Indietro

ⓘ Memoria (retorica)




Memoria (retorica)
                                     

ⓘ Memoria (retorica)

La memoria, in riferimento alle cinque parti codificate da Cicerone nelle sue Partitiones oratoriae sulla costruzione di un discorso oratorio, si colloca come quarto fattore dopo inventio, dispositio ed elocutio e prima di pronuntiatio. Essa riguarda la tecnica da usare per memorizzare e non omettere parti e concetti importanti del discorso, uno degli errori più frequenti e gravi che loratore possa commettere durante la sua esposizione. A tal proposito Cicerone scrive: "Più propria dell’oratore è la memoria delle cose; e questa possiamo annotarla mediante alcune maschere ben disposte, in modo tale da poter afferrare i pensieri per mezzo delle immagini e l’ordine per mezzo dei luoghi". Se la tecnica dei loci poteva ritenersi sufficiente per i discorsi più semplici, per quelli più lunghi e complessi Cicerone consigliava di procedere non solo attraverso le immagini, ma con la costruzione di un "palazzo della memoria" che permettesse di memorizzare tutte le informazioni in esso contenute.