Indietro

ⓘ Diocesi di Prizren-Pristina




Diocesi di Prizren-Pristina
                                     

ⓘ Diocesi di Prizren-Pristina

La diocesi di Prizren-Pristina è una sede della Chiesa cattolica in Kosovo immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nel 2017 contava 58.000 battezzati su 1.800.000 abitanti. È retta dal vescovo Dode Gjergji.

                                     

1. Territorio

La diocesi comprende tutto il Kosovo.

Sede vescovile è la città di Prizren, dove si trova la cattedrale della Madonna del Perpetuo Soccorso. A Pristina è stata inaugurata il 5 settembre 2017 la nuova concattedrale di Santa Madre Teresa.

Il territorio è suddiviso in 25 parrocchie, raggruppate in 4 decanati, Prizren, Pristina, Dakovica Gjakove e Peje.

                                     

2. Storia

La diocesi di Prizren fu probabilmente eretta nel V secolo, anche se i riscontri documentali sono piuttosto tenui, limitandosi a menzionare un Paulus episcopus Prinatenus, che sottoscrisse nel 458 la lettera dei vescovi della provincia dellEpiro Nuovo allimperatore Leone in seguito alluccisione del patriarca Proterio di Alessandria. Si ipotizza che questa sede possa essere erede di Giustiniana Seconda che prima aveva il nome di Ulpiana che fu distrutta nelle invasioni barbariche.

Nei secoli seguenti della diocesi si perde ogni traccia, fino a quando nel 1020 non è menzionata nuovamente. In questo periodo era suffraganea di Ocrida e dopo lo scisma interruppe la piena comunione con la Chiesa doccidente. Comunque fino al XII secolo era sicuramente attiva ed era suffraganea dellarcidiocesi di Antivari.

Dopo linizio del Duecento inizia un nuovo periodo di decadenza e di oscurità in seguito alla presenza dei Serbi prima e dei Turchi poi. In questo periodo è presente una diocesi di Pristina di rito latino, che forse è la stessa sede di Prizren.

Nel 1618 papa Paolo V nomina un vescovo per Prizren e dal 1622 la diocesi è posta sotto la tutela della Congregazione di Propaganda Fide.

Nella seconda metà del XVII secolo era suffraganea dellarcidiocesi di Durazzo oggi arcidiocesi di Tirana-Durazzo. Allinizio del XVIII secolo fu nominato lultimo vescovo, dopo il quale di questa diocesi non si conosce più nulla.

Nel 1933 il titolo Prisrianensis fu annoverato tra le sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica, fino al 2 ottobre 1969 quando, in forza della bolla Ad Ecclesiam Christi di papa Paolo VI, fu unito alla diocesi di Skopje, che mutò il proprio nome in quello di Skopje-Prizren. Contestualmente la chiesa della Madonna del Perpetuo Soccorso di Prizren fu eretta a concattedrale della diocesi di Skopje-Prizren.

Lamministrazione apostolica di Prizren fu eretta il 24 maggio 2000 con la bolla Apostolicum munus di papa Giovanni Paolo II in seguito alla divisione della diocesi di Skopje-Prizren, da cui ha tratto origine anche la diocesi di Skopje.

Il 5 settembre 2018 lamministrazione apostolica è stata elevata al rango di diocesi, con il nome attuale.

                                     

3. Cronotassi dei vescovi

  • Petar Katić † 12 febbraio 1618 - marzo 1622 deceduto
  • Sede vacante 1622-1651
  • Franjo Katić † 1660 -?
  • Franjo Smirović, O.F.M.Obs. † 27 febbraio 1651 - 20 marzo 1656 nominato arcivescovo di Acrida
  • Sede soppressa?-2000
  • Ivan Romanov † 6 luglio 1942 - 1959 deceduto vescovo titolare
  • José Antonio Jaspe Montenegro † 18 marzo 1705 -? vescovo titolare
  • Giovanni Felice Bernabei, O.F.M.Conv. † 5 novembre 1689 -? deceduto
  • Marko Sopi † 24 maggio 2000 - 11 gennaio 2006 deceduto
  • Dode Gjergji, dal 12 dicembre 2006