Indietro

ⓘ Categoria:Romanze




                                               

Celeste Aida

Celeste Aida è una romanza intonata da Radamès nel primo atto dell Aida di Giuseppe Verdi, su libretto di Antonio Ghislanzoni. È preceduta dal recitativo Se quel guerrier io fossi.

                                               

Dein ist mein ganzes Herz

Dein ist mein ganzes Herz è una romanza tratta dalloperetta Il paese del sorriso musicata da Franz Lehár su libretto di Ludwig Herzer e Fritz Löhner-Beda, andata in scena per la prima volta al Metropol-Theater di Berlino il 10 ottobre 1929 con Richard Tauber.

                                               

Mentìa lavviso

Mentìa lavviso è una scena e romanza per tenore e pianoforte composta da Giacomo Puccini il 10 giugno 1883 o nei giorni immediatamente successivi. Fu scritta da Puccini per lesame finale al Conservatorio di Milano, utilizzando la scena II dellatto IV de La solitaria delle Asturie ossia la Spagna recuperata, un vecchio libretto di Felice Romani messo in musica per la prima volta da Carlo Coccia nel 1838. La datazione si ricava da un abbozzo conservato presso la biblioteca del Conservatorio G. Verdi di Milano, sulla cui pagina iniziale Puccini annotò: "I° esame Ideale ore 6 pomeridiane / dom ...

                                               

Romanza per flauto e pianoforte (Honegger)

La romanza per flauto e pianoforte H 211 di Arthur Honegger è un brano abbastanza breve del compositore svizzero. Non ci sono alterazioni in chiave, lindicazione di tempo è di tre quarti, anche se è indicato soltanto il tre, lagogica è "Andantino".

                                               

Romanza per violino e orchestra n. 1 (Beethoven)

Oltre al Concerto op. 61, le uniche altre composizioni terminate di Ludwig van Beethoven per violino e orchestra sono le due romanze: la Romanza n.1 in Sol maggiore, op.40 e la Romanza n.2 in Fa maggiore, op. 50. Nella produzione beethoveniana per violino la Romanza op. 40 segue di pochi anni le 3 Sonate per violino e pianoforte op.12 dedicate ad Antonio Salieri, suo maestro di composizione composte nel 1797-1798, le Sonate op. 23 e 24 pubblicate nel 1801 ed è contemporanea alle 3 Sonate op.30, scritte a cavallo del 1801-1802 e dedicate allimperatore Alessandro di Russia. La seconda Romanz ...

                                               

Romanza per violino e orchestra n. 2 (Beethoven)

Oltre al Concerto op. 61 le uniche altre composizioni di Ludwig van Beethoven per violino e orchestra sono le due Romanze op.40 e op. 50. Nella produzione beethoveniana la Romanza op. 50 è una delle prime composizioni per violino: è infatti coeva alle 3 Sonate per violino e pianoforte op.12 dedicate ad Antonio Salieri, suo maestro di composizione composte nel 1797-1798. La Romanza op. 40, anche se pubblicata in precedenza rispetto allop. 50, è in realtà successiva e la sua composizione risale ai primi anni del XIX secolo. Si data la composizione del brano al 1798 circa, anno in cui si ebbe ...

                                               

Romanze senza parole (Mendelssohn)

Le Romanze senza parole sono 48 brevi brani per pianoforte composti da Felix Mendelssohn tra il 1829 ed il 1845. Furono pubblicate in otto raccolte di sei brani ciascuna.

                                               

Sole e amore

Sole e amore è una romanza per voce e pianoforte di Giacomo Puccini. Composta tra febbraio e marzo 1888, fu pubblicata il 15 dicembre 1888 sul supplemento del periodico artistico-musicale genovese "Paganini" anno II, n. 23. Lautografo fu donato da Puccini a Francesco Paolo Tosti nel 1906 e presenta alcune varianti minori rispetto alledizione a stampa. Non è indicato il nome dellautore dei versi, ma la metrica assai libera e lo stesso linguaggio utilizzato sembrano suggerire che siano stati scritti dallo stesso Puccini. Il testo è liberamente - e scherzosamente - ispirato al sonetto Mattina ...

                                               

Le souvenir présent céleste

Le souvenir present céleste è una romanza per voce e pianoforte di Vincenzo Bellini. A giudicare dalla data dellautografo, 16 agosto 1835, si tratta dellultima composizione nota del maestro catanese. Le 25 battute in Do maggiore furono vergate da Bellini su un foglio pentagrammato a mano e siglato "V. Bellini / Paris 16. Aout 1835". Si ignora la loro destinazione, ma si sa che lautografo fece parte della collezione dellavvocato Francesco Chiarenza Astor, erede di Carmelo Bellini, fratello di Vincenzo. Nel 1901 la romanza fu pubblicata per la prima volta da Francesco Paolo Frontini con il t ...