Indietro

ⓘ Berlingiero Caldora




                                     

ⓘ Berlingiero Caldora

Scarse e frammentarie sono le notizie sulla biografia di Berlingiero I Caldora. Nacque in data e luogo sconosciuti da Jacopo/Giacomo I Caldora e Medea dEvoli. Condottiero e capitano di ventura scapestrato e dalle tendenze omosessuali, veniva dal padre fatto partecipare alle imprese militari, il quale sperava così di correggere il suo comportamento.

Nel 1423 si sposò con Francesca Riccardi il suo fu un matrimonio combinato, come lo furono – tra laltro – molti dellepoca, che gli portò in dote i feudi di Campomarino, Ortona e Termoli.

Nel 1434 fu investito dalla Regina del Regno di Napoli Giovanna II dAngiò-Durazzo del ducato di Andria.

Nel 1435, al comando di un folto esercito, impedì al principe di Taranto Giovanni Antonio Orsini del Balzo, il quale voleva ricongiungersi con il Re Alfonso V dAragona ed il duca di Sessa Marino Marzano, di superare il territorio compreso tra Ariano Irpino e Montesarchio, luogo in cui i Romani subirono una celebre sconfitta, secondo quanto riporta lo storico Angelo di Costanzo.

Nel 1436 si recò nel castello di Bari e qui si innamorò di un paggio di corte. Questo episodio scandaloso sfociò in uno scontro nel quale Berlingiero Caldora riportò gravi ferite alla testa:

Verso la fine di settembre, tornato sanguinante a Vasto insieme al padre, morì tra le sue braccia e fu ivi sepolto. Ignota è lesatta ubicazione del suo luogo di sepoltura.

                                     

1. Discendenza

Berlingiero Caldora si sposò nel 1423 con Francesca Riccardi, da cui ebbe due figli:

  • Giovanni Antonio, figlio primogenito, condottiero, conte di Monteodorisio e Trivento, il quale sposò Lucrezia/Lucietta Barile;
  • Jacopo/Giacomo, condottiero, andato in sposo ad Isabella Carafa.