Indietro

ⓘ Geografia dell'Angola




Geografia dellAngola
                                     

ⓘ Geografia dellAngola

Il territorio dellAngola ha una superficie complessiva di 1.246.700 km.

                                     

1. Morfologia

Il territorio angolano è caratterizzato da una fascia di altopiani, il più vasto dei quali è quello di Bié, che lo attraversa da nord a sud, laltitudine media è compresa fra i 700 e i 1000 m s.l.m., sul lato occidentale laltopiano è delimitato da una dorsale montuosa che raggiunge laltitudine massima con il Monte Moco, 2620 m s.l.m. In direzione della costa la scarpata è brusca e digrada rapidamente verso la stretta fascia delle pianure costiere, larga dai 50 ai 100 km.

Sul lato orientale, verso linterno del continente gli altopiani scendono dolcemente verso il bacino dellAlto Zambesi. Il territorio è caratterizzato da vaste savane e qui, data la ricchezza di terreni fertili le buone condizioni climatiche, si concentra la gran parte della popolazione del paese.

Nella parte sudorientale vi è unarea arida in direzione del deserto del Kalahari, fanno eccezione le vallate dei fiumi Cuando, Cunene e Cubango sulle rive dei quali vi sono terreni coltivabili o sfruttabili per lallevamento.

                                     

1.1. Morfologia La fascia costiera

La stretta fascia costiera si estende per circa 1400 km lungo la costa atlantica e vi si trovano tre delle cinque maggiori città dellAngola, la capitale Luanda le città di Benguela e di Lobito si affacciano infatti sullAtlantico così come lexclave di Cabinda, separata dalla Repubblica Democratica del Congo dal tratto finale del corso del fiume Congo.

La parte settentrionale della fascia costiera è caratterizzata da lievi colline traversate da alcuni fiumi che sfociano nelloceano, tra questi vi sono il Mebridege, che sfocia presso la località di NZeto, il Loge che sfocia presso Ambriz e il Dande sfocia presso Barra do Dande.

Circa 350 km a sud dellestuario del Congo, in una piana alluvionale tra gli estuari dei fiumi Bengo e Cuanza si trova la città di Luanda.

A sud di Luanda si trova il parco nazionale di Quicama. Più a sud la fascia costiera si stringe e gli altopiani raggiungono quasi la costa. Tra Luanda e Benguela, situata 440 km più a sud sfociano nellAtlantico alcuni grandi fiumi come il Longa, Queve, Balombo e il Catumbela. La città di Benguela si trova in corrispondenza dellestuario del Caimbambo, a sud della città inizia larea dominata dalla savana e gli insediamenti si diradano. A sud della Serra do Neve inizia un territorio semi-desertico che in corrispondenza della città di Namibe confluisce nel deserto del Namib. A sud di Benguela sfociano nellAtlantico dei fiumi minori tra i quali lo Hanja, il Bentiaba e il Bero. Lestremo sud-occidentale dellAngola, già parte del deserto del Namib è territorio del parcon Nazionale Iona, il confine con la Namibia è costituito dal fiume Cunene.

                                     

1.2. Morfologia Gli altopiani

A est dellarea costiera si trova una fascia di altopiani larga fino a 500 km che si estende per 1.400 km dallaltopiano della Bassa Guinea a nord fino alla pianura del fiume Cunene per poi confluire nelle montagne della Namibia. Gli altopiani, il più ampio è quello di Bié sono coperti di savana e nella provincia di Cuana-Norte di foreste tropicali.

Sugli altopiani si hanno coltivazioni di caffè tra Caxito e Uíge, mais a nord di von Huambo e nella valle del Cutato e cotone intorno a Cuango. Molti fiumi della regione originano dagli altopiani.

La città principale della regione è Huambo, capoluogo della provincia omonima e seconda città più popolosa del paese. Nella provincia di Huambo si trova anche la vett più elevata del paese, il Môco 2.619 m s.l.m.

I fiumi dellarea sono sfruttati anche per la produzione di energia elettrica, vi sono centrali sul corso del Cunene presso Matala Provincia di Huíla e presso Calueque Provincia di Cunene; sul Cuanza se ne trovano presso Dondo Provincia di Cuanza Norte e in alcuni fiumi minori.

I più importanti fiumi dellarea degli altopiani sono, insieme al Cunene e al Cuanza, il Cuango, un affluente sinistro del Kasai. Il Cuango nasce presso Luena nellarea secca dellAngola orientale e per circa 300 km costituisce il confine tra le province di Uíge und Malanje e la Rep.Dem del Congo per sfociare infine nel Kasai presso Badundu.

A est di Huambo nasce lOkavango in Angola Cubango, che dirigendosi verso sud-est esce dal paese per dirigersi nellinterno del Botswana e alimentare il bacino dellOkavango.



                                     

2. Idrografia

I fiumi dellAngola, gran parte dei quali originano dallAltopiano di Bié si muovono poi in tre diverse direzioni:

  • verso meridione e verso le depressioni del Kalahari Cubango-Okavango e il bacino dellAlto Zambesi Cuando i fiumi di questo versante sono caratterizzati da andamento lento e a tratti si impaludano i stagni e acquitrini.
  • verso settentrione per entrare a far parte del bacino del Congo fiumi Cuango, Kambu e Cassai;
  • verso occidente, sono fiumi tributari diretti dellAtlantico Cunene, Cuanza e hanno un corso rapido, interrotto da salti, come ad esempio quello che crea le cascate Kalandula fino al 1975 note come Duque de Bragança, alte 150 m sul fiume Lucala, un affluente di destra del Cuanza.

Il regime dei fiumi è legato alle precipitazioni, vi è quindi unalternanza fra piene e magre legata al variare delle stagioni, alcuni fiumi non hanno dei tratti navigabili.

Il fiume più lungo dellAngola è il Cubango nome con cui è chiamato in Angola lOkavango, 975 km che si disperde nelle paludi del delta dellOkavango.

                                     

3. Clima

La stagione secca va da maggio a settembre, periodo migliore per visitare il paese. La stagione delle piogge va da ottobre ad aprile; le precipitazioni aumentano man mano che ci si allontana dal mare.

Il clima della fascia costiera risulta temperato dalla fredda corrente del Benguela, risultando in un clima simile a quello della costa del Perù.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...