Indietro

ⓘ Organizzazione per la cooperazione delle ferrovie




                                     

ⓘ Organizzazione per la cooperazione delle ferrovie

L Organizzazione per la cooperazione delle ferrovie è unorganizzazione internazionale istituita come equivalente dellUnion internationale des chemins de fer, per creare ed aumentare il coordinamento del trasporto ferroviario internazionale, specialmente tra Europa ed Asia.

Lorganizzazione ha contribuito all sviluppo della cooperazione tra le compagnie ferroviarie e con altre organizzazioni internazionali.

I membri dellorganizzazione ha codificato un sistema di leggi internazioni in materia di trasporto.

                                     

1. Storia

Durante la conferenza organizzata a Sofia Bulgaria il 28 giugno 1956, i ministri competenti per il trasporto ferroviario dei paesi del cosiddetto Blocco orientale decisero di istituire una speciale organizzazione intergovernativa per il trasporto ferroviario internazionale, la cui sede fu stabilita a Varsavia Polonia dal 1º settembre 1957.

Contrariamente ai paesi dellEuropa occidentale, i collegamenti ferroviari dei membri dellOSJD sono caratterizzati da lunghi percorsi da 8000 a 10.000 km, differenti zone climatiche e due tipologie di scartamento dei binari: 1.520 mm 4 ft 11 27 ⁄ 32 in and 1.435 mm 4 ft 8 1 ⁄ 2 in. Concentrandosi sulla risoluzione collettiva dei problemi ferroviari, il ruolo dellOSShD si è sviluppato con le nuove frontiere degli aumentati tempi di trasporto delle merci.

I trasporti ferroviari tra Europa ed Asia sono disciplinati da differenti regolamentazioni rispetto a quelli dellEuropa occidentale, che includono: lAccordo sul trasporto internazionale diretto di passeggeri e bagagli per ferrovia SMPS, lAccordo sul trasporto internazionale diretto di beni per ferrovia SMGS, le Regole di uso reciproco dei vagoni nel traffico internazionale PPW, le Procedure di regolamento applicate allaccordo sul trasporto internazionale diretto di passeggeri e bagagli per ferrovia MPS e lAccordo sul trasporto internazionale diretto di beni per ferrovia MGS.

LOSJD ha inoltre implementato la compatibilità tecnica, legale e tariffaria tra i propri membri ed i sistemi di trasporto in Europa.

Nel 1990 lOSJD consisteva di 13 paesi membri. Nel 1992 entrarono a farne parte 6 nuovi stati indipendenti, mentre la riunificazione tedesca influenzò la partecipazione degli ex tedeschi orientali della Deutsche Reichsbahn, che presero lo status di osservatori.

Nel 1992 si tenne una nuova conferenza ad Ulan Bator Mongolia che creò la Conferenza dei direttori generali delle ferrovie, la quale incoraggiò lingresso tra il 1993 e 1995 di altri 7 stati: Azerbaigian, Georgia, Kazakistan, Kirghizistan, Uzbekistan, Tagikistan e Turkmenistan, portando a 24 il numero totale degli stati membri.

Nel 1997 divenne membro lIran, mentre Germania, Francia, Grecia e Finlandia furono ammessi come osservatori insieme a 17 partner commerciali tra cui Siemens, Alcatel, Plasser & Theurer, Intercontainer-Interfrigo, Kolmex e TransManche Link/Eurotunnel.

                                     

2.1. Attività Trasporto di merci tra Europa ed Asia

Lobiettivo principale dellOSJD è il programma di sviluppo per perfezionare le ferrovie tra Europa ed Asia. Lorganizzazione ritiene che laumento del volume del trasporto possa essere raggiunto sia attraverso investimenti diretti in attrezzature tecniche sia con la razionalizzazione ed il miglioramento delle procedure e dei servizi esistenti. Le principali disposizioni del programma furono presentate in diverse conferenze internazionali e pubblicate nella rivista Schienen der Welt Rotaie del mondo nel 4° numero del 1995. I volumi di trasporto delle merci e dei passeggeri tra lEuropa e lAsia e i principali flussi ferroviari furono definiti nellambito dellattuazione di questo programma, tenendo conto delle attività svolte in Europa da UIC, ONU, Commissione per i trasporti terrestri ECEe il programma della rete ferroviaria transeuropea.

                                     

2.2. Attività Percorsi

  • Trasporto merci su ferrovia tra Corea e Germania
  • Nel 1995 i ministri dei trasporti di Bielorussia, Germania, Polonia e Russia firmarono un accordo di cooperazione per la modernizzazione, ricostruzione e sviluppo del corridoio ferroviario Berlino-Varsavia-Minsk-Mosca
  • Nel 1994 i ministri dei trasporti di Russia, Cina, Uzbekistan, Turkmenistan, Kirghizstan e Tagikistan approvarono il programma regionale di sviluppo ed uso delle ferrovie internazionali attraverso il punto di attraversamento del confine tra Druzhba Kazakistan e Alashankou Cina fino allanno 2000
                                     

3. Materiale

LOSJD creò diversi standard tecnici, per consentire alle compagnie ferroviare di attaccare i propri vagoni al materiale rotabile di altre compagnie

Lorganizzazione fu coinvolta per la specificazione comune delle ruote con scartamento variabile, progettate per luso sia nello scartamento da 1.435 mm e quello da 1.520 mm, oltre che per risolvere problemi sui differenti dispositivo di traino/spinta, freni, dimensione delle vetture ed altro.

                                     

3.1. Materiale Vagoni

Nel 1962 la compagnia ferroviaria della Germania orientale Deutsche Reichsbahn introdusse una nuova generazione di carrozze da 24.5 metri a quattro assi, chiamate OSJD Tipo B OSJD-B, su carrelli "Görlitz V".

Dal 1968 il progetto venne ulteriormente sviluppato per incontrare gli standard UIC e venne realizzato il vagone noto come OSJD-Y. Costruito dalla VEB Waggonbau Bautzen o VEB Waggonbau Görlitz in Germania Est, la carrozza 24.5 metri era caratteristica per la sua copertura superiore arcuata, rispetto alla parte superiore curva del Tipo-B. Fornito a tutti i membri dellOSJD, la carrozzeria era la base per la maggior parte del materiale rotabile di molti membri dellOSShD, oltre ad essere venduti ad altre imprese ferroviarie.

                                     

4. Attuale attività

Lattuale attività dellOSJD consiste in

  • Creazione di condizioni competitive per laccettazione ed il trasporto di grandi volumi di mercial fine di aumentare le condizioni finanziarie dei membri dellorganizzazione
  • Specificazione d parametri tecnici per linee merci di alta qualità
  • Conferma e semplificazione della regolamentazione legale sull procedure alle frontierecorrelate al trasporto attraverso il continente Eurasiatico, termini di consegna, responsabilità finanziaria ed altro
  • Sviluppo di nuove forme di trasporto delle merci che consentano prezzi competitivi in breve tempo