Indietro

ⓘ Categoria:Classi sociali nel Medioevo




                                               

Gli Stati

Gli Stati era unassemblea dei rappresentanti degli Stati del reame, chiamati insieme per scopi di deliberazione, legislazione o tassazione. Nei Paesi di lingua tedesca erano conosciuti anche con il nome di Landtag. In molti Paesi, il primo degli Stati comprendeva il clero, il secondo la nobiltà e il terzo raggruppava in sé borghesia, artigiani e contadini. La rappresentazione di queste realtà in assemblea poteva variare da Paese a Paese. In Svezia e Finlandia borghesia, contadini e gente non appartenente a nessuno Stato dalla nascita erano stati separati fino al 1905.

                                               

Ordini sociali feudali

Nuovi ordini sociali feudali si formano alla fine del IX secolo, con laffermarsi in Europa del potere carolingio e con la nascita di una nuova società. Il nuovo potere si consolida attraverso gratificazioni terriere, che accompagnano funzioni giurisdizionali, civili e militari, a favore di guerrieri fedeli. È il nuovo sistema del vassallaggio, di origine germanica, che si impone dando inizio alla società feudale ed al feudalesimo.

                                               

Secondo Stato

Il Secondo Stato era, nellAncien Régime francese, la nobiltà. Essa costituiva l1.4% della popolazione totale, ma possedeva ben il 30% delle terre. La nobiltà, come il clero, non pagava le tasse che andavano tutte a carico del Terzo Stato. Parte della nobiltà visse, dal 1682 al 1789, nella sontuosissima Reggia di Versailles accanto al re. Questa decisione fu presa da Luigi XIV che voleva tenere sotto controllo la nobiltà: nella reggia, infatti, i nobili erano occupati dai pettegolezzi e da un complesso cerimoniale da rispettare per poter entrare nelle grazie del re. Infatti, quando nel 1648 ...

                                               

Terzo Stato

Il terzo Stato era uno dei ceti in cui era divisa la società francese prima della rivoluzione, chiamato così perché in ordine di importanza veniva dopo i primi due, ossia la nobiltà e il clero. Per numero di componenti il terzo Stato era largamente preponderante rispetto agli altri due ceti, in quanto comprendente tutti gli strati popolari. Nellanno della rivoluzione comprendeva venticinque milioni di persone, fra borghesia, contadini e operai, contro i quattrocento o cinquecentomila nobili e uomini di Chiesa; costituiva circa il 98% della popolazione francese roturier ed era lunica parte ...