Indietro

ⓘ Rivolte di Newark del 1967




                                     

ⓘ Rivolte di Newark del 1967

Le rivolte di Newark del 1967 furono una delle 159 rivolte razziali che coinvolsero diverse città degli Stati Uniti in quella che venne definita giornalisticamente la "lunga estate calda del 1967". La rivolta avvenne nella città Newark, New Jersey tra il 12 ed il 17 luglio, 1967. I 4 giorni di rivolta provocarono saccheggi, distruzione di proprietà e la morte di 26 persone e centinaia di feriti.

                                     

1.1. I fatti 12 luglio

Le rivolte di Newark del 1967 furono la risposta alleccessiva forza usata dalla polizia di Newark nel pestaggio del tassista afro-americano John Smith.

Questi disordini e cambiamenti sociali si sono conclusi quando due agenti di polizia bianchi di Newark, John DeSimone e Vito Pontrelli, arrestarono il tassista di colore, John William Smith, nella sera del 12 luglio. Dopo aver segnalato, Smith superò la doppia auto della polizia parcheggiata, dopo di che fu inseguito e trascinato dagli ufficiali. Fu arrestato, picchiato dagli ufficiali e portato al 4 ° Distretto di polizia, dove fu accusato di aver aggredito gli agenti.

I residenti di Hayes Homes, un grande progetto di edilizia popolare, videro Smith essere trascinato dagli agenti, e delle voci diffusero che fosse stato picchiato a morte mentre era sotto la custodia della polizia. Smith infatti fu rilasciato sotto la custodia del suo avvocato. La voce, tuttavia, si diffuse rapidamente e una grande folla si formò presto fuori dal distretto. A questo punto, i resoconti variano, con alcuni che dicono che la folla ha lanciato pietre attraverso le finestre del distretto e la polizia si è precipitata fuori indossando elmetti e portando mazze. Altri dicono che la polizia si è precipitata fuori dalla loro stazione prima di affrontare la folla, e poi hanno iniziato a gettare mattoni, bottiglie e rocce.

                                     

1.2. I fatti 13 luglio

In questo giorno, viene organizzata una marcia di protesta contro la brutalità della polizia in città. Durante la manifestazione, una donna sconosciuta ha frantumato le finestre del 4 ° distretto con una barra di metallo: Presto cominciarono azioni di saccheggio che si diffusero sulla via Springfield Avenue, nel distretto Affari. Bottiglie Motolov furono gettati nei negozi e interi edifici andarono a fuoco. Unauto venne bruciata e a breve un poliziotto fu ferito da un mattone lanciato. In tutta risposta furono sparati dei colpi darma da fuoco dai poliziotti. Da mezzanotte, i saccheggi si diffusero anche in altre aree della città. Luna fu ordinato ai poliziotti di sparare se necessario Entro le prossime due ore, la Guardia Nazionale le truppe di stato furono inviate per affrontare la folla.

                                     

1.3. I fatti 15 luglio

La sera del 15 luglio, una donna di nome Rebecca Brown fu uccisa a colpi di fucile attraverso la finestra del suo appartamento al secondo piano. La morte di Rebecca istigò nuovamente una più forte reazione. Al sesto giorno rivolte, saccheggi, violenza e distruzione portarono alla morte di 16 civili, 8 sospetti, un poliziotto e un pompiere morti; 353 civili, 214 sospetti, 67 poliziotti, 55 pompieri e 38 militari feriti e 689 civili e 811 persone arrestate con laccusa di danni alla proprietà del valore di 10 milioni di dollari. Le rivolte sollecitarono una forte risposta da parte delle forze dellordine, che dispiegarono 7917 persone tra poliziotti e Gurdia Nazionale portando a 1465 arresti e 26 morti. Nello sforzo di contenere le rivolte ogni sera alle 18:00 le vie Bridge Street e Jackson Street Bridges lungo il fiume Passaic tra Newark e Harrison venivano chiuse fino al mattino.

                                     

2. Nella cultura di massa

Le rivolte furono rappresentate nel romanzo del 1997 di Philip Roth American Pastoral e nel film, adattato dal romanzo del 2016 diretto da Ewan McGregor, con Jennifer Connelly e Dakota Fanning.

Gli eventi fanno da sfondo ad una sezione del romanzo del 2017 4 3 2 1 di Paul Auster.

Revolution 67 è un documentario sulla rivolta nominato ai premi Emmy, dei produttori Marylou and Jerome Bongiorno. Fu trasmesso sulla PBS nel 2007 come parte della sua serie tv POV ed esamina le cause ed i risultati delle rivolte.