Indietro

ⓘ Georg Matthias von Martens




                                     

ⓘ Georg Matthias von Martens

Fu il padre dello zoologo Eduard von Martens 1831-1904.

Studiò legge allUniversità di Tubinga, dove frequentò lezioni tenute dal naturalista Carl Friedrich Kielmeyer e dallastronomo Johann Gottlieb Friedrich von Bohnenberger. Dal 1818 al 1821 lavorò a Ulma, stabilendosi in seguito a Stoccarda, dove nel 1829 divenne linterprete ufficiale per litaliano, lo spagnolo e il portoghese presso il Ministero di giustizia e degli Interni. Dal 1836 in poi ebbe il titolo di consigliere.

Come botanico, collezionò campioni provenienti dalla Germania meridionale, dallAustria e dallItalia settentrionale. Nel 1832, con Gustav Schübler, condusse delle ricerche botaniche a Württemberg. La sua collezione europea divenne successivamente parte del "Naturaliencabinet" a Stoccarda. È anche conosciuto per i suoi studi sullacqua dolce e sulle alghe marine, in particolare native dellAsia orientale. Nel 1862 ricevette un riconoscimento nelle scienze dallUniversità di Tubinga.

Nel 1841 lalga rossa Martensia famiglia delle Delesseriaceae fu chiamata così in suo onore.

                                     

1. Opere

  • Reise nach Venedig, 1824 – Viaggio a Venezia.
  • "Algae Brasilienses circa Rio de Janeiro a clar. A. Glaziou", 1871.
  • "Notes on Some Japanese Algae", 1870 con Sulpiz Kurz, pubblicato in inglese.
  • Die Preussische expedition nach Ost-Asien: nach amtlichen quellen. Botanischer Theil. Die Tange, 1866 – La spedizione prussiana nellAsia dellest 1860–62 in accordo con le forze ufficiali.
  • Flora von Württemberg und Hohenzollern, con Carl Albert Kemmler 1813–1888, 1865 – Flora di Württemberg e Hohenzollern.
  • Die Preussiche expedition nach Ost-Asien Nach amtlichen quellen, con Eduard von Martens e Albert Berg 1864–1873 – La spedizione prussiana nellAsia dellest 1860–62 in accordo con le forze ufficiali.
  • Flora von Würtemberg with Gustav Schübler, 1834 – Flora di Würtemberg.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...