Indietro

ⓘ Flaviano Michele Melki




Flaviano Michele Melki
                                     

ⓘ Flaviano Michele Melki

Flaviano Michele Melki, nato YaQūb Melkī, è stato un vescovo cattolico turco; fu martirizzato nel 1915 durante le persecuzioni dellImpero ottomano.

                                     

1. Biografia

Nacque nel 1858 a Kalatul Mara, villaggio ad est Mardin, in Turchia. Fu educato in una famiglia cristiana di fede ortodossa. Alletà di dieci anni inviato nel convento di Zaafarane, residenza del patriarcato siro-ortodosso, cambiando, come duso, nome. Nel monastero intraprese approfonditi studi teologici per dieci anni; alletà di 20 anni fu ordinato diacono. Durante questo periodo si interessò al cattolicesimo fino a maturare la conversione. Si trasferì in Libano per diventare sacerdote. Nel 1883 fu ordinato ad Aleppo presbitero della Chiesa cattolica sira.

Nel 1895 la sua chiesa a Tur Abdin e la sua abitazione vennero incendiate nel corso dei cosiddetti massacri di Diyarbakir 1894-1896, nei quali perirono circa venticinquemila cristiani armeni e siriaci, tra cui sua madre. Nel 1897 Melki fu nominato vicario episcopale di Mardin e nel 1912 eparca di Gazireh Cizre.

Nel 1915 fu scatenato in Turchia il genocidio assiro. Malke era in viaggio avrebbe quindi potuto salvarsi, ma decise di tornare indietro. Giunto nella sua diocesi, alcuni notabili musulmani locali gli consigliarono di scappare e mettersi in salvo, ma egli volle rimanere. Il 28 agosto fu arrestato dai soldati ottomani insieme al vescovo della Chiesa cattolica caldea Philippe-Jacques Abraham e ad altri fedeli.

Gli fu ordinato di convertirsi. Al suo rifiuto fu brutalmente percosso e poi decapitato.

                                     

2. Canonizzazione

Nel 2010 il patriarca della Chiesa cattolica sira, Ignazio Giuseppe III Younan, annunciò la proposta di beatificazione di Michele Malke. La Santa Sede, recepì la richiesta ed avviò il processo di canonizzazione; Michele fu proclamato servo di Dio. Postulatore della causa di beatificazione è stato nominato padre Rami Alkabalan. La documentazione relativa alle virtù eroiche del vescovo martire fu inviata a Roma il 30 settembre 2012.

L8 agosto 2015 papa Francesco ha approvato la beatificazione in quanto Melki fu ucciso in odium fidei. La cerimonia si è svolta il 29 agosto 2015 ad Harissa presso il convento patriarcale di Nostra Signora della Liberazione.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...