Indietro

ⓘ Andreas Hallén




Andreas Hallén
                                     

ⓘ Andreas Hallén

Hallén studiò per molto tempo in Germania e questo segnò profondamente il suo stile, in particolare egli era un gran estimatore di Richard Wagner. Hallén avrebbe voluto persino stabilirsi in Germania ed intraprendere lì la carriera di musicista e compositore ma nel 1872 ritornò a Goteborg dove fondò una società musicale. Dopo sei anni dovette però abbandonare il progetto per difficoltà economiche. Nel 1878 tornò quindi in Germania e si stabilì a Berlino, diventando insegnante e critico musicale. Qui riscoprì la sua passione per le opere di Wagner ed insieme ad Hans Herring, un avvocato tedesco grande sostenitore del compositore di Lipsia, iniziò a pianificare lopera "Harald der Wiking". Questopera ebbe successo e Hallén, grazie anche al non trascurabile aiuto di Franz Liszt, riuscì a farla rappresentare a Lipsia nel 1881. Hallén ripagherà il favore dedicando a Listz la sua seconda rapsodia. Egli ritornò poi in Svezia dove rimase per il resto della sua vita. In patria le sue opere divisero il pubblico e la critica, attirandogli complimenti ma anche feroci critiche.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...