Indietro

ⓘ Bivacco Ernesto Lomasti




Bivacco Ernesto Lomasti
                                     

ⓘ Bivacco Ernesto Lomasti

Il bivacco fu costruito nel 1979 nella sella dAip in occasione dei 50 anni dallistituzione della sezione CAI di Pontebba. Il bivacco fu intitolato alla memoria di Ernesto Lomasti 1959–1979, alpinista originario di Pontebba, tra i pionieri dellarrampicata.

                                     

1. Caratteristiche

Il bivacco si trova sulla sella dAip, tra il versante meridionale della creta di Aip e quello settentrionale della creta di Pricotic, in prossimità del confine austriaco. La sella è posta in un anfiteatro naturale circondato dalla creta di Aip, dal Rio Secco e dal monte Cavallo.

                                     

2. Accessi

Il classico accesso al bivacco parte dal passo di Pramollo seguendo il segnavia n. 403 attraverso le piste da sci in territorio austriaco fino a raggiungere un crinale erboso a ridosso del monte Madrizze 1.850 m. Oltre il crinale si scende in direzione ovest verso la Rudnig Alpe per risalire fino alla sella di Aip 1.942 m e al vicino bivacco.

Un altro accesso parte dal passo del Cason di Lanza 1.552 m seguendo i segnavia del CAI n. 439 e 440.

                                     

3. Ascensioni

  • Monte Cavallo 2.239 m, difficoltà E - via normale dislivello 339 m; tempo di percorrenza 1 ora: dal bivacco si raggiunge la sella di Aip 1.942 m per poi percorrere la traccia in direzione sud-est al di sotto della parete nord della creta di Pricotic. Dalla sommità si raggiunge poi la vetta del monte Cavallo.
  • Creta di Aip 2.279 m, 2 ore
                                     

4. Traversate

  • Passo di Pramollo 1.530 m, 2.5 ore
  • Zollnerseehütte 1.750 m, 6.5 ore
  • Tröpolacher Alm 1.656 m
  • Passo del Cason di Lanza 1.552 m, 2 ore
  • Straniger Alm 1.479 m, 4 ore
  • Rifugio Pezzeit 1.474 m