Indietro

ⓘ Buran 1.02




                                     

ⓘ Buran 1.02

Il Buran 1.02, detto anche Ptichka è la seconda navetta spaziale sovietica del programma Buran-Energia, rimasta incompleta e mai lanciata. È distinguibile dalle altre navette per una struttura rossa attaccata ai portelloni della stiva di carico.

                                     

1. Il Nome

La navetta non venne mai ufficialmente battezzata e "Ptichka" era il nomignolo con cui i russi indicavano tutte le loro navette. Probabilmente sarebbe stato scelto un nome più conforme a quello del programma, come Buria "Буря", tempesta in russo, altro nome con cui veniva citata la navetta.

                                     

2. Sviluppo

La costruzione iniziò nel 1988 e avrebbe dovuto essere completata nel 1990, ma nonostante fosse quasi completata al 95-97% e mancassero solo pochi sistemi elettronici, i fondi vennero tagliati e la navetta non venne mai ultimata. Il programma venne ufficialmente cancellato nel 1993 e da allora la navetta è ricoverata presso il cosmodromo di Bajkonur.

                                     

3. Missioni

Nel 1989 erano stati inizialmente programmati diversi lanci per le navette spaziali russe. Quelli pianificati per la navetta 1.02 erano i seguenti:

  • IV quadrimestre 1991: primo volo, di 1-2 giorni
  • I-II quadrimestre 1992: secondo volo, di 7-8 giorni

Coi ritardi le difficoltà incontrate nella realizzazione del programma, vennero fatti dei cambiamenti e nel dicembre 1991 venne preparato un nuovo programma di volo. Le navette spaziali avrebbero dovuto raggiungere la stazione spaziale Mir, ma il programma subì molti rallentamenti e i lavori vennero fermati, così queste missioni non poterono mai venire effettuate e con la cancellazione del programma, vennero svolte dagli Space Shuttle statunitensi.