Indietro

ⓘ Philip C. Jessup International Law Moot Court Competition




                                     

ⓘ Philip C. Jessup International Law Moot Court Competition

La Philip C. Jessup International Moot Court Competition, nota anche come Jessup Competition, è la più grande e più prestigiosa competizione di diritto internazionale pubblico del mondo alla quale partecipano ogni anno più di 700 università provenienti da circa 90 paesi. La competizione viene organizzata ogni anno dall’International Law Students Association, un’organizzazione non-governativa che si occupa di promuovere lo studio del diritto internazionale portando avanti una serie di attività indirizzate alla formazione didattica e professionale di studenti universitari iscritti a corsi di studio in Giurisprudenza ed affini. Fra queste, la Jessup Competition è una competizione avente ad oggetto una simulazione processuale in lingua inglese, nella quale squadre di studenti rappresentanti la propria università di appartenenza si affrontano nello studio di un caso che simula una controversia fra Stati davanti alla Corte internazionale di giustizia, l’organo giudiziario delle Nazioni Unite.

                                     

1. Storia della competizione

La prima edizione della Jessup Competition, ai tempi chiamata semplicemente International Law Moot, si svolse nel 1960 come esercizio di simulazione processuale fra studenti iscritti alla Harvard University. Con lestendersi della partecipazione ad altre università, primi vincitori ufficiali della competizione vennero proclamati nel 1963. Nello stesso anno, la competizione prese il nome da Philip C. Jessup, diplomatico e giurista statunitense, rappresentate alla Corte internazionale di giustizia dal 1961 al 1970. La competizione venne aperta ad università non-statunitensi nel 1968, per assumere poi dimensione globale a partire dal 1971.

                                     

2. Formato della competizione

Il modello didattico proposto della Jessup Competition si articola in due momenti distinti ma fra loro collegati: una prima fase dedita alla preparazione di memorie scritte e una seconda fase dedita alla preparazione della difesa orale delle argomentazioni. Gli studenti, preparati autonomamente presso l’università di appartenenza, vengono giudicati per entrambe le fasi da panel di giudici composti da docenti di diritto internazionale e professionisti del settore.

Ogni università ha diritto a registrare una squadra alla competizione, composta da 5 studenti iscritti a corsi di laurea in Giurisprudenza o materie affini. Ogni qual volta più di un’università dello stesso paese viene iscritta alla competizione, l’International Law Students Association organizza attraverso un National Administrator delle selezioni nazionali - i National Rounds. Le università si affrontano quindi a livello nazionale, in una selezione finalizzata ad attribuire il titolo di National Champion. L’università vincitrice si aggiudica – oltre al titolo – il diritto di partecipare alla competizione internazionale che si svolge ogni anno fra la fine di marzo e i primi di aprile a Washington USA.

                                     

3. La Jessup Competition in Italia

La prima partecipazione di università italiane alla Jessup Competition è datata 2003, quando studenti in rappresentanza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e dell’Università degli Studi Roma Tre diedero vita ai primi Italian National Rounds. Fino al 2013, la competizione si è svolta presso gli uffici milanesi dello studio legale Cleary Gottlieb Steen & Hamilton, partner ufficiale della competizione italiana. A partire dal 2014, sotto il nuovo branding Jessup Italy, la competizione ha adottato un modello organizzativo itinerante, e viene oggi ospitata ogni anno da una diversa università partecipante.

A partire dalledizione 2017, la Jessup Competition si svolge con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Anche gli utenti hanno cercato:

jessup problem 2020,

...
...
...