Indietro

ⓘ Devčata




Devčata
                                     

ⓘ Devčata

Tosja è la nuova giovane lavoratrice, fresca di studi, che si unisce, in qualità di cuoca, ad unorganizzazione di boscaioli stanziati in una località montana russa.

Ilja Kovrigin è il lavoratore modello della comunità, nonché discretamente maschilista, e Tosja si scontra, a questo proposito, con lui, sin dallinizio. Ilja, sorpreso ed offeso, scommette con lamico Filja che riuscirà in breve tempo ad ottenere i favori di Tosja.

Il rapporto fra Tosja e Ilja si sviluppa, tuttavia, al di là della scommessa, e attraverso una serie di vicissitudini giunge alla completa sincerità e verità.

                                     

1. Produzione

Il ruolo di Tosja, inizialmente promesso dal regista Jurij Čuljukin alla moglie Natalja Kustinskaja, venne invece affidato a Nadežda Rumjanceva. Fu poi la Kustinskaja a rifiutare il ruolo di Anfisa, che le venne offerto in seconda battuta Nella sceneggiatura, Tosja è diciottenne, mentre la Rumjanceva, allepoca delle riprese, aveva compiuto i trentanni; il personaggio di Ilja, sempre da sceneggiatura, appare più vecchio di Tosja, mentre in realtà i due attori avevano la stessa età. Lintero guardaroba di Tosja fu procurato dalla stessa Rumjanceva.

Per il ruolo di Ilja furono considerati Vjačeslav Šalevič e Jurij Belov, ma la parte fu affidata a Nikolaj Rybnikov, già distintosi in Высота di Aleksandr Zarchi 1956, che dimagrì di 20 chili per entrare nel personaggio. Per il tuolo di Dementev il regista aveva pensato al suo amico dinfanzia e compagno di studi Vladimir Gusev, che tuttavia non accettò. Le scene del villaggio di boscaioli sono state girate negli studios della Mosfilm di Mosca, appositamente allestiti, e nelladiacente via Mosfilmovskaja ulica, dove sono stati piantati trecento alberi. Ulteriori scene sono state riprese negli Urali, nel villaggio di Bobrovka, presso Čusovoj, situata allora nellOblast di Perm. Le condizioni atmosferiche divennero tuttavia proibitive per il gelo, e ci si trasferì allora nella segheria della località di Olenino, nellOblast di Tver. Le scene finali furono girate a Jalta, dove labbigliamento pesante richiesto dal copione rese difficile agli attori confrontarsi con la calura estiva di agosto. Le scene con il treno furono girate nellOblast di Rjazan, fra Spas-Klepiki e Pilevo.

                                     

2. Colonna sonora

La canzone "Staryj klen" Старый клён, su testo del poeta Michail Matusovskij e con musica di Aleksandra Pachmutova è stata interpretata nel film dagli attori Ljusena Ovčinnikova e Nikolaj Pogodin; degli stessi autori viene eseguita "Chorošie Devčata" Хорошие девчата.

                                     

3. Distribuzione e accoglienza

Devčata uscì il 7 marzo 1962 al DRC di Mosca. Alla prima presenziò lintera troupe e il cast del film ad eccezione dellattrice Inna Makarova, che riteneva che il processo di montaggio non le avesse reso giustizia.

Le autorità ritenevano il film "troppo mondano e superficiale per gli schermi sovietici"; ma ottenne i favori della critica e del pubblico, e solo nel 1962, anno della sua uscita, fu visionato da ben 35 milioni di spettatori. La stampa non sovietica forgiò per Nadežda Rumjanceva gli appellativi di "Charlie Chaplin in gonnella" o "la Giulietta Masina russa".

                                     

4. Riconoscimenti

  • 1962 – Diploma onorario dellEdinburgh International Film Festival Scozia.
  • 1962 – Diploma onorario della giuria di genitori e studenti della versione giovanile del Festival di Cannes.
  • 1962 – Nadežda Rumjanceva ottenne il premio come "migliore attrice", per il film, al Festival internazionale del cinema di Mar del Plata Argentina.