Indietro

ⓘ Mandingo




Mandingo
                                     

ⓘ Mandingo

I mandingo sono uno dei maggiori gruppi etnici dellAfrica occidentale e centrale. Pur essendo composti da circa undici milioni di individui, i mandingo non costituiscono il principale gruppo etnico nei paesi ove risiedono, eccezion fatta per il piccolo stato costiero del Gambia.

Più che un singolo gruppo possono essere considerati come un continuum di popoli culturalmente e linguisticamente affini. Anche la lingua mandingo è costituita da una serie di idiomi diversi, anche se in genere reciprocamente comprensibili. Linguisticamente affini anche se si considerano gruppi etnici a sé stanti sono i soninké e i bambara del Mali e gli jula, insediati tra il Burkina Faso occidentale e la Costa dAvorio. Questi popoli a loro volta appartengono alla più vasta famiglia etno-linguistica dei mandé, che conta più di 20 milioni di individui e comprende gruppi etnici più distantemente correlati con i mandingo, tra i quali i mende della Sierra Leone, i susu della Guinea, i kpelle ed i vai in Liberia e molti altri.

La quasi totalità dei mandingo è di religione musulmana, e la maggior parte della popolazione alfabetizzata circa la metà degli adulti nelle zone rurali conosce la scrittura araba.

Nella loro storia i mandingo hanno costituito strutture statali piuttosto complesse, primo tra tutti lImpero del Mali, uno dei più vasti imperi africani del tardo medio evo 1250-ca.1500, ma regni mandingo hanno continuato a esistere nellarea fino allarrivo dei colonizzatori europei.

Tra il XVI e il XIX secolo circa un terzo dei mandingo sono stati deportati in America come schiavi.

                                     

1. Storia

Originari dellalto corso del fiume Niger, tra Mali e Guinea, i mandingo iniziarono a espandersi verso ovest e verso nord e dallXI secolo d.C. furono probabilmente tra gli stati vassalli dellImpero del Ghana, il primo dei grandi imperi dellAfrica subsahariana, e popolazioni di questo gruppo etnico furono probabilmente tra i primi abitanti dellantica città carovaniera di Djenné. Intorno al 1250, con la dinastia Djata, i mandingo divennero la forza predominante nella zona, e fino al 1500 ressero un vasto impero che si estendeva dalle coste del Senegal e del Gambia fino alle città stato degli hausa nellodierna Nigeria. In seguito il loro impero si ridusse progressivamente, a causa di invasioni da nord e da est, ma il nucleo centrale del loro territorio rimase sotto il loro controllo fino al 1645, quando altre ondate di invasioni, da parte dei bambara e dei fulani convertirono definitivamente la popolazione allislamismo e distrussero le ultime vestigia dellimpero. Lultima istituzione statale capace di unire la maggior parte dei mandingo fu limpero Wassoulou di Samori Touré, che tentò di opporsi al colonialismo francese alla fine del XIX secolo.

I mandingo sono stati tra i popoli maggiormente colpiti dalla tratta degli schiavi diretta verso le americhe. Una buona parte degli americani di colore di origine afro-americana dellAmerica del Nord discende dai mandingo. Kunta Kinte, il protagonista del best seller Radici che narra la saga di una famiglia di afroamericani, era di stirpe mandingo.

                                     

2. Economia

I mandingo vivono in zone rurali come supporto degli allevatori e degli agricoltori che coltivano arachidi, riso, miglio.

Anche se lagricoltura è la principale professione dei mandingo, non mancano mandingo che lavorano come sarti, macellai, tassisti, falegnami, fabbri, soldati, infermieri e volontari di associazioni umanitarie. Le mansioni delle donne sono nei lavori domestici.

Nelle zone orientali delle aree occupate dai mandingo, le città di questo popolo sono edificate presso rotte commerciali. Queste reti commerciali formano lasse portante del commercio tra la zona desertica al di sopra del fiume Niger, le zone di produzione e la costa. Questultima zona è diventata più importante dopo lavvento dei portoghesi, ma anche di altri europei, dal XVII secolo.

                                     

3. Cultura mandingo

Anche se la tradizione mandingo si basa sulla tradizione orale e non utilizza la scrittura non manca tra i mandingo chi sappia scrivere e leggere e vada a scuola. La maggior parte di chi sa scrivere utilizza lalfabeto arabo.

La tradizione orale viene tramandata anche tramite la musica, accompagnata a volte dal kora.

                                     

3.1. Cultura mandingo Tradizioni dei mandingo

La maggior parte dei mandingo vivono in famiglie dislocate in villaggi daspetto rurale. I villaggi rurali sono abbastanza autonomi guidati da una classe di anziani comandato da un capo.

                                     

3.2. Cultura mandingo Il matrimonio

I matrimoni dei mandingo vengono combinati dai parenti, specialmente nelle zone rurali.

La poligamia è frequentemente praticata dai mandingo dai tempi preislamici. Un mandingo può avere fino a quattro mogli, a condizione che egli sia in grado di prendersi cura di ciascuna di loro alla stessa maniera.

                                     

3.3. Cultura mandingo Il passaggio verso letà adulta

Avviene tramite la circoncisione a unetà di circa quattordici anni. Questo avviene separatamente per i due sessi.

Inoltre, a questetà, vengono loro insegnate le tradizioni mandingo le responsabilità degli adulti.

