Indietro

ⓘ Statuto dell'imprenditore commerciale




                                     

ⓘ Statuto dellimprenditore commerciale

Si distinguono due tipi di statuti che regolano lattività imprenditoriale: lo statuto generale dellimprenditore e lo statuto tipico dellimprenditore commerciale. Il primo regola tutte le tipologie di imprenditori: agricolo, commerciale, le piccole e medie imprese le imprese pubbliche e private. Lo statuto generale dellimprenditore comprende la disciplina dellazienda e dei caratteri distintivi, la disciplina e tutela della concorrenza e dei consorzi e infine la disciplina delle opere dellingegno. Con statuto tipico dellimprenditore commerciale si indica una speciale disciplina del diritto commerciale che si ricollega ad ogni soggetto che possieda la qualifica di imprenditore commerciale NON PICCOLO.

Lo statuto dellimprenditore commerciale si articola in cinque punti:

  • Obbligo di tenuta delle scritture contabili.
  • Obbligo di registrazione nel registro delle imprese tenuto dalla Camera di Commercio.
  • Soggezione alle procedure concorsuali.
  • Soggezione alla disciplina speciale della rappresentanza commerciale, con particolare riguardo alle figure dellinstitore, del procuratore e del commesso.
  • Capacità per lesercizio dellimpresa inabilitazione, incapacità.

Le ss società semplice e limpresa individuale che non svolge attività commerciale sono assoggettate allo statuto dellimprenditore commerciale solo quando sono di medie o grandi dimensioni, non quando si tratta di piccole imprese. Tutte le altre forme giuridiche, ovvero la snc, sas, spa, srl le sapa sono assoggettate allo Statuto dellimprenditore commerciale, indipendentemente che svolgano unattività non commerciale o che siano di piccole dimensioni. Pertanto per determinare se unimpresa individuale o collettiva società sia assoggettata allo Statuto dellimprenditore commerciale, occorre innanzitutto individuare la forma giuridica e vedere se rientrano in quelle forme giuridiche società semplice ed impresa individuale che in base alla dimensione ed allattività che svolgono, non permettono lassoggettamento allo Statuto dellimprenditore commerciale.

FONTE:G.F. Campobasso, Manuale di diritto commerciale; S. Crocetti e L. Fici, Diritto ed economia industriale

                                     
  • limitatamente alle imprese esercitate gli statuti dell imprenditore e quello dell imprenditore commerciale ma sono esonerati dall iscrizione nel registro
  • fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi È imprenditore commerciale chi esercita professionalmente una o più delle seguenti attività:
  • collaboratore. Al piccolo imprenditore si applica la disciplina generale sull impresa ma non lo statuto dell imprenditore commerciale egli è dunque esonerato
  • tre obblighi fondamentali: insieme all imprenditore titolare, deve secondo lo statuto dell imprenditore commerciale curare le iscrizioni richieste dalla
  • società commerciali tali società, qualora svolgano un attività non commerciale peraltro, non avranno lo statuto dell imprenditore commerciale e pertanto
  • capitale - lavoro, congiuntamente ad un affinamento culturale e professionale dell imprenditore Nel corso della battaglia di Adua la scomparsa del figlio Luigi
  • Bulgaria. È composto da tutti gli associati e si riunisce per statuto art. 20.1 Statuto Confindustria Bulgaria almeno una volta l anno. Il CONSIGLIO
  • esistenti, ma la classe commerciale premia anche i meriti nel settore del turismo. Inoltre, è espressamente previsto dallo statuto dell ordine che può essere
  • 60, contestualmente a una riforma dell organizzazione di Confindustria Statuto Pirelli sulla spinta dei cambiamenti che investono la società italiana
  • movimento cooperativo nel campo del credito popolare, per iniziativa dell imprenditore agricolo Michelangelo Calderoni - Martini nato a Gravina l 8 maggio