Indietro

ⓘ Conservatorio di San Girolamo




Conservatorio di San Girolamo
                                     

ⓘ Conservatorio di San Girolamo

Fu fondato nel XVI secolo dalle suore francescane nella sede originaria in Via di San Donato presso la Fortezza come monastero femminile, con la più precisa denominazione di Monastero di San Girolamo in San Donato con educandato. Nel 1785, per volere del Granduca Pietro Leopoldo di Toscana, fu trasformato in Regio Conservatorio, ovvero un istituto dedicato alleducazione femminile che il Granduca intendeva regolamentare per garantire un alto livello qualitativo. Questa trasformazione comportò lo spostamento nella sede attuale, al posto del soppresso monastero di SantAgnese in San Bernardo. Per oltre un secolo è stato il più importante istituto di istruzione femminile della città, anche se dopo lunità dItalia ha subito una progressiva decadenza, soprattutto economica, che ha determinato la vendita di tutti i poderi che possedeva. Dal 1924 è stato sede dellIstituto Magistrale Parificato e dellIstituto Tecnico Commerciale tuttoggi attivi ma gestiti dallo Stato e situati al di fuori delle mura paesane. Con la definitiva chiusura della scuola nel 1946. Dal 1948 il grande complesso ospita la Caserma dei Carabinieri. Lente nel 2007 subisce un ulteriore trasformazione giuridica divenendo Fondazione Conservatorio di San Girolamo.

                                     

1. Il Museo

il museo è articolato in tre sezioni:

  • arte sacra: con il reliquario dove sono contenute anche le reliquie di SantAgnese, paramenti sacri e oreficeria
  • pinacoteca: di particolare interesse la tela cinquecentesca della Madonna con Bambino, unAdorazione dei Magi risalente al 1600 e un San Domenico del 1700
  • antica farmacia: custodisce nel suo Archivio Storico gli antichi ricettari dellArte dei Medici e Speziali farmaciste erboriste
                                     

2. La Fondazione

Nel 2007 è nata la Fondazione Conservatorio di San Girolamo che è proprietaria, sia dellimmobile in cui ha sede, che dei beni mobili in esso contenuti.

Fra gli scopi della Fondazione ci sono:

  • lorganizzazione di mostre ed altri eventi espositivi
  • la pubblicazione di libri
  • lorganizzazione di seminari, corsi di formazione e corsi di studi
  • la realizzazione di manifestazioni, convegni, incontri
  • listituzione di premi e borse di studio.
  • la promozione della cultura, dellistruzione e dellarte