Indietro

ⓘ Diritto di voto




Diritto di voto
                                     

ⓘ Diritto di voto

Il diritto di voto è il diritto che assicura a un individuo la possibilità di manifestare la propria volontà durante unelezione. In molti Stati del mondo è un diritto costituzionale.

Prima dellintroduzione del suffragio universale il diritto di voto era limitato per censo suffragio censitario o per cultura suffragio capacitorio.

                                     

1. Parallelismo dellelettorato attivo e passivo

La Corte europea dei diritti delluomo ricostruisce il diritto di voto - riconosciuto dallarticolo 3 del primo Protocollo alla CEDU - come cardine per due diritti che sono la doppia faccia della stessa medaglia: il diritto di votare e quello di competere per essere eletti.

Si tratta del cosiddetto parallelismo dellelettorato attivo e dellelettorato passivo, che nella dottrina costituzionale italiana è fatto risalire a due diverse norme: l’articolo 48 diritto di voto e l’articolo 51 accesso alle cariche elettive della Costituzione.

                                     

2. Storia del diritto di voto in Italia

In Italia il diritto di voto nel 1861 era riservato ai soli cittadini maschi di età superiore ai 25 anni e di elevata condizione sociale. Nel 1881 il Parlamento approvò lestensione del diritto di voto e fu ammessa anche la media borghesia; inoltre il limite detà fu abbassato a 21 anni.

Nel 1912, su proposta di Giovanni Giolitti, il Parlamento approvò lestensione del diritto di voto a tutti i cittadini maschi a partire dai 21 anni di età che avessero superato con buon esito lesame di scuola elementare e tutti i cittadini di età superiore ai trenta anni indipendentemente dal loro grado di istruzione. Il suffragio universale maschile vero e proprio è stato introdotto con la legge n. 1985/1918, che ha ammesso al voto tutti cittadini maschi di età superiore ai ventuno anni, nonché i cittadini di età superiore ai diciotto anni che avessero prestato il servizio militare durante la prima guerra mondiale.

Il voto alle donne è stato invece riconosciuto nel 1946. La Costituzione repubblicana detta alcuni principi fondamentali in materia di voto, stabilendo che esso è personale, eguale, libero e segreto e che il suo esercizio è un "dovere civico". Questa disposizione va interpretata nel senso che la Costituzione proibisce il voto per procura, vietando così la possibilità di delegare ad altri il proprio diritto di voto e il voto plurimo, cioè la possibilità che il voto di ognuno abbia un valore numerico superiore a quello di un altro. È altresì nullo ogni patto con cui un elettore si obbliga a votare in un certo modo.

                                     

2.1. Storia del diritto di voto in Italia Dagli anni 90

Attualmente in Italia il voto è un diritto di tutti i cittadini con almeno 18 anni detà. Solo per lelezione del Senato è richiesta letà minima di 25 anni. Il voto è ritenuto un dovere etico e morale, ma dal mero punto di vista giuridico lobbligo le eventuali conseguenze giuridiche per gli inadempienti sono cessate a seguito dellabrogazione del dpr n.361 del 30 marzo 1957, nel 1993:

Resta lart. 48 della Costituzione il voto è un dovere civico, ma nella pratica è un diritto anche liberamente non esercitabile. Ciò vale per tutte le tipologie di consultazioni elettorali, poiché la disposizione abrogata e lart. 48 cui dava attuazione sono nel titolo IV della Carta Fondamentale; prima di allora lassenza al voto doveva essere motivata in forma scritta al sindaco del comune di residenza, e poteva ad esempio essere valutata negativamente ai fini del superamento di un bando di concorso pubblico.

                                     
  • senza diritto di voto Azioni con diritto di voto subordinato al verificarsi di condizioni non meramente potestative Azioni con diritto di voto limitato
  • e del cittadino, che elenca i diritti validi solo per gli uomini, allorché le donne non dispongono del diritto di voto dell accesso alle istituzioni
  • afroamericani negli Stati Uniti. Esse nacquero a partire dai movimenti per il diritto di voto a Selma in Alabama, lanciate dagli afro - americani del posto, tra cui
  • Voce principale: Organo diritto Un organo collegiale, in diritto indica quegli organi ed estensivamente gli uffici il cui titolare non è una sola
  • diritto di voto agli uomini liberi di colore, che però venne revocato da un emendamento alla costituzione dello Stato approvato nel 1835 Il diritto di
  • collegio elettorale, è una porzione del territorio di uno Stato. I cittadini con diritto di voto che risiedono in un collegio eleggono nel caso del collegio
  • Il voto è segreto Raye Makhfi è un film del 2001 diretto da Babak Payami. La storia inizia in una piccola postazione militare su un isola remota dell Iran

Anche gli utenti hanno cercato:

diritto di voto a 16 anni, diritto di voto costituzione, perdita diritto di voto,

...
...
...