                                     

3.4. Cultura mandingo Credenze religiose e spirituali dei mandingo

Le credenze dei mandingo sono correlate con quelle della loro religione lIslam ma qualcuna, tuttavia, è ancora legata con la loro precedente religione lanimismo, ad esempio la paura di vivere in un mondo dominato da spiriti cattivi o streghe, i quali, secondo queste credenze, possono essere dominati da un marabutto.

I mandingo sono convinti che la Bibbia sia stata corrotta perché entra in contraddizione con il Corano e Maometto.

                                     

4. Mandingo famosi per stato

Senegal

  • Mamadou Lamine Dabo, musicista, coreografo, scenografo
  • Sektou Keita, musicista

Liberia

  • Alahaji GV Kromah, politico, educatore e avvocato
  • Momolu Dukuly, ex primo ministro della liberia
  • Sekou Conneh, politico
                                     

4.1. Mandingo famosi per stato Sierra Leone

  • Neneh Dabo, direttore della commissione anticorruzione della Sierra Leone
  • Mohamed Kakay, membro del parlamento della Sierra Leone al distretto di Koinadugu
  • Mohamed B. Daramy, ministro dello sviluppo e programmazione economica dal 2002-2007
  • Alaji Bomba Jawara, membro del parlamento della Sierra Leone al distretto di Koinadugu
  • Mabinty Daramy, attuale viceministro del commercio e dellindustria della Sierra Leone.
  • Haidara Kontorfilli, riformatore religioso islamico e anticolonalista
  • Alhaji Kemoh Fadika, attuale ministro sierraleonese in Arabia Saudita
  • Haja Afsatu Kabba, attuale ministro dellenergia e potenza della Sierra Leone
  • Minkailu Mansarau, attuale ministro del lavoro della Sierra Leone
  • Alaji Ahmad Tejan Kabbah, presidente della Sierra Leone dal 1996 al 2007
  • K-Man pseudonimo di Saccoh Mohemed, musicista
  • Alhaji Shekuba Saccoh, attuale ambasciatore della Sierra Leone in Guinea
  • Anaya Arbrisht, ecumenico e antitrazzista


                                     

4.2. Mandingo famosi per stato Guinea

  • Mory Kanté, il più famoso musicista Mandingo della Guinea in Italia
  • Sona Tata Condé, musicista
  • Sekouba Bambino, musicista
  • Lansana Kouyate, attuale primo ministro della Guinea
  • Almany Samory Touré, fondatore dellImpero Wassoulou, uno stato islamico militare che guida la resistenza antifrancese in Africa Occidentale
  • Ahmed Sékou Touré, nipote di Samory Touré, presidente della Guinea dal 1958 al 1984
  • NFaly Kouyate, musicista
  • Sidya Touré, primo ministro della Guinea dal 1966 al 1999
  • Alpha Condé, politico
                                     

4.3. Mandingo famosi per stato Mali

  • Moussa Kouyate, musicista
  • Salif Keïta, musicista
  • Massa Makan Diabate, storico, scrittore e drammaturgo
  • Aoua Keita, attivista e politico
  • Modibo Keïta, il presidente del Mali dal 1960 al 1968
  • Mansa Musa, il più famoso e celebrato di tutti gli imperatori del Mali
  • Yoro Diakité, ex primo ministro del Mali
  • Modibo Sibidé, attuale primo ministro del Mali
  • Tounami Diabaté, musicista
  • Baba Sissoko, musicista
  • Sundiata Keita, fondatore dellimpero del Mali
  • Daba Diawara, politico
                                     

4.4. Mandingo famosi per stato Liberia

  • Alahaji GV Kromah, politico, educatore e avvocato
  • Momolu Dukuly, ex primo ministro della liberia
  • Sekou Conneh, politico
                                     

4.5. Mandingo famosi per stato Gambia

  • Fatou Kuyateh, musicista
  • Ousainou Darboe, Opposition leader del Gambia.
  • Kombo Silla, guerriero leader dei musulmani
  • Sambou Susso, musicista
  • Masaneh Kinteh, capo militare
  • Bakary Bunja Darboe, ex vicepresidente del Gambia
  • Demba Sanyang, capo della Paramount
  • Foday Musa Suso, musicista internazionale
  • Lalo Kebba Drammeh, iconico suonatore di kora
  • Sanjalli Bojang, nazionalista
  • Yabcyba Kassama, ex ministro
  • Teneng Ba Jaiteh, capo del servizio civile
  • Ebrima Sillah, giornalista della BBC
  • Dembaa Conta, musicista internazionale
  • Sidia Jatta, oppositore politico
  • Bubacarr Jammeh, musicista
  • Sheriff Saikouba Ceesay, ministro
  • Edward Sinhateh, ex vicepresidente e ministro del Gambia
  • Sidat Jobat, ex ministro degli esteri
  • Lamin Sise, un assistente del segretario generale
  • Ansumana Manneh, ex capo militare
  • Morikebba Janneh, sotto segretario generale delle Nazioni Unite
  • Dawda Jawara, primo ministro e presidente del Gambia dal 1962 al 1994
  • Foday Kaba Dunbuya, ex vicepresidente e ministro del Gambia
  • Kelepha Sanne, guerriero e figura storica
  • Sheriff Mustapha Dibba, primo vicepresidente del Gambia dal 1965 al 1971 NCP Party Leader and Speaker of National Assembly
  • Mama Tamba Jammeh King of Yilliyassa in Baddibu & known to have posses mysterious powers
  • Faromang Singateh, primo governatore generale del Gambia
  • Lamin ADP Juwara, oppositore politico

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...