Indietro

ⓘ Giochi del Commonwealth




                                               

XX Giochi del Commonwealth

Il costi sostenuti per lorganizzazione della manifestazione sono stati pari a circa 728 milioni di Euro.

                                               

XVIII Giochi del Commonwealth

I XVIII Giochi del Commonwealth si tennero a Melbourne, Australia, tra il 15 e il 26 marzo 2006. Fu levento sportivo più grande mai svoltosi nella città australiana, superando nettamente in termini di squadre, atleti ed eventi i Giochi della XVI Olimpiade del 1956. Le cerimonie di apertura e chiusura, come successo ai Giochi olimpici di 50 anni prima, si tennero al Melbourne Cricket Ground. La mascot dei giochi era Karak, un Cacatua nero dalla coda rossa, una specie di Cacatuidae in via di estinzione.

                                               

XXI Giochi del Commonwealth

Gold Coast fu scelta durante lassemblea generale della federazione dei Giochi del Commonwealth tenutasi a Basseterre Saint Kitts e Nevis l11 novembre 2010. Vinse per 43 preferenze a 27 sullaltra candidatura, quella di Hambantota Sri Lanka. Una terza città, Halifax Canada si era inizialmente proposta ma aveva ritirato la candidatura l8 marzo 2007.

Giochi del Commonwealth
                                     

ⓘ Giochi del Commonwealth

I Giochi del Commonwealth sono una manifestazione sportiva organizzata dalla Commonwealth Games Federation e tenuta ogni quattro anni, che richiama i migliori atleti delle Nazioni del Commonwealth.

La prima edizione, allora nota come British Empire Games, si tenne nel 1930. Il nome fu poi cambiato in British Empire and Commonwealth Games nel 1954, in British Commonwealth Games nel 1970 e ha assunto il nome attuale, Commonwealth Games, nel 1978.

Questa manifestazione comprende anche sport che sono praticati prevalentemente nei paesi del Commonwealth, come ad esempio rugby a 7, netball e lawn bowls. Allultima edizione dei Commonwealth Games hanno partecipato 53 nazioni. Tipicamente ai giochi partecipano circa 5.000 atleti, rendendo questa manifestazione uno dei più grandi eventi internazionali in termini di partecipanti.

Le quattro nazioni costitutive del Regno Unito – Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord – partecipano ai Giochi con squadre separate, così come i paesi sotto le dipendenze della corona, Guernsey, Jersey, Isola di Man e i territori doltremare britannici.

Le uniche squadre ad aver partecipato a tutte le edizioni dei Commonwealth Games sono quelle di Australia, Canada, Inghilterra, Nuova Zelanda, Scozia e Galles.

                                     

1. Origini

Una manifestazione sportiva tra tutti i membri dellImpero britannico era stata proposta per la prima volta dal Reverendo Astley Cooper nel 1891 in un articolo del Times, suggerendo una competizione quadriennale per incrementare la benevolenza e lintesa e rinnovare i legami tra i paesi dellimpero.

Nel 1911 si tenne a Londra il Festival of Empire per celebrare lincoronazione di re Giorgio V. Come parte del festival si tennero dei campionati dove le squadre dei paesi dellImpero britannico come Australia, Canada, Sudafrica e Regno Unito si sfidarono nelle discipline del pugilato, lotta, nuoto e atletica leggera.

Nel 1928 al canadese Melville Marks Robinson fu chiesto di organizzare i primi British Empire Games, che si tennero due anni dopo a Hamilton, Canada.

                                     

2. Sport

Gli sport dei Giochi del Commonwealth sono divisi in tre principali categorie: obbligatori, opzionali e riconosciuti. I dieci sport obbligatori devono essere inclusi nel programma dei Giochi, mentre la nazione ospitante può scegliere di includere fino a sette sport opzionali. Gli sport riconosciuti sono quelli approvati dal CGF, ma necessitano di una crescita maggiore prima dellinclusione. Al massimo possono essere inclusi quattro sport di squadra nel programma della singola edizione.

Obbligatori Opzionali Riconosciuti

È anche necessario che il Paese ospitante includa alcuni sport per disabili: ci sono quattro sport obbligatori e tre opzionali.