Indietro

ⓘ Carnuti




Carnuti
                                     

ⓘ Carnuti

I carnuti erano un potente popolo celtico della Gallia, stanziato tra la Senna e la Loira, nei territori che oggi corrispondono più o meno ai dipartimenti dellEure-et-Loir, Loiret e Loir-et-Cher. Il loro territorio era conosciuto tra i romani come il centro politico e religioso delle nazioni galliche. Le loro città principali erano gli oppida di Cenabum e Autricum. E proprio in una di queste aveva luogo la grande assemblea annuale dei druidi di cui parla Cesare nel De bello Gallico. Secondo una leggenda riportata da Livio, i carnuti furono una delle tribù che al tempo di re Tarquinio Prisco invase lItalia sotto la guida di Belloveso.

Nel I secolo a.C., i carnuti battevano moneta, su cui compaiono immagini come torque, cavalli al galoppo, triskelion, aquile, lune crescenti, serpenti, pentagrammi e croci celtiche.

Di loro parla anche Strabone nella Geografia IV,2-3 e Tolomeo, Geografia II,8.