Indietro

ⓘ Halo (automobilismo)




Halo (automobilismo)
                                     

ⓘ Halo (automobilismo)

Halo è un sistema di protezione usato nelle serie formula della FIA che consiste in una barra curva posta a protezione della testa del pilota.

Il sistema è stato sperimentato per la prima volta nel 2015, diventando obbligatorio secondo omologazione e regolamento FIA dal 2018. I primi test con i prototipi dotati del sistema sono stati effettuati nel 2016 e nel luglio 2017. Dalla stagione 2018 la FIA ha reso obbligatorio Halo su ogni veicolo in Formula 1, Formula e Formula 2, e dal 2019 anche su ogni veicolo della Formula 3, come nuova misura di sicurezza.

                                     

1. Costruzione

Il sistema è costituito da una staffa che circonda la testa del conducente ed è collegata in tre punti al telaio del veicolo. Il componente è realizzato in titanio e pesava circa 7 chilogrammi nella versione presentata nel 2016. Il peso è salito a 9 chilogrammi nel 2017.

Il sistema non è sviluppato dai team, ma viene realizzato da un produttore esterno scelto dalla FIA ed è uguale per tutti i veicoli.

In una simulazione effettuata dalla FIA, utilizzando i dati di 40 incidenti reali, luso del sistema ha portato ad un aumento del 17% del tasso di sopravvivenza del pilota.

                                     

2. Storia e sviluppo

Il sistema Halo si basa su un progetto della Mercedes; il lavoro di sviluppo del simulatore è stato eseguito da Anthony Davidson. Dopo un ritardo di un anno nel gennaio 2017 la FIA ha annunciato che lo sviluppo del sistema si era concluso ed era pronto allutilizzo.

La FIA per lo sviluppo ha esaminato tre scenari fondamentali: la collisione tra due veicoli, un contatto tra un veicolo e lambiente circostante, come le barriere, le collisioni con veicoli e detriti. I test hanno dimostrato che il sistema Halo è in grado di ridurre in modo significativo il rischio di lesioni per il conducente. Inoltre, in molti casi, il sistema è stato in grado di evitare che il casco entrasse in contatto con una barriera utilizzando come riferimento una serie di incidenti già avvenuti. Durante lo studio dellultimo caso è stato appurato che Halo è in grado di deviare oggetti di grandi dimensioni e anche di fornire una maggiore protezione dai detriti più piccoli.

Il sistema non è utilizzato solo in Formula 1, ma anche in tutte le classi formula della FIA. Tuttavia, poiché i veicoli andranno riprogettati per introdurre questo sistema, per molte classi si dovrà aspettare la nuova generazione di monoposto per lintroduzione.

Nellagosto 2017 è stata presentata la Dallara F2 2018, nuova monoposto del campionato di Formula 2, prima a montare il sistema Halo. A gennaio 2018 la Formula E ha presentato la nuova monoposto, nominata SRT05e, anche questa presenta Halo.

                                     

3. Sistemi alternativi

In alternativa al sistema Halo la Red Bull Racing aveva sviluppato nel 2016 lAeroscreen, simile a un cupolino, che non ha ricevuto molto interesse dalla Federazione Internazionale dellAutomobile.

Dopo che i piloti avevano espresso la loro opposizione allintroduzione del sistema Halo, la FIA ha sviluppato lo Shield, un parabrezza in cloruro di polivinile basato sul concetto dellAeroscreen. Sebastian Vettel è stato il primo e unico pilota a provare lo Shield: durante le prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna 2017 il tedesco ha eseguito un solo giro con tale sistema, lamentandosi di una visione distorta e sfocata che gli impediva di guidare. La sua introduzione nel 2018 è stata successivamente esclusa, anche perché le squadre non avevano tempo sufficiente per provare e studiare lo Shield.

                                     

4. Critiche

Il sistema ha inizialmente suscitato molte critiche, tra cui quella di Niki Lauda il quale affermò come questo sistema snaturi lessenza stessa delle vetture da corsa, oltre a quelle di carattere estetico. Altri ex piloti, tra cui Jackie Stewart, hanno invece ben accolto il sistema paragonandolo allintroduzione a suo tempo delle cinture di sicurezza, che avevano suscitato le medesime critiche per poi diventare la norma anche sulle vetture di serie.

                                     
  • vettura di una categoria inferiore ad includere il sistema di sicurezza Halo in America. Motore: Honda K20C1 2.0 L Cambio: semi - automatico sequenziale
  • contemporaneamente da tutti i giocatori, ad esempio Pong o Bomberman. Alcuni giochi come Halo 2 permettono di avere fino a quattro giocatori nello schermo diviso su ogni
  • attuali della Formula 3 FIA, compresa l inclusione del sistema di sicurezza Halo Motore: Autotecnica Motori ATM AR - F3R quattro cilindri turbo Alfa Romeo
  • GP2 11. Questa è la prima nuova auto ad essere presentata con il sistema Halo incorporato nella fase finale del progetto. Il motore è un Mecachrome a
  • join Formula Regional European Championship, su italiaracing.net, 1º febbraio 2019. URL consultato il 2 febbraio 2019. Automobilismo Formula 2 Formula 3
  • F1, con una pinna sula cofano, e delle pance laterali più pronunciate. L Halo non era previsto nel progetto originario, ma la Dallara aveva studiato la
  • ancora del bianco nella parte centrale del muso e sul cofano motore, oltre all Halo C è anche il colore nero sull ala posteriore e la pinna del cofano motore
  • sono però anche due bande, una fucsia e una grigia, mentre nella zona dell Halo e sulla parte più bassa delle pance ce ne sono due bianche. L impatto
  • standard di sicurezza, ed è dotata di pannelli anti - intrusione e del sistema Halo Motore: Mecachrome Aspirato 3, 4 litri sei cilindri Cambio: Hewland semi - automatico
  • presente nella sul muso, nella parte dietro le sospensioni anteriori e sull halo Si aggiungono anche sull ala posteriore, nella parte esterna lo sponsor
  • rispetto alla stagione 2017 per via dell introduzione del sistema protettivo Halo Si ripoorta di seguito l evolversi della quantità massima di carburante
  • diminuita resistenza al rotolamento. Introdotto anche il sistema di protezione Halo nella struttura e un innovativo sistema di informazione visivo fruibile dal