Indietro

ⓘ Alpi Orientali




Alpi Orientali
                                     

ⓘ Alpi Orientali

Con il termine Alpi Orientali si intende la porzione più orientale del sistema montuoso alpino. A seconda delle varie classificazioni delle Alpi, però, la denominazione "Alpi Orientali" assume significati diversi.

La Partizione delle Alpi, del 1924, suddivide la catena alpina in tre grandi parti: Alpi Occidentali, Alpi Centrali ed Alpi Orientali; queste ultime vanno dal Passo del Brennero al Passo di Vrata, a cavallo di Austria, Germania, Liechtenstein, Italia, Slovenia, Svizzera e Ungheria.

La Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino SOIUSA, del 2005, introduce invece la bipartizione delle Alpi, individuando nella catena due sole grandi parti: le Alpi Occidentali le Alpi Orientali, separate tra loro dalla linea Reno - Passo dello Spluga - Lago di Como - Adda.

La suddivisione didattica tradizionale italiana suddivide le Alpi in modo molto simile a quello della Partizione delle Alpi, ma, a differenza di questa, identifica il punto di congiunzione tra Alpi Orientali ed Alpi Centrali al Passo di Resia e non a quello del Brennero.

Comprendono numerose cime che superano i 3000 m, sfiorano a volte i 4000 ed hanno ununica cima che supera questa quota: il pizzo Bernina.

                                     

1. Partizione delle Alpi

Nel 1926, a seguito del IX Congresso Geografico Italiano svoltosi nel 1924, venne adottata la Partizione delle Alpi, che prevede la suddivisione del sistema alpino in Alpi Occidentali, Alpi Centrali ed Alpi Orientali.

Le Alpi Orientali vanno dal Passo del Brennero al Passo di Vrata, nei pressi della città di Fiume. La cima più elevata è il Großglockner 3.798 m.

Le Alpi Orientali si suddividono ulteriormente in:

  • Alti Tauri 17.c
  • Tuxer Gebirge 17.a
  • Alpi Carinziane 17.e
  • Alpi Noriche 17
  • Alpi della Zillertal 17.b
  • Bassi Tauri 17.d
  • Alpi di Ampezzo e Cadore 18.d
  • Dolomiti 18
  • Alpi della Valsugana e di Primiero 18.e
  • Alpi di Gardena e Fassa 18.a
  • Gruppo della Marmolada 18.c
  • Alpi di Fiemme 18.b
  • Alpi di Tolmezzo 19.b
  • Alpi Carniche 19
  • Alpi della Gail 19.a
  • Altopiano della Bainsizza 20.b.a
  • Alto Carso 20.b
  • Alpi Giulie 20
  • Selva di Tarnova 20.b.b
  • Alpi Giulie settentrionali 20.a
  • Selva di Piro 20.c.a
  • Carso di Postumia 20.c.b
  • Carso Corniolino 20.c
  • Carso della Carniola 20.c.c
  • Caravanche 21
  • Bacher 21.b
  • Catena delle Caravanche 21.a
  • Alpi di Kitzbühel 22.a
  • Leoganger Steinberge 22.d
  • Kaisergebirge 22.c
  • Tennengebirge 22.e
  • Steinernes Meer 22.b
  • Alpi Salisburghesi 22
  • Dachstein 22.f
  • Selva Viennese 23.i
  • Prealpi dellÖtscher 23.h
  • Alpi di Ennstaler 23.d
  • Alpi austriache 23
  • Gruppo del Pyhrgass 23.b
  • Raxalpe 23.f
  • Hochschwab 23.e
  • Schneeberg 23.g
  • Sengsengebirge 23.c
  • Totes Gebirge 23.a
  • Alpi di Glein 24.b
  • Alpi di Kor 24.d
  • Bucklige Welt 24.g
  • Monti Stiriani 24.f
  • Prealpi di Stiria 24
  • Windichen Bühel 24.e
  • Alpi di Stub 24.a
  • Rosalien-Gebirge 24.h
  • Alpi di Hoch 24.c
  • Monte Grappa 25.c
  • Monti Lessini 25.a
  • Prealpi Trivenete 25
  • Prealpi Bellunesi 25.d
  • Altopiano di Asiago 25.b
  • Prealpi Carniche 25.e
  • Prealpi Giulie 25.f
  • Piccolo Carso 26.a
  • Carso di Castua 26.a.d
  • Carso 26
  • Carso della Cicceria 26.a.c
  • Carso Triestino 26.a.b
  • Carso Monfalconese 26.a.a
  • Carso Istriano 26.b
                                     

2. Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino

La Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino SOIUSA, presentata nel 2005 prevede la divisione delle Alpi in Alpi Occidentali ed Alpi Orientali, separate dalla linea Reno - Passo dello Spluga - Lago di Como - Adda

Le Alpi Orientali sono suddivise in tre grandi settori: Alpi Centro-orientali, Alpi Nord-orientali e Alpi Sud-orientali.

                                     

2.1. Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino Alpi Centro-orientali

Le Alpi Centro-orientali sono divise in 6 sezioni SZ, 25 sottosezioni STS e 64 supergruppi SPG:

  • Alpi del Plessur Hockwang-Weißfluth; Strela-Lenzerhorn-Weißhorn; Stätzerhorn
  • Alpi Retiche occidentali Pizzo Bernina, 4.049 m
  • Catena del Rätikon
  • Alpi del Platta Catena Suretta-Stella-Duan; Catena Platta-Forbesch-Curver
  • Alpi del Silvretta, del Samnaun e del Verwall Silvretta; Samnaun; Verwall
  • Alpi di Livigno Catena Languard-Quattervals; Catena Piazzi-Paradisino
  • Alpi dellAlbula Catena Güglia-Err-Bravuogn; Catena Kesch-Chüealphorn-Grialetsch
  • Alpi della Val Müstair Catena Casina-Umbrail-Pizzo della Forcola; Catena Sesvenna-Tavrü
  • Alpi del Bernina Catena Bernina-Scalino; Monti della Val Bregaglia
  • Alpi Sarentine Punta Cervina-Cima San Giacomo; Cima di San Giacomo
  • Alpi Venoste Orientali; Alpi Passirie in senso ampio; Alpi Venoste del Nord)
  • Alpi Retiche orientali Wildspitze, 3.772 m
  • Alpi dello Stubai Alpi Breonie Occidentali; Alpi dello Stubai del Nord
  • Alti Tauri Venediger; Granatspitze; Glockner; Schober; Goldberg; Ankogel
  • Gruppo del Kreuzeck
  • Alpi Pusteresi Vedrette di Ries; Villgraten
  • Alpi dei Tauri occidentali Großglockner, 3.798 m
  • Alpi della Zillertal Croda Alta-Olperer; Gran Pilastro; Fundres; Reichenspitze
  • Tauri di Schladming e di Murau Tauri di Schladming in senso stretto ; Alpi di Murau
  • Tauri di Wölz e di Rottenmann Wölz; Rottenmann
  • Tauri di Seckau Gamskögel-Geierhaupt; Seckau
  • Tauri di Radstadt Weißeck-Mosermandl-Hochfeind
  • Alpi dei Tauri orientali Hochgolling, 2.863 m
  • Alpi di Stiria e Carinzia Eisenhut, 2.441 m
  • Alpi della Lavanttal Kreiskogel-Zirbitzkogel; Waldkogel-Grafenkogel; Ladingerspitze; Griffn
  • Alpi della Gurktal Kilnprein-Rosennock-Eisenhut; Prankerhöhe-Grebenzen; Wöllaner Nock-Mirnock; Kruckenspitze-Hockeck; Klagenfurt
  • Prealpi centrali di Stiria Fischbach; Ostgraz
  • Prealpi sud-occidentali di Stiria Koralpe; Reinischkögel; Kobansko
  • Prealpi orientali di Stiria Wechsel-Joglland; Bucklige; Bernstein-Güns; Rosalien-Ödenburg
  • Prealpi di Stiria Ameringkogel, 2.184 m
  • Prealpi nord-occidentali di Stiria Stubalpe; Gleinalpe; Westgraz


