Indietro

ⓘ Categoria:Arte islamica




                                               

Arte islamica

Lespressione arte islamica o arti islamiche comprende le arti prodotte a partire dallEgira fino al XIX secolo da artisti, che hanno vissuto in territori culturalmente legati alla religione dellIslam. Essa riguarda ambiti assai vari, dallarchitettura alla calligrafia, dalla pittura allarte ceramica, ecc. Inizialmente larte islamica si è ispirata a quella bizantina, a quella romana, a quella paleocristiana, a quella persiana ed a quella cinese. Fin dallinizio larte islamica pratica lastrazione e la stilizzazione delle forme che appartengono agli esseri viventi, sforzandosi di descrivere i va ...

                                               

Arabesco

L arabesco è uno stile ornamentale composto da elementi calligrafici e/o motivi geometrici. Il termine deriva dal fatto che lo stile era adoperato, e lo è ancor oggi, per decorare le superfici perimetrali, sia esterne che interne, soprattutto di moschee. Questa decorazione è la lingua dellarte islamica, che consiste nel decorare moschee, palazzi, cupole con forme geometriche o fitomorfi che trasmettono allosservatore una gradevole sensazione di serenità e bellezza. Questo tipo di espressività artistica, in spagnolo è chiamata ataurique dallaraboالتوريق, al-tawrīq che significa lusare come ...

                                               

Arte omayyade

La decorazione architettonica dipende ancora molto dallarte bizantina, come testimonia il frequente uso di antiche colonne o mosaici con fondo dorato talvolta realizzate da artisti bizantini, talvolta da artigiani locali che li imitano. Anche il murale è molto sviluppato, come in Qusair Amra, e conosciamo le sculture in stucco, quasi le uniche di tutta larte islamica.

                                               

Ceramica di Iznik

La ceramica di Iznik, che prende il nome dalla città omonima, sita ad ovest dellAnatolia, dove veniva fabbricata, è una ceramica di grande pregio che veniva prodotta fra il tardo XV e il XVII secolo.

                                               

Ceramica selgiuchide

La ceramica selgiughide è stata prodotta durante lImpero selgiuchide. Con la fine dello stesso, nel XIV secolo, lImpero ottomano ne ereditò alcune delle tradizioni, specialmente ai primi tempi delle manifatture di Iznik. Sono riconosciute come ceramiche selgiuchidi quelle fabbricate secondo la tecnica Minai. Questa tecnica era basata sulluso di sette colori, con il blu, verde e turchese, applicati sotto uno smalto trasparente e cotti in forno. Altri colori come giallo, rosso, bianco, nero e talvolta oro, venivano applicati dopo la prima cottura e sullo smalto, per essere poi nuovamente mes ...

                                               

Fortino di Mazzallakkar

A ridosso delle acque del lago Arancio, nel territorio di Sambuca di Sicilia, si possono individuare i ruderi di un fortino costruito dagli Arabi e chiamato Fortino di Mazzallakkar. Esso si trova nella zona dei Mulini, chiamata così per la presenza di diversi mulini funzionanti grazie alle acque di Rincione, tra la collina Castellazzo e la Torre Cellaro che si estende nella parte bassa del territorio di Sambuca di Sicilia.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...