Indietro

ⓘ Uguaglianza di genere in Azerbaigian




                                     

ⓘ Uguaglianza di genere in Azerbaigian

L uguaglianza di genere, nota anche come parità tra i sessi, parità di genere, è uno stato di accessibilità identica, uguale alle risorse ed alle opportunità, a prescindere dal sesso.

La dichiarazione universale dei diritti umani definisce i diritti umani uguali per uomini e donne. Purtroppo, le donne continuano ad essere il gruppo più vulnerabile al mondo che ha bisogno di meccanismi di protezione supplementari.

In poche parole, luguaglianza di genere sottointende rafforzare la protezione e promuovere tutti i diritti umani ugualmente per le donne e gli uomini.

                                     

1. Storia

In passato, le donne hanno svolto un ruolo importante nella società azerbaigiana ed avevano gli stessi diritti con gli uomini della famiglia. In particolare, i diritti delle donne durante i Khurramiti erano molto estesi.

Dopo lo stabilimento dellIslam nel paese come religione dominante, si è manifestata la disuguaglianza di genere nella società. Questo è dovuto principalmente al fatto che nella Sharia il potere assoluto di un uomo su una donna è chiaramente sottolineato.

Tuttavia, il primo stato democratico in oriente, la Repubblica Democratica dellAzerbaigian 1918-1920, è stato uno dei primi paesi al mondo a concedere alle donne i diritti di voto e altri privilegi democratici.

Repubblica Democratica dellAzerbaigian ha gettato le basi per luguaglianza di genere in Azerbaigian, dando alle donne i diritti senza precedenti. Tutti i privilegi necessari sono stati concessi alle donne durante lesistenza Repubblica Democratica dellAzerbaigian. Le donne che hanno raggiunto letà di 20 anni hanno ottenuto il diritto di eleggere e di essere elette. A quel tempo, nei tanti paesi del mondo le donne erano prive di queste opportunità.

Anche nella Repubblica Democratica dellAzerbaigian, lo status di una donna era molto elevata ", ha affermato Hijran Huseynova, presidente del Comitato statale per le questioni relative a famiglie, donne e bambini, ad una conferenza dedicata al 90 ° anniversario della creazione di Repubblica Democratica dAzerbaigian ed al riconoscimento dei diritti delle donne.

Il coordinatore residente delle Nazioni Unite in Azerbaigian, rappresentante del PSNU Bruno Puezza, ha dichiarato che lAzerbaigian ha una lunga tradizione nel campo della tutela dei diritti delle donne. Nel 1918, il nuovo parlamento indipendente dellAzerbaigian, nella sua prima seduta, ha discusso la questione della parità tra i sessi e nel 1919 il parlamento ha approvato una legge che prevede uguali diritti per uomini e donne ", ha detto.

Più tardi, già sotto il controllo dellUnione Sovietica, il ruolo delle donne in tutte le sfere della vita pubblica ha continuato a crescere, la parità di genere è stata raggiunta sia formalmente che praticamente.

Comunque, con il ripristino dellindipendenza statale del paese, il problema di genere è stato ripreso di nuovo e rimane uno dei temi attuali fino ad oggi.

                                     

2. Oggi

La soluzione del problema della parità di genere sia in tutto il mondo che in Azerbaigian, rimane come uno degli obiettivi dello sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite. Luguaglianza di genere è un segno della democrazia e della società civile.

In Azerbaigian, sono state adottate una serie di leggi sulla parità di genere. La questione della parità di genere in Azerbaigian è una delle priorità del governo.

Azerbaigian occupa lottavo posto nella nuova classifica globale per luguaglianza di genere. Attualmente, il rating comprende 144 paesi.

Il Forum Economico Mondiale ha pubblicato un nuovo rapporto sullindice divario di genere Il Global Gender Gap Report per il 2016. Lindice riflette lo status, i diritti e i ruoli delle donne e degli uomini in quattro settori fondamentali: istruzione, salute, economia e politica. Azerbaigian ha ricevuto 0.684 punti e ha preso il 86 ° posto. Per quanto riguarda laccesso allistruzione delle donne, il paese ha preso 83 ° posto in totale, ma 38 ° posto per la partecipazione alleconomia, 138 ° posto per le opportunità nel settore sanitario, 124 ° posto per il possesso del potere politico.

                                     

3. Legislazione

Secondo la Costituzione della Repubblica di Azerbaigian, gli uomini le donne sono uguali, in altre parole, hanno pari diritti e libertà e sono uguali davanti alla legislazione. La Costituzione vieta la discriminazione sulla base del genere, sesso. Inoltre, la discriminazione basata sul sesso nellambito dei diritti del lavoro non è consentita dalla Costituzione.

La Repubblica di Azerbaigian ha adottato un elenco di leggi a sostegno della parità di genere nel paese. Uno di essi è la legge sulle garanzie di uguaglianza tra donne e uomini, adottata il 10 ottobre 2006 e si compone di 21 articoli. Lo scopo della legge è quello di eliminare tutte le forme di discriminazione basate sul sesso. La legge prevede lassicurazione delluguaglianza di genere nelle sfere politiche, economiche, sociali, culturali e in altri settori. Per attuare la legge, gli enti statali devono regolarmente esaminare la legislazione sulla parità di genere e, se necessario, modificarli. Inoltre, la diffusione delle informazioni sulla parità di genere e listruzione in questo settore sono state individuate come le misure principali per legge.

La legge successiva che supporta e non consente la disuguaglianza e la violenza nella società è la legge sulla prevenzione della violenza nella famiglia, adottata il 22 giugno 2010. Legge intende impedire la violenza domestica in particolare tra i parenti stretti e riabilitare le conseguenze negative legali, mediche e sociali della violenza domestica per le vittime e fornire loro assistenza legale e sociale. Non è menzionato chiaramente nella legge che il suo scopo principale è quello di proteggere le donne dalla violenza domestica. Tuttavia, è chiaro che nella maggior parte dei casi sono le donne che diventano vittime della violenza domestica. La legge chiaramente identifica tre tipi di violenza domestica: "violenza fisica interna", "violenza psicologica interna" e "violenza sessuale domestica".



                                     

4.1. Cooperazione internazionale Convenzione sulleliminazione di tutte le forme di discriminazione nei confronti delle donne

Nel 1995, lAzerbaigian ha ratificato la Convenzione sulleliminazione di ogni forma di discriminazione della donna CEDAW.

La prima relazione del governo del Comitato dellONU sulleliminazione della discriminazione contro le donne CEDAW è stata pubblicata il 16 settembre 1996. Nella Convenzione si chiarisce il termine "discriminazione contro le donne" e si investe pienamente della responsabilità nei confronti degli Stati membri per prendere tutte le misure appropriate per eliminare tutte le forme di discriminazione contro le donne.

                                     

4.2. Cooperazione internazionale Fondo di sviluppo dellONU per le donne

La cooperazione tra Fondo di sviluppo delle Nazioni Unite per le donne UNIFEM e lAzerbaigian è stata attuata nellambito del progetto regionale "Le donne per la prevenzione dei conflitti e la costruzione della pace nel Caucaso del sud". La prima fase del progetto è durato dal 2001 al 2004, orientata a promuovere le attività delle organizzazioni femminili e sostenere gli attivisti, i leader e i giovani nel tema di uguaglianza di genere, la costruzione della pace e la prevenzione dei conflitti. La seconda fase del progetto è continuata dal 2004 al 2007 con lo scopo di migliorare il livello dei risultati nel campo della parità di genere e rafforzare la tutela dei diritti umani basati sulla CEDAW, la risoluzione 1325 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, gli obiettivi di sviluppo del millennio e la piattaforma dazione di Pechino.

                                     

5. Il Comitato statale per questioni della famiglia, delle donne e dei bambini

Il comitato statale per le questioni femminili è stato istituito con il decreto presidenziale del 14 gennaio 1998. Il comitato è stato sostituito con il comitato statale per le questioni relative alla famiglia, alle donne e ai bambini con un altro decreto presidenziale del 6 febbraio 2006. Lo statuto del Comitato è stata approvato dal Decreto Presidenziale il 9 agosto 2006.

Il Comitato è lorgano esecutivo centrale a livello ministeriale con la sede a Baku, capitale dellAzerbaigian, finanziato dal bilancio statale. Il Comitato è responsabile dellattuazione della politica statale riguardo alla famiglia. Il Comitato può proporre atti giuridici, firmare accordi con le autorità competenti di paesi stranieri e organizzazioni internazionali. Gli atti e gli accordi adottati devono essere conformi alle esigenze della Costituzione dellAzerbaigian, degli accordi internazionali a cui la Repubblica dAzerbaigian fa parte le leggi per lo svolgimento delle loro funzioni.



                                     
  • Il ruolo di genere la condizione femminile e i diritti delle donne in Egitto sono cambiati lungo tutto il corso della storia, dall antichità all era
  • riconoscimento dell omogenitorialità. l uguaglianza in materia di immigrazione. leggi anti discriminatorie in materia di occupazione ed alloggio. leggi contro
  • è pronunciata a favore della famiglia di Urrego, affermando che i diritti di dignità, educazione, uguaglianza non discriminazione, libero sviluppo della
  • sono determinati da una continua lotta militante in materia di uguaglianza di genere elementi che concorrono ad includere le condizioni richieste per
  • l allora Repubblica Democratica Somala, che hanno posto in una condizione di uguaglianza di genere comprendendovi anche i mariti e le mogli. La legge ha
  • discriminatori di singoli individui, ma anche su azione collettiva a sostegno dell uguaglianza di genere ad esempio un azione svolta contro il proprietario di un
  • nemmeno il v. 59 della sura delle Fazioni alleate lo afferma, anche se dice: Dì alle tue spose e alle tue figlie e alle donne dei credenti che si coprano

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...