                                     

2.2. Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino Alpi Nord-orientali

Le Alpi Nord-orientali sono divise in 7 sezioni SZ, 27 sottosezioni STS e 69 supergruppi SPG:

  • Monti del Kaiser Wilder Kaiser-Unterberghorn; Zahmer Kaiser
  • Alpi di Brandenberg Rofan; Thierseer
  • Monti di Mieming e del Wetterstein Mieming; Wetterstein
  • Alpi calcaree nordtirolesi Parseierspitze, 3.040 m
  • Alpi della Lechtal Parseier; Namloser
  • Monti del Karwendel Karwendel; Risser
  • Monti delle Lechquellen Spuller Schafberg-Rote Wand-Braunarl
  • Alpi del Chiemgau Inzell; Prealpi di Chiemgau
  • Alpi dellAlgovia Walsertal; Prealpi Occidentali dellAlgovia; Alpi dellAlgovia; Prealpi Orientali dellAlgovia; Tannheim
  • Alpi Bavaresi Großer Krottenkopf, 2.657 m
  • Prealpi di Bregenz Prealpi Occidentali di Bregenz; Prealpi Orientali di Bregenz
  • Alpi del Mangfall Tegernse; Schlierse
  • Alpi dellAmmergau Daniel-Kreuzspitze-Kramer-Laber; Ammer-Trauch
  • Alpi del Wallgau Alpi Occidentali del Wallgau; Alpi Orientali del Wallgau
  • Alpi di Kitzbühel Wildschönau; Pölven-Ellmau; Glemmtal
  • Alpi scistose tirolesi Lizumer Reckner, 2.884 m
  • Prealpi del Tux Reckner-Malgrübler-Rosenjoch; Kalkwald-Rastkogel
  • Monti di Tennen
  • Monti dello Stein Loferer Steinberge; Gruppo del Kirchberg; Leoganger Steinberge
  • Alpi settentrionali salisburghesi Hochkönig, 2.941 m
  • Alpi scistose salisburghesi Monti di Dienten; Monti della Fritztal
  • Alpi di Berchtesgaden Alpi Meridionali di Berchtesgaden; Alpi Centro-orientali di Berchtesgaden; Alpi Centro-occidentali di Berchtesgaden; Alpi Settentrionali di Berchtesgaden
  • Monti Totes Totes; Warscheneck
  • Prealpi dellAlta Austria Grünau; Kirchdorf; Molln; Sengsen; Neustift
  • Monti del Dachstein Gosau; Dachstein; Kemet
  • Alpi del Salzkammergut e dellAlta Austria Hoher Dachstein, 2.993 m
  • Monti del Salzkammergut Gamsfeld-Osterhorn; Prealpi di Salisburgo; Schafberg-Höllen; Mondse-Gmundn
  • Alpi settentrionali di Stiria Hochtor, 2.369 m
  • Alpi Nord-orientali di Stiria Hochschwab; Alpi di Mürzsteg; Rax-Schneeberg
  • Alpi dellEnnstal Haller Mauern; Gesäuse; Eisenerz
  • Alpi dellYbbstal Zellerhut-Ötscher; Lunz; Höllenstein; Eisenwurzen
  • Prealpi Orientali della Bassa Austria Gutenstein; Wienerwald
  • Alpi di Türnitz Türnitz; Texing
  • Alpi della Bassa Austria Hochstadl, 1.919 m
                                     

2.3. Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino Alpi Sud-orientali

Le Alpi Sud-orientali sono divise in 9 sezioni SZ, 25 sottosezioni STS e 65 supergruppi SPG:

  • Alpi della Val di Non Olmi-Luco-Roen
  • Dolomiti di Brenta Brenta-Paganella
  • Alpi dellAdamello e della Presanella Adamello; Presanella
  • Alpi dellOrtles Gruppo Ortles-Cevedale; Gruppo Sobretta-Gavia
  • Alpi Retiche meridionali Ortles, 3.905 m
  • Prealpi Bergamasche Occidentali; Centrali; Orientali
  • Alpi e Prealpi Bergamasche Pizzo di Coca, 3.052 m
  • Alpi Orobie Alpi Orobie Orientali; Alpi Orobie Occidentali
  • Prealpi Bresciane e Gardesane Monte Baldo, 2.218 m
  • Prealpi Gardesane Prealpi Giudicarie; Prealpi Gardesane Sud-occidentali; Prealpi Gardesane Orientali
  • Prealpi Bresciane Catena Bresciana Occidentale; Catena Bresciana Orientale
  • Dolomiti di Feltre e delle Pale di San Martino Pale di San Martino-Feruc; Alpi Feltrine
  • Dolomiti Marmolada, 3.342 m
  • Dolomiti di Fiemme Dolomiti Settentrionali di Fiemme; Dolomiti Meridionali di Fiemme
  • Dolomiti di Zoldo Settentrionali di Zoldo; Meridionali di Zoldo
  • Dolomiti di Sesto, di Braies e dAmpezzo di Sesto; di Braies; Orientali di Badia; Ampezzane; Cadorine
  • Dolomiti di Gardena e di Fassa di Gardena; di Fassa
  • Prealpi Vicentine Altipiani; Piccole Dolomiti; Monti Lessini
  • Prealpi Bellunesi Grappa; Catena Cavallo-Visentin
  • Prealpi Venete Col Nudo, 2.472 m
  • Alpi della Gail Occidentali di Lienz; Centrali di Lienz; Orientali di Lienz; Reißkofel-Spitzegel; Latschur-Goldeck; Erzberg-Villacher
  • Alpi Carniche Catena Carnica Occidentale; Catena Carnica Orientale; Alpi Tolmezzine Occidentali; Alpi Tolmezzine Orientali
  • Alpi Carniche e della Gail Monte Coglians, 2.780 m
  • Prealpi Carniche Dolomiti Friulane; Catena Chiarescons-Cornaget-Resettum; Catena Valcalda-Verzegnis
  • Alpi Giulie Catena Jôf Fuârt-Montasio; Catena del Canin; Catena Mangart-Jalovec; Catena della Škrlatica; Catena del Tricorno; Catena Nero-Tolminskikuk-Rodica
  • Prealpi Giulie Prealpi Giulie Settentrionali; Prealpi Giulie Meridionali
  • Alpi e Prealpi Giulie Monte Tricorno, 2.863 m
  • Alpi di Kamnik e della Savinja Storžič; Raduha-Golte-Rogatec-Menina
  • Caravanche Occidentali; Settentrionali; Orientali
  • Alpi di Carinzia e di Slovenia Grintovec, 2.558 m
  • Prealpi Slovene occidentali Škofjeloško-Cerkljansko-Polhograjsko-Rovtarsko
  • Prealpi Slovene Porezen, 1.630 m
  • Prealpi Slovene orientali Posavje
  • Prealpi Slovene nord-orientali Strojna-Pohorje; Vitanje-Konjice
                                     

3. Alpenvereinseinteilung der Ostalpen AVE

I Deutscher und Österreichischer Alpenverein, ovvero i Club Alpini austro-tedeschi, adottano una classificazione delle Alpi orientali denominata Alpenvereinseinteilung der Ostalpen AVE. Le Alpi orientali sono suddivise in 4 settori e 75 gruppi, secondo la revisione apportata al Moriggl-Einteilung der Ostalpen nel 1982 da Frank Grassler.

I quattro settori sono:

  • Zentrale Ostalpen Alpi centro-orientali
  • Nördliche Ostalpen Alpi nord-orientali
  • Südliche Ostalpen Alpi sud-orientali
  • Westliche Ostalpen Alpi orientali occidentali