Indietro

ⓘ Melodia araba




Melodia araba
                                     

ⓘ Melodia araba

Il tema musicale della melodia araba, pubblicato con questo titolo allinterno di una Fantasia araba del compositore tedesco Franz Hünten, è un motivo popolare di origini antiche e difficilmente tracciabili. Sia esso davvero di derivazione araba o solo di sapore arabeggiante, ebbe notevole fortuna a partire dal 1893, quando si affermò negli Stati Uniti, e nel XX secolo entrò definitivamente nellimmaginario collettivo come stereotipo della cultura mediorientale. Come tale, è ritenuto da alcuni la melodia esotica più popolare in Occidente.

                                     

1. Storia

Il motivo era probabilmente diffuso in Europa da qualche secolo. Ne è un indizio la chiara somiglianza tra il tema e la canzone francese Colin prend sa hotte 1719, il cui inciso iniziale appare identico allincipit della melodia araba. Colin prend sa hotte, a sua volta, parrebbe derivare dalla perduta Kradoudja, una canzone popolare algerina del XVII secolo ricordata almeno fino al 1857. La fantasia di Hünten è dichiaratamente ispirata a Kradoudja.

La melodia devessere stata un motivo ricorrente nella tradizione europea, che potrebbe averla creata autonomamente come anche averla mutuata dalla Spagna moresca o importata al tempo delle Crociate, forse modificandola. Secondo una diversa ipotesi si tratterebbe invece dellevoluzione di una canzone pastorale diffusa nei Balcani nel XVIII secolo.

Oltre alla versione di Hünten esiste una trasposizione di Jean-Baptiste Arban, inclusa tra i sessantotto duetti del suo celebre metodo per tromba 1864 e intitolata Canzone araba. Anche Philippe Musard ne trasse una Quadriglia araba anni 1840, e tutto - non escluse le varie citazioni del brano con il titolo di Kradoudja 1846-1850 da parte di Théodore de Banville - lascia intendere che nella Francia del XIX secolo la melodia fosse già uno stereotipo del Medio Oriente.

La versione moderna della melodia nacque su impulso dellimpresario Sol Bloom, che fu anche membro del Congresso degli Stati Uniti. Nel contesto della Fiera Colombiana di Chicago 1893, Bloom volle usare il motivo per accompagnare un numero di danza del ventre. Lo suggerì quindi al pianista che stava per improvvisare un accompagnamento. Ne nacque il brano The Persian Dancers, parte di una fantasia pubblicata per loccasione a nome di Gustav Lüders. In questa forma il tema fu dotato di un ritmo stereotipato che alle orecchie degli occidentali suonava tipico dellOriente in generale.

Nel 1895 James Thornton adattò nuovamente la melodia e vi aggiunse un testo, pubblicandola con il titolo The Streets of Cairo, mutuato da un altro brano della fantasia, e acquistandone anche i diritti dautore.

Tra le circostanze storiche che legano il motivo allAlgeria e alla Francia si può ricordare lo sviluppo sulla sua base di una canzone a sfondo sessuale da parte dei soldati francesi sul suolo africano intorno agli anni 1910, sotto il titolo di Travadja la moukère. Il testo in francese creolizzato darabo era il seguente.

                                     

2. Diffusione nella cultura di massa

La versione di Thornton, entrata nellimmaginario collettivo, è stata citata in vari altri brani ed è penetrata nel cinema – specie danimazione – dovè impiegata a volte a commento di scene datmosfera orientale si pensi allincantamento di serpenti. Tra gli impieghi parodistici della melodia si segnalano filastrocche in inglese del tipo di Oh they dont wear pants in the Southern part of France, o il coro da stadio italiano Te ne vai o no? Te ne vai sì o no?, rivolto ad avversari sportivi e politici, comè avvenuto ad esempio nella vicenda delle dimissioni del Governo Berlusconi IV.

                                     
  • Il daf in lingua persiana دف daf, in lingua araba د ف duf è un grande tamburo a cornice del Medio Oriente utilizzato nell esecuzione di musica classica
  • maqam araba مقام che in arabo letteralmente significa posto è un tipo di melodia standard con una rispettiva serie di intonazioni. Le melodie usate
  • importante nell evoluzione del maqam nella musica araba entrambi profondamente radicati nelle melodie della Persia sasanide e che entrarono nel mondo islamico
  • black metal tradizionale con l eventuale aggiunta di melodie e strumenti della tradizione araba I Myrath, tunisini, sono profondamente diversi dai precedenti
  • cultura swahili, che unisce testi in lingua swahili e melodie ritmi e strumenti di ispirazione araba e indiana. La cucina zanzibari è rinomata per le sue
  • tradizione, ripete, di volta in volta, le coppie dei versi variandone la melodia Il nome deriva dal latino fatum destino in quanto essa si ispira al
  • considerati una perfetta combinazione di tre elementi: Sentimento Bhava Melodia Raga Ritmo Tala Questi tre aspetti rappresentano il coinvolgimento

Anche gli utenti hanno cercato:

la musica araba,

...
...
...