Indietro

ⓘ Michail Markovič Borodin




Michail Markovič Borodin
                                     

ⓘ Michail Markovič Borodin

Un primo grave incidente, nel marzo 1926, minò le relazioni dei consiglieri sovietici e dei loro alleati a sinistra del Kuomintang con Chiang Kai-shek. Borodin, assente da Canton in quel periodo, apprese che Chiang aveva arrestato tutti i consiglieri sovietici incluso il capo di una missione di ispezione in Cina, Andrej Bubnov. Chiang credeva che i comunisti avrebbero cercato di arrestarlo e portarlo su una piccola cannoniera, la Zhong Shan.

Borodin riuscì a ricongiungersi a Chiang Kai-shek, ma la loro alleanza era diventata molto fragile. Il 9 luglio 1926, davanti a centomila soldati dellEsercito Rivoluzionario Nazionale ANR, formato in parte dagli ex studenti dellAccademia militare di Whampoa e dotato di equipaggiamento russo, Chiang fece un discorso, alla presenza di Borodin e Blücher, che segnò linizio ufficiale della spedizione.

Nel marzo del 1927, mentre le truppe nazionaliste progredivano, il capo cinese ruppe lalleanza con il Partito Comunista Cinese, iniziando ad eliminare i sostenitori, prima a Canton poi ad Hankou.

Per i consiglieri sovietici, questo voltafaccia di Chiang Kai-shek non mise immediatamente in discussione la loro presenza in Cina. Per alcuni mesi, Borodin giocò la carta di Wang Jingwei, un oppositore di sinistra allinterno del Kuomintang, che a Wuhan aveva creato un governo rivale a quello di Chiang Kai-shek di Nanchino.

Richiamato bruscamente a Mosca, Borodin non ebbe più alcun ruolo importante. Sfuggì alle epurazioni prebelliche di Stalin contro i partigiani di Zinoviev, spesso provenienti dai ranghi del Comintern. Gestì prudentemente lagenzia di stampa Tass e pubblicò il "Moscow Daily News", dal 1932 alla fine del 1940. Nel 1949, nellURSS si intensificarono le campagne contro gli "ebrei" che si rivelarono fatali. Arrestato per le sue origini ebree, Borodin, che aveva conosciuto in Cina uno straordinario potere politico e militare durante il breve periodo della sua missione, morì poco dopo, quasi anonimo, in un campo di lavoro vicino a Irkutsk.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...