Indietro

ⓘ Ingegneria della superficie




                                     

ⓘ Ingegneria della superficie

Per ingegneria della superficie si intende linsieme di tecniche e conoscenze che permettono la modifica e il trattamento della superficie o della regione limitrofa di un materiale per permettere alla stessa di svolgere determinate funzioni che, in genere, sono differenti da quelle desiderate per il materiale in solido.

La superficie di un materiale è la regione che lo separa dallambiente in cui questo viene utilizzato ed è caratterizzata dallavere un contenuto energetico differente rispetto al materiale in solido nonché, in alcuni casi, da una diversa composizione chimica sia a causa dei processi di formatura e lavorazione sia per il contatto con lambiente.

Lo scopo di questa disciplina, quindi, è quello di manipolare una data superficie per migliorare la sua funzionalità: si vogliono ottenere determinate proprietà superficiali in modo tale, ad esempio, da aumentare la durabilità delloggetto, permetterne lutilizzo in determinate condizioni e in generale migliorarne le prestazioni garantendo al tempo stesso lefficienza dei costi. Essa può venire anche modificata per scopi puramente decorativi o per migliorarne laspetto estetico.

Il processo di funzionalizzazione o modifica di una superficie può venire effettuato in due modi: attraverso lapplicazione di coating al materiale di partenza oppure mediante una vera e propria modifica topologica della superficie stessa. In questo modo si possono controllare determinate proprietà chimiche e/o fisiche, ad esempio le meccaniche, termiche, elettriche, ottiche e molte altre.