Indietro

ⓘ TT81




TT81
                                     

ⓘ TT81

TT81 è la sigla che identifica una delle Tombe dei Nobili ubicate nell’area della cosiddetta Necropoli Tebana, sulla sponda occidentale del Nilo dinanzi alla città di Luxor, in Egitto. Destinata a sepolture di nobili e funzionari connessi alle case regnanti, specie del Nuovo Regno, larea venne sfruttata, come necropoli, fin dallAntico Regno e, successivamente, sino al periodo Saitico e Tolemaico.

                                     

1. La tomba

Alla tomba, che presenta una planimetria asimmetrica, differente da quella a "T" rovesciata tipica del periodo, si accede da un portico con sei pilastri. Già in questo portico notevole, nonostante le molte lacune e i danneggiamenti del tempo e delluomo, è lapparato pittorico: due stele riportano testi autobiografici; in una scena il defunto controlla il tesoro di Amon e la relativa distribuzione ai templi. In altra scena non ultimata il defunto, coadiuvato da assistenti ispeziona i prodotti e il bestiame destinato al tempio di Amon. In altro registro il controllo dei tributi nubiani, con donne e bambini, siriani, con donne e bambini e, tra laltro, un orso, ed egiziani che recano, comunque, prodotti di origine siriana. In altra scena il defunto, sotto la cui sedia dorme un cane, riceve offerte: animali, cacciagione, oche, gru, asini, montoni, capre e maiali; poco discosto, il defunto e la moglie a pesca e caccia con ippopotami, uccelli e pesci, mentre uomini pigiano luva, ricavano vino ne riempiono giare.

Sui pilastri:

  • f. scene di raccolto, mietitura, accumulo del grano, trebbiatura con i buoi e trasporto
  • e. scene di semina e aratura;
  • c. il defunto assiso con la lista delle offerte;
  • a. il defunto in piedi a caccia nel deserto con cani, anche di iene, e con alcuni aiutanti a caccia di gazzelle;
  • d. distrutta verosimilmente immagine simile al pilastro c.;
  • b. una casa con giardini, una lista di alberi e di palme; la moglie nella dispensa di casa;

Un breve passaggio, sulle cui pareti il defunto dinanzi alla Dea dellOccidente Hathor e ad Anubi, adduce ad un corridoio leggermente in diagonale. Sulle pareti scene della processione funebre, con la moglie, il fratello Pahery e il sarcofago trainato da buoi e del pellegrinaggio ad Abydos. Il corridoio termina in una piccola camera di forma irregolare in cui scene di uomini che trasportano gazzelle e vitelli, il defunto, la moglie e parenti a banchetto allietato da musicisti un arpista maschio e suonatrici di nacchere. Sul fondo in quattro statue, il defunto e la moglie, nonché i genitori di lui.

Un frammento di dipinto parietale, rappresentante il defunto e parte di un testo si trova oggi presso il Museo Egizio di Firenze cat. 6391.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...