Indietro

ⓘ Università di Pisa




Università di Pisa
                                     

ⓘ Università di Pisa

L Università di Pisa è una delle più antiche università italiane e dEuropa. Fondata nel 1343, è il secondo ateneo in Toscana dopo Firenze e lottavo in Italia.

                                     

1.1. Storia Origini

Le testimonianze iniziali della presenza a Pisa di scuole di diritto, laiche e monastiche, risalgono alla seconda metà del XII secolo, quando la città ebbe raggiunto un notevole sviluppo economico. Del secolo successivo sono le prime attestazioni riguardanti la presenza di dottori di medicina e chirurgia.

Leffettiva fondazione della scuola verrebbe individuata con la bolla In supremae dignitatis, siglata da Papa Clemente VI ad Avignone il 3 settembre 1343, dal cui incipit trae origine il motto delluniversità: In supremae dignitatis specula. Tuttavia, alcuni storici come Angelo Fabroni e più tardi Nicola Carranza e Giuseppe Rossi Sabatini, anticipano la data di fondazione al 1338, ponendo la distinzione fra nascita de facto e la concessione del privilegium. Pochi mesi dopo, alla prima bolla papale ne seguì una seconda con la quale Clemente VI, in via del tutto eccezionale, consentì ai religiosi di frequentare lo Studio pisano. Nel 1355 lo Studio fu riconosciuto anche dallimperatore Carlo IV e negli anni successivi, nonostante avversità quali guerre e pestilenze, lUniversità crebbe, avviando linsegnamento della grammatica nel 1369. Con la conquista di Pisa – oramai semidistrutta e impoverita – da parte dei Fiorentini, la sorte delluniversità segui quella della città, cosicché dopo il 1406, dovette chiudere.

                                     

1.2. Storia Dal XV secolo al XVI secolo

Nel 1473 Lorenzo de Medici riaprì lo Studio che perdurò sino al 1509 allorquando la città di Pisa, ricondotta sotto il dominio di Firenze, fu privata della sua Università poiché ribellatasi, nel 1494, in occasione della discesa di Carlo VIII di Francia. Sei anni più tardi, lUniversità fu riaperta e poté godere del ruolo preminente assunto dalla città dove, per volontà dei Medici, confluirono gli interessi commerciali e immobiliari delle famiglie fiorentine del tempo.

Lo studio pisano fu riaperto in via definitiva, grazie a Cosimo I de Medici, il 1º novembre 1543 e collocato presso la sede di palazzo della Sapienza, laddove poté disporre dellinnovativo orto botanico e di un corpo docente qualificato e debitamente remunerato.

                                     

1.3. Storia Dal XVII secolo al XIX secolo

Nel corso del XVII e XVIII secolo lateneo ebbe un periodo di intensa e prolifica attività, sorsero le nuove cattedre di fisica e chimica, furono ampliati lorto botanico e il museo di scienze naturali e terminata la Specola.

Allinizio del XIX secolo nacque la cattedra di clinica chirurgica e la prima facoltà di agraria, questultima ad opera di Cosimo Ridolfi. Dal 1° al 15 ottobre 1839, Pisa ospitò il primo congresso degli scienziati italiani, a cui parteciparono oltre quattrocento studiosi. Dal 1850 si svilupparono gli insegnamenti ingegneristici con listituzione dei corsi di laurea di ingegneria civile e di architettura, ai quali seguì, nel 1875, il primo corso di applicazione per ingegneri.

Con la legge del 31 luglio 1862 lateneo pisano venne riconosciuto come una delle sei università primarie nazionali, insieme a quelle di Bologna, Napoli, Palermo, Pavia e Torino.

                                     

1.4. Storia Dal XX secolo alletà contemporanea

Nel 1913 fu inaugurata la Scuola di applicazione di ingegneria, poi costituitasi nella facoltà di ingegneria delluniversità nel 1935. Nel 1923 la riforma Gentile riconobbe luniversità pisana come ateneo di rango. Luniversità fu la prima in Italia a istituire nel 1969 un corso di laurea in informatica. Nellottobre 2008, lateneo fu lepicentro di un movimento critico nei confronti della riforma scolastica ed universitaria attuata dal governo Berlusconi; tali moti di protesta sfociarono, durante il 2010, nelloccupazione di diverse facoltà universitarie e di luoghi strategici della città quali ponti, stazioni, aeroporto e la caratteristica torre pendente.

                                     

2. Strutture

Lateneo è organizzato nei seguenti dipartimenti:

Ai dipartimenti afferiscono le due scuole interdipartimentali di:

  • Ingegneria
  • Medicina

Luniversità di Pisa mantiene stretti rapporti – in termini di docenti e servizi in comune – con le altre due istituzioni universitarie pisane: la Scuola Normale Superiore di Pisa e la Scuola Superiore SantAnna.

                                     

2.1. Strutture Biblioteche

La biblioteca universitaria di Pisa risale al 1742 ed è ospitata nei locali del palazzo della Sapienza. Il sistema bibliotecario di ateneo è composto da altre biblioteche, divise tra sei poli tematici, collocate nei vari dipartimenti.

                                     

2.2. Strutture Casa editrice

Nel 2012 lateneo ha istituito una propria casa editrice denominata Pisa University Press.