Indietro

ⓘ Bob Anderson




Bob Anderson
                                     

ⓘ Bob Anderson

Anderson debutta nel campionato del mondo di Formula 1 il 20 luglio 1963 in occasione del 15 British Grand Prix sul circuito di Silverstone: al volante di una Lola Mk 4 Climax gommata Dunlop del DW Racing Enterprises parte in 16ª posizione per classificarsi 12º, a sette giri dal vincitore Jim Clark. Nello stesso anno, sempre al volante della stessa vettura, partecipa al 34 Gran Premio dItalia disputato a Monza l8 settembre: partito 18, si classificherà ancora 12º, a 7 giri dal solito Jim Clark.

Lanno successivo, il 1964, è il migliore della carriera in Formula 1: Anderson si classifica infatti 3º in occasione del 2 Gran Premio dAustria sul circuito di Zeltweg. Anderson disputa in questa stagione 8 dei 10 eventi previsti dal mondiale, tutti al volante di una Brabham Bt 11 Climax gommata Dunlop del DW Racing Enterprises.

Gli anni seguenti, dal 1965 al 1967, Anderson corre sempre su una Brabham Bt 11 Climax della DW Racing Enterprises con la sola eccezione della gara sudafricana del 1967, dove si è schierato dal team ufficiale Brabham Racing Organisation senza grossi risultati. Il 14 agosto 1967 sul circuito di Silverstone, in occasione dei test di preparazione al Gran Premio del Canada, Anderson perde il controllo della sua vettura per aquaplaning: a causa dei gravi traumi subiti nellimpatto conseguente, il pilota britannico morirà sullambulanza durante il trasporto allospedale di Northampton.

Anderson ha preso parte a 29 Gran Premi, partendo in 25 occasioni con 8 ritiri, 2 non classificati e 4 piazzamenti a punti per un totale di 8 punti; i giri percorsi sono 1 370 su 1 870 teorici, pari al 74.99 %. La posizione media in griglia è la 14º 14.1, mentre nelle 15 gare in cui Anderson è presente nellordine di arrivo la posizione media è la 8º 8.2.

Anderson è stato sepolto nel cimitero di St Mary Churchyard, a Hendon, sobborgo di Londra.

                                     

1. Risultati in gara

Altre gare Formula 1

Come era solito in quel periodo, Anderson ha partecipato anche a gare di Formula 1 non valide per il campionato del mondo, cogliendo anche due vittorie: una in occasione del 15 Gran Premio di Roma del 19 maggio 1963 quando, sul circuito di Vallelunga fece segnalare anche il giro più veloce, ed una al Rhodesian Gran Prix, sul circuito di Kyalami, il 4 dicembre 1966. Le vetture utilizzate in queste gare sono ovviamente le stesse che Anderson ha utilizzato nei vari anni nelle gare di campionato Lola: 1963; Brabham: 1964-1967

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...