Indietro

ⓘ Affondamento




Affondamento
                                     

ⓘ Affondamento

Affondamento è il termine con il quale, nelluso comune della terminologia nautica della lingua italiana, si indica lazione bellica volontaria posta in essere per ottenere la sommersione completa di unimbarcazione o di una nave, sia essa passeggeri o mercantile civile, o nave da guerra e/o sottomarino militare.

Gergalmente, nel caso tale azione non riesca a raggiungere lo scopo con la dichiarazione di "perdita totale" e la cancellazione dai registri del naviglio militare o civile, si parla di "semiaffondamento", mentre per lazione di sabotaggio intenzionale per evitare la cattura della nave da parte del nemico si parla di "autoaffondamento".

Sono quindi escluse da tale definizione tutte le fattispecie di sinistri marittimi che portino alla perdita della nave ovvero di innavigabilità assoluta della stessa causata per fatto accidentale fortuito, doloso o colposo, per le quali si utilizza invece il termine generico di "naufragio" come definito dal codice della navigazione e leggi collegate.

                                     

1. Affondamenti celebri

  • Wilhelm Gustloff - 30 gennaio 1945, 7.700-9.343 morti considerato il più grave disastro di ogni epoca, atto di guerra
  • Caribou - affondato da un U-Boot tedesco 14 ottobre 1942, 135 morti
  • General von Steuben - 9 febbraio 1945, 4.000-4.500 morti
  • Junyo Maru - 18 settembre 1944, circa 5.620 morti
  • Shuntien - 23 dicembre 1942, silurato e affondato dallo U 559 tedesco al largo di Tobruch, muoiono tra gli 800 e 1.000 prigionieri italiani.
  • Ryusei Maru - 29 giugno 1944, 4.998 morti
  • Affondamento del General Belgrano, durante la guerra delle Falkland/Malvinas nel 1982
  • Affondamento della Cheonan da parte di un minisommergibile nord-coreano nel 2010
  • Affondamento della HMS Royal Oak, durante la seconda guerra mondiale
  • Thielbek - 3 maggio 1945, circa 2750 morti
  • RMS Lancastria - 17 giugno 1940, 2.000-5.000 morti
  • Koshu Maru - 3 agosto 1944, circa 1.540 morti
  • Toyama Maru - 29 giugno 1944, circa 5.600 morti
  • Affodamento del transatlantico Lusitania ; 7 maggio 1915, 1.198 morti, una delle cause che trascinò gli Stati Uniti dAmerica in guerra a fianco degli Alleati il 6 aprile 1917.
  • Tango Maru - 29 giugno 1944, 3.000 morti
  • Goya - 16 aprile 1945, oltre 7.000 morti
  • Cap Arcona - 3 maggio 1945 7.000-8.000 morti compresi quelli sul Thielbek e Athen
  • Affondamento della flotta francese a Mers-el-Kébir, durante la seconda guerra mondiale
  • HMHS Britannic - 21 novembre 1916, 30 morti
  • RMS Nova Scotia - 28 novembre 1942, affondato dal sommergibile tedesco U 177, vi trovano la morte 858 persone di cui 651 prigionieri di guerra italiani.
                                     

2. Autoaffondamenti celebri

  • Autoaffondamento della flotta francese a Tolone, durante la seconda guerra mondiale
  • Autoaffondamento della flotta tedesca a Scapa Flow, dopo la fine della prima guerra mondiale