                               

Penn (divinità)

Penn è il nome di una divinità venerata dalle popolazioni liguri e dai Salassi. Si fa risalire il suo nome dal Monte Penna, situato nellappennino ligure e compreso nel parco naturale regionale dellAveto, considerato dai Liguri come sede del dio. Penn significava altura, monte, da qui il nome di Appennini e Alpi Pennine.

                                               

Lari (divinità)

I Lari, "focolare", derivato dalletrusco lar, "padre") sono figure della religione romana che rappresentano gli spiriti protettori degli antenati defunti che, secondo le tradizioni romane, vegliavano sul buon andamento della famiglia, della proprietà o delle attività in generale Agostino di Ippona nella sua opera La città di Dio, in cui cita Apuleio, riporta che sono le anime dei defunti buoni:

                                               

Divinità della toilette

Una divinità della toilette è una dio o una dea della mitologia che viene associata ai bagni e ai servizi igienici. Le credenze su queste divinità sono comuni nelle antiche religioni, ma possono essere individuate anche in molte fedi che professano il politeismo. Tali divinità sono state associate alla salute, al benessere e alla fertilità ed è stato reso loro omaggio in diversi modi, attraverso offerte, preghiere e riti propiziatori.

                                               

Gebka

Gebka oppure Gebga è un uccello nero nominato nei Testi dei sarcofagi, in varie formule, dotato di un potente veleno e che mesce da bere alle mense dei defunti.

                                               

Horta (divinità)

Horta nella mitologia etrusca era la divinità dellagricoltura, equivalente alla romana Cerere. Era venerata in particolare dal popolino, e veniva festeggiata nel mese di aprile. Dal suo nome deriva quello dellodierna Orte, città anticamente a lei dedicata, centro della Tuscia Viterbese, nellalto Lazio.

                                               

Evan (divinità)

Nella mitologia etrusca, Evan è la dea che personifica limmortalità e fa parte delle Lasa, divinità femminili guardiane delle tombe. Si trovano spesso in compagnia di Turan che è la dea dellamore. Le Lasa sono a volte raffigurate con le ali, a volte senza. I loro attributi sono le corone e gli specchi.

Mnevis
                                               

Mnevis

Mnevis è una divinità egizia appartenente alla religione dellantico Egitto. Era il toro sacro della città di Eliopoli. Il nome in lingua egizia era: mr-wr. Come Api di Menfi si tratta di unantica divinità della vegetazione. Le prime citazioni che si possiedono di questo toro sono di epoca amarniana ma la sua origine sembra molto più antica. Mnevis era un toro nero con spighe sul corpo che ne costituivano i segni distintivi. Come Api possedeva una mandria sacra.

Anput
                                               

Anput

Anput è una divinità egizia appartenente alla religione dellantico Egitto. Ritenuta sorella e sposa di Anubi con cui ebbe la figlia Kebechet, Anput veniva venerata in particolar modo nel 17º nomos dellAlto Egitto. È una divinità associata alla mummificazione che assiste Hathor, Nefti e Iside.

                                               

Fabulinus

Fabulinus era una divinità minore della mitologia romana. Il suo nome viene dal latino fabulari, cioè parlare: si pensava infatti che questo dio insegnasse ai bambini a parlare. A Roma le madri gli facevano unofferta quando i propri figli pronunciavano la loro prima parola.

Kuk (mitologia)
                                               

Kuk (mitologia)

Kek è una divinità egizia appartenente alla religione dellantico Egitto. Fa parte dellogdoade e insieme alla sua sposa Keket forma la coppia divina delloscurità delloceano primordiale. In geroglifico è scritto: oppure Keku o Kuk In qualità di divinità dellogdoade, il suo animale sacro è la rana.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...