Indietro

ⓘ Fright Night 2 - Sangue fresco




Fright Night 2 - Sangue fresco
                                     

ⓘ Fright Night 2 - Sangue fresco

Una contessa del medioevo ritorna nel mondo contemporaneo e moderno, sotto le mentite spoglie,di una professoressa universitaria, che durante un master, condotto in Romania da un gruppo di ragazzi appartenenti ad un’università americana, e durante questa gita master di formazione, gli studenti, prendono l’albergo proprio di fronte alla casa della donna, professoressa di storia dell’arte, dalla finestra un’ora dopo, uno degli studenti coglie la professoressa in atteggiamenti intimi con una ragazza misteriosa e strana dai capelli rossi, il compagno di classe di lui, sbircia anche lui dalla finestra, e trova la scena imbarazzante di cattivo gusto, un professore va ad avvisare passando per le camere di tutti i ragazzi, porta a porta, per avvisarli che il corso notturno stava ormai per iniziare, e che si dovevano preparare per uscire dalle camere, e dovevano precipitarsi all’ingresso dell’albergo, il corso si teneva quella sera in un vecchio cinema,i ragazzi erano tutti seduti sulle loro poltrone della sala,in attesa dell’arrivo della professoressa, che avrebbe tenuto il corso, all’improvviso appare nella sala completamente oscurata la professoressa scendendo le scale,con i fari puntati su di lei, tutti gli studenti la guardarono attoniti e attenti in silenzio, scende le scale,è una donna bellissima, apparentemente è innocua e sensibile, gentile generosa Accolta da una musica da’ pathos, che incute terrore e tensione, avanza verso il palco e monta sul piedistallo presidenza, e da un microfono sì rivolge e sì presenta ai suoi alunni, spiegando loro come verrà presentato e amministrato il corso per punti, dietro di lei un monitor televisivo enorme Trasmette immagini mischiate, gotiche e non solo,lei si presenta e si mostra come una persona meravigliosa…normale, insostenibile,con i suoi capelli neri in una coda di cavallo,una camicia rossa,dei pantaloni neri con le scarpe a spillo nere, sorridente e tranquilla, serena, spigliata.proprio come se quel mestiere l’avesse fatto da sempre,ma questo sì rivela essere poi un sogno di uno degli studenti in sala, che si era addormentato Magari dalla noia o dalla voce soave dolce e smaliziata della professoressa che incanta tutti, e in quella circostanza sì sveglia di soprassalto, facendo ridere tutti i suoi compagni di classe, e la professoressa lo prende in giro letteralmente e spudoratamente in tutti i sensi,al suo risveglio improvviso, mentre la professoressa stava spiegando storia dell’arte, le luci erano accese e mentre tutti stavano facendo attenzione alla spiegazione del l’insegnante, e prendevano appunti, finita la lezione alla mattina,tre studenti del corso, e uno di loro In particolare, sì accorge che nella professoressa c’è qualcosa che non va Che non è palpabile e normale, qualcosa di strano e ti misterioso c’è sotto E decide per questo motivo di formulare unindagine sul caso e conto di quella donna,così sì introduce di nascosto in casa della donna,sua professoressa, e trova le prove a favore, della sua tesi formulata, infatti trova in quella casa tutte le prove,c’è un quadro che emerge da un muro Un quadro che la ritrae in abiti del 1610,con la cornice in oro,una vasca enorme in ottone filettata, piena ma non d’acqua,di sangue.poi una bara con un sigillo riconosciuto da lui, e riconoscibilissimo da tutti, quello della contessa sanguinaria,con lo scudo le zanne di lupo, ovvero lo stemma araldico di Erszébet Báthory,lui capisce che la sua professoressa è in realtà la contessa sanguinaria,sì nasconde dentro la bara, riprendendo il tutto,con il telefonino facendosi luce,all’interno della bara,con il coperchio leggermente alzato,poi due donne entrano nella stanza, per un crudele e cruento episodio, poi una donna anziana,con un mantello nero incappucciata sì insinua nella mente della ragazza giovane che è con lei in quel momento, e inducendo la ragazza a spogliarsi la uccide con la forza dell’ipnosi, e della dominazione della mente,con una formula magica in ungherese,poi una volta ottenuto il liquido vitale importate per lei per mattenersi giovane,poi una volta che l’atto è stato commesso, la donna si toglie poi il mantello e si tuffa all’interno della vasca sì distende con tutto il corpo complimente, sotto il liquido rosso, con soddisfazione, e poi rinviene e riemerge da la sotto, giovane e soprattutto con le fattezze di una ragazza giovane con le sembianze umane della sua professoressa del corso,poi esce dalla vasca, e assorbe il sangue il suo derma e scopre che il suo alunno l’ha scoperta inflagrante, e lo manda via,in modo accondiscendente,lui decide di avvertire la polizia, sulla scomparsa del suo compagno di classe, quella sera stessa va a in camera della sua compagna di classe e trova subito li la professoressa vestita di nero la stessa che un momento prima aveva visto nella sua casa completamente nuda,con i capelli bagnati, e il trucco scolorito,poi lui confessa alla sua amica che la professoressa non è altro che un Vampiro, e afferra la Bibbia Ma la professoressa la prende tranquillamente dalle sue mani senza bruciarsi, e lo prende per matto e disperatissimo, trattandoci tranquillamente, e poi esce dalla porta con un sorriso ammiccante e un saluto da vamp li saluta,ma dopo una discussione tra amici lui corre in stanza, apre il suo computer portatile,fa una ricerca, digitando il nome Erszébet Báthory, e scopre cose nuove,poi al suo amico gli parla del suo problema coi Vampiri, e grazie ad un computer con un app delle leggende metropolitane sui Vampiri, decidono insieme così di contattare un conduttore televisivo,del mistero.che proprio in quei giorni stava girando un documentario dei castelli rumeni più famosi, e loro per individuarlo sono uscìti dalla loro camera, dell’albergo, per raggiungerlo anche nella vita privata, quando lui e la sua truop erano andati all’interno di un naghtclub, dove si divertivano i personaggi famosi del programma. I ragazzi fanno un accordo con lui e distruggono la contessa Báthory,