Indietro

ⓘ BleachBit




BleachBit
                                     

ⓘ BleachBit

BleachBit è stato rilasciato pubblicamente il 24 dicembre 2008 per i sistemi GNU/Linux.

La versione 0.4.0 ha introdotto CleanerML, linguaggio di markup per la scrittura di nuovi strumenti di pulizia. Il 29 maggio 2009 nella versione 0.5.0 è sta aggiunto il supporto per Windows XP, Vista e 7. Il 16 settembre del 2009, la versione 0.6.4 ha introdotto il supporto per la riga di comando.

BleachBit è disponibile per il download attraverso il suo sito web ed i repository di molte distribuzioni.

A partire dal 15 Ottobre 2009, BleachBit è stato più attivo di 99.972% dei progetti su SourceForge, e in base alla popolarità di Ubuntu Popularity Contest, BleachBit era più popolare del 93.44% dei pacchetti installati.

                                     

1. Caratteristiche

  • Interfaccia a riga di comando per lautomazione di script e il funzionamento senza supervisione
  • Sovrascrittura dello spazio su disco non allocato per ridurre al minimo la possibilità di recupero dei dati cancellati
  • Rimozione delle localizzazioni non utilizzate traduzioni di software
  • Identificare e rimuovere la cache, i cookie, la cronologia, ed i file di log temporanei per Firefox, Opera, Safari, APT, Google Chrome
                                     

2. Tecnologia

BleachBit è scritto in Python e utilizza PyGTK.

La maggior parte degli strumenti di BleachBit sono scritti in CleanerML, un linguaggio di markup basato su XML. CleanerML si occupa non solo delleliminazione di file, ma esegue anche azioni più specialistiche come lottimizzazione di database SQLite.

Lo strumento di sovrascrittura di file di BleachBit utilizza solo un singolo passaggio a causa della mancanza di prove che più passaggi siano più efficaci. Inoltre, più passaggi sono significativamente più lenti e possono dare allutente un falso senso di sicurezza.