Indietro

ⓘ Betania oltre il Giordano




Betania oltre il Giordano
                                     

ⓘ Betania oltre il Giordano

Betania oltre il Giordano è uno dei due luoghi in cui Giovanni Battista fu battezzato e dove incontrò per la prima volta Gesù, secondo il Vangelo attribuito a Giovanni. Sebbene la tradizione cristiana ritiene il posto esatto a Perea e nella regione di "Al-Maghtas" in Giordania, gli storici ritengono che la posizione di Betania oltre il Giordano sia in realtà sconosciuta, poiché il mantenimento della zona secondo la tradizione è materialmente impossibile.

                                     

1. Nel Vangelo attribuito a Giovanni

Il Vangelo attribuito allapostolo Giovanni individua lattività di Giovanni Battista sulle rive del Giordano Giovanni 10, 40. Più preoccupato dellaccuratezza topografica rispetto ai vangeli canonici, suggerisce che il suo autore conosca almeno le tradizioni locali, il Vangelo di Giovanni infatti menziona due luoghi in cui Giovanni battezzò. "Vicino a Salim dove le acque sono abbondanti" è identificato nel luogo chiamato "Uyum" a Ain Farah

Laltra "Betania oltre il Giordano, dove Giovanni stava battezzando." dove avvenne il primo incontro tra Gesù e Giovanni si trova a Perea oltre il Giordano secondo la tradizione cristiana. Tuttavia, secondo il lavoro di Murphy OConnor, ripreso da François Blanchetière, questa posizione è impossibile.

Il nome Betania oltre il Giordano è usato per distinguere questo luogo dalla città di Betania, situata a quindici stadi da Gerusalemme dove la famiglia di Lazzaro, Maria Maddalena e Marta aveva delle proprietà e una residenza dove Gesù fece un pasto: "Sei giorni prima della Pasqua" prima di entrare a Gerusalemme.

                                     

2.1. Il sito tradizionale Origene e Bethabara

Nel III secolo, Origene scrisse nel suo Commentario su Giovanni:

Origene è il primo autore a proporre di identificare il sito Betharaba a Betania oltre il Giordano. Si può vedere, tuttavia, che questa identificazione è basata su una confusione con la città di Betania dove Lazzaro, Maria Maddalena e Marta avevano una casa. Un secolo dopo, troviamo in Giovanni Crisostomo, la tradizione che identifica "Betania oltre il Giordano" con Betharaba. Sulla mappa di Madaba esiste sulla posizione dei due luoghi in cui Giovanni stava battezzando, poiché rappresenta il sito di Aenon in due luoghi diversi sulla mappa, uno dei quali è quello mantenuto dagli storici. Di fronte al sito sbagliato per Aenon troviamo Bethabara, localizzazione errata in sé poiché non si trova "oltre il Giordano" ma più sotto.

Tuttavia, diversi manoscritti attestano che questa tradizione era abbastanza potente tale da modificare il testo del Vangelo attribuito a Giovanni. Il nome Betania oltre il Giordano è sostituito dal nome Betharaba. Questa modifica del XVII secolo si trova nella Bibbia di Re Giacomo.

                                     

2.2. Il sito tradizionale Altre citazioni

Epifanio 750-800 menziona una grande chiesa sulla riva del fiume, un miglio a ovest del monastero di S. Giovanni Battista.

                                     

2.3. Il sito tradizionale Al-Maghtas

Al Maghtas arabo: المغطس, che significa "battesimo" o "immersione" in arabo, è un luogo della Giordania sulla riva orientale della Giordania, situato a 10 chilometri a sud-est di Gerico, di fronte al sito di Betabara. Questo sito è, secondo la tradizione ebraica, il luogo in cui Giosuè avrebbe passato gli ebrei quando entrarono in Palestina. Secondo la tradizione cristiana che si accorda con la tradizione ebraica per la valorizzazione teologica di questo sito, sarebbe anche la Betania oltre il Giordano del Vangelo attribuita a Giovanni. Questa indicazione è inclusa nelle guide turistiche.

Dal 1994, una squadra giordana guidata dal professor Mohammad Waheeb ha condotto diversi scavi archeologici nella regione. Papa Giovanni Paolo II ha visitato il sito nel marzo 2000, così come Benedetto XVI nel maggio 2009 e Francesco nel maggio 2014. Nel 2007, un film documentario intitolato "Il battesimo di Gesù Cristo - Scoprire Betania oltre il Giordano" è stato girato sull’argomento.

Il 5 luglio 2015, il sito è stato inserito nellelenco dei patrimoni dellumanità dellUNESCO e diventa così il quinto sito in Giordania, insieme a Tell Mar Elias. Il governo giordano promuove la costruzione di chiese e centri di accoglienza assegnando lotti a diverse comunità cristiane. Tuttavia, secondo la mappa di Madaba, che corrisponde grosso modo a quella del sito, non è stato chiamato Betania, ma Enon, il nome dellaltro luogo dove Giovanni stava battezzando e si trova vicino a Salim Samaria più a nord. Da parte sua, il Ministero del Turismo israeliano ha annunciato lapertura del sito Kasser al Yahud - che corrisponde a Bethabara citato da Origene - come "il luogo del battesimo di Gesú.



                                     

3. Ipotesi

È stato ipotizzato che Bethabara potrebbe designare larea che Giuseppe Flavio chiamato Batanea o un luogo chiamato Betania e situato nella Betanea che è una delle regioni della tetrarchia di Filippo. Questultimo si trova a nord-est del lago di Galilea ed è separato dalla Galilea solo dal fiume Giordano. Secondo Giuseppe Flavio, una delle sue grandi città si chiamava Ecbatana Έχβατάνα scritto anche Én Batania έν Βατάναια. Troviamo la radice "btn" in tutti questi nomi, mentre lebraico o laramaico contengono vocali. Per D. A. Carson che supporta questa ipotesi, Betania è una possibile traslitterazione del nome della Betania in aramaico verso il greco. La regione è ben situata "oltre il Giordano" ed è a un giorno di distanza da Cana. Quando "Gesù decise di andare in Galilea; per incontrare Filippo che era di Betsaida" il che potrebbe indicare che Betania oltre il Giordano fosse vicino a Betsaida e sulla strada per andare in Galilea, che corrisponde effettivamente alla posizione del Betanea.

Potrebbe essere il sito dellantica città ebraica di Ecbatana scritto anche Έχβατάνα έν Βατάναια o έν Βατάνοις, Shimon Applebaum pensa di aver localizzato una rovina a Al-Ahmadiyah Golan in Siria. Una delle due città con Bassir, dove Erode il Grande aveva installato il "Babilonese" Zamaris e il suo clan in opposizione al banditismo Traconitide negli ultimi dieci anni del suo regno 10-7 a.C.