Indietro

ⓘ Categoria:Madrigali




                                               

Compositori di madrigali

                                               

Barca di Venetia per Padova

La Barca di Venetia per Padova dentrovi la nuova mescolanza op.12, sono dei dilettevoli madrigali composti da Adriano Banchieri e fanno parte del Libro II dei Madrigali a 5 voci pubblicato a Venezia nel 1605.

                                               

Il combattimento di Tancredi e Clorinda

Il combattimento di Tancredi et Clorinda è un madrigale rappresentativo di Claudio Monteverdi, su testo del Tasso, per soprano e due tenori. Composta nel 1624, commissionata da Girolamo Mocenigo in occasione del carnevale, fa parte dell Ottavo libro di madrigali guerrieri et amorosi pubblicato nel 1638. Il dramma riprende le vicende narrate nel canto XII della Gerusalemme liberata, in cui il cavaliere cristiano Tancredi, innamorato di Clorinda, guerriera musulmana, viene costretto dalla sorte a battersi in duello proprio con lei e ad ucciderla. In punto di morte Clorinda si converte e, bat ...

                                               

Battista Guarini

Nato da una famiglia di origini veronesi che vantava tra i suoi membri lumanista quattrocentesco Guarino Veronese, studiò legge a Padova, e fu professore di eloquenza nella stessa città, finché nel 1567 passò al servizio di Alfonso II dEste, presso cui fu poeta di corte - assieme a Torquato Tasso, già conosciuto nellambiente patavino - e diplomatico. Quando nel 1573 il trono di Polonia rimase vacante, le ambizioni di numerosi principi e potenti si indirizzarono verso est, nella speranza di ricoprire il prestigioso ruolo, che sarebbe stato assegnato tramite elezione. Questa ambizione nutriv ...

                                               

Il bianco e dolce cigno

Il bianco e dolce cigno Cantando more, Et io piangendo giungo al fin del viver mio. Strana e diversa sorte! Ch’ei more sconsolato, Et io moro beato. Morte che nel morire M’empie di gioia tutto e di desire. Se nel morir altro dolor non sento, Di mille morti il dì sarei contento. La poesia, del marchese Alfonso dAvalos, presenta quattro parti: i versi 1-3, dove viene impostata l’analogia fra il cigno e il poeta; i versi 4-6, dove, all’interno dell’analogia, vengono evidenziate le differenze; i versi 7-8, che colgono l’assurda condizione dell’amante; il distico finale, dove il poeta abbraccia ...

                                               

Il Trionfo di Dori

In Inghilterra il modello fu imitato da Thomas Morley nella raccolta The Triumphs of Oriana del 1601. In tedesco la collezione è stata curata come Musicalische Streitkrantzelein. Caratteristica dei brani della raccolta è il testo in comune nella parte finale, il quale si conclude infatti sempre con la frase: "Viva la bella Dori", frase dedicata probabilmente ad una sposa di un allora recente matrimonio dellalta società. La raccolta contiene brani di alcuni tra i più noti compositori dellepoca: Giovanni Pierluigi da Palestrina, Alessandro Striggio padre, Luca Marenzio, Giovanni Gabrieli e d ...

                                               

The Triumphs of Oriana

La prima edizione conteneva 25 pezzi di 23 compositori diversi Thomas Morley e Ellis Gibbons contribuivano con due madrigali. Fu ispirata probabilmente alla raccolta Il Trionfo di Dori. Si dice che sia stata pubblicata in onore della regina Elisabetta I. Ogni madrigale presente nella raccolta contiene il seguente distico alla fine: "Così cantavano i pastori le ninfe di Diana: lunga vita gentile Oriana" lappellativo "Oriana" era spesso usato per riferirsi alla regina Elisabetta. Recentemente, lattribuzione di "Oriana" ad Elisabetta è stata messa in discussione. Secondo alcune fonti, "Oriana